Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 50 punti Gratitudine!


Partecipazione e Comunicazione nelle Nuove Forme del Piano Urbanistico

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 25,00
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 312
  • Formato: 17x24
  • Anno: 2009

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Il volume raccoglie i contributi dei ricercatori delle Unità Operative impegnate nella ricerca PRIN 2006 "Fondamenti, strumenti e procedure della democrazia partecipativa tra Stato, Regioni, Enti locali e Unione Europea" coordinata a livello nazionale da Umberto Allegretti e che sono stati presentati al convegno "Partecipazione e comunicazione nelle nuove forme del piano urbanistico", tenutosi a Cagliari il 1° e 2 aprile 2008.

Le attività di ricerca, svolte in collaborazione tra le unita di Firenze, Napoli, Cagliari-Architettura e Cagliari-Giurisprudenza, si inseriscono nei dibattito culturale sviluppatosi sulle forme partecipative tra cittadini e Pubblica Amministrazione e sulle relazioni multilivello tra Enti Locali e amministrazioni regionali.

L'Unità di Firenze pone, in prevalenza, la sua attenzione sulle basi costituzionali, sui profili di ripartizione delle funzioni tra i vari livelli di governo e sull'incidenza del nuovo trattato europeo. L'Unità di Napoli esplora essenzialmente il livello regionale delia democrazia partecipattva mentre quella di Cagliari-Giurisprudenza analizza le forme partecipative a livello locale. L'Unità Operativa Cagliari-Architettura approfondisce le tematiche relative alle applicazioni della "democrazia partecipativa" in campo urbanistico, sperimentando metodi e tecnologie dell'informazione spaziale che consentono di condividere la conoscenza nella proposizione degli strumenti d'uso e trasformazione del territorio.

I contributi degli studiosi convenuti a Cagliari mettono in evidenza la necessità di scelte responsabili (etiche, culturali, politiche, sociali e tecnologiche) che garantiscano la certezza anche in termini giuridico-normativi. Se, infatti, le ragioni che motivano la partecipazione sono chiare, risultano incerte le regole che dovranno consentire di definire ruoli e competenze dei decisori pubblici e dei differenti attori coinvolti nei tavoli di concertazione.

Gli atti del convegno testimoniano l'interesse delle istituzioni, reso manifesto negli interventi degli amministratori e dei rappresentanti degli organismi territoriali, a definire procedure, linguaggi e tecniche operative della democrazia partecipativa che possano costituire validi strumenti di aiuto alla decisione.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su