Perchè alle Zebre Non Viene l'Ulcera?

  Clicca per ingrandire

Perchè alle Zebre Non Viene l'Ulcera?

La più istruttiva e divertente guida allo stress e alle malattie che produce - Con tutte le soluzioni per vincerlo

Robert M. Sapolsky

  • Prezzo: € 22,00

Perché alle zebre (ma anche ai babbuini, alle iene piuttosto che ai roditori) non viene l'ulcera e nemmeno la depressione, la colite, l'infarto, il diabete e altre malattie croniche mentre agli... continua

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando è disponibile
Salva nella lista dei preferiti

Numero verde   800 135 977

Altri Libri come Perchè alle Zebre Non Viene l'Ulcera?

Descrizione

Perché alle zebre (ma anche ai babbuini, alle iene piuttosto che ai roditori) non viene l'ulcera e nemmeno la depressione, la colite, l'infarto, il diabete e altre malattie croniche mentre agli esseri umani sì?

In un coinvolgente lavoro interamente dedicato allo stress e alle sue conseguenze sulla nostra salute, il neuroscienziato Robert M. Sapolsky risponde a questa domanda tutt'altro che oziosa, spiegando come, di fronte allo stress, il nostro organismo attivi le medesime risposte fisiologiche di quello animale, senza però essere in grado di disattivarle con rapidità allo stesso modo.

Grazie a trovate divertenti, notizie fuori dall'ordinario, aneddoti personali, uniti a un rigoroso impianto scientifico, l'autore ci permette di capire a fondo in che modo il nostro sistema nervoso e il nostro corpo reagiscono ai molti stimoli dello stress. Insegnandoci come imparare a gestirlo e a combatterlo.

Dettagli Libro

Editore Castelvecchi Edizioni
Anno Pubblicazione 2006-2014
Formato Libro - Pagine: 474 - 15x22cm
EAN13 9788868262648
Lo trovi in: Ansia, stress e fobie

Autore

Robert M. Sapolsky è professore di Biologia e Neurologia alla Stanford University e ricercatore associato presso l'Institute of Primate Research del Museo Nazionale del Kenya. Autore di numerosi libri di divulgazione scientifica sul comportamento umano e animale, nonché di numerosi saggi grazie ai quali è stato insignito di diversi riconoscimenti, collabora con le riviste «Discover», «Scientific American» e «The New Yorker».

Dello stesso autore:


Torna su
Caricamento in Corso...