Phytoalimurgia Pedemontana

  Clicca per ingrandire

Phytoalimurgia Pedemontana

Come alimentarsi con le piante selvatiche

Oreste Mattirolo , Giorgio Pallavicini , Bruno Gallino

  • Prezzo: € 24,00

  • Disponibilità per la spedizione: immediata!

Prima guerra mondiale: Oreste Mattirolo, presidente dell'Accademia di Agricoltura di Torino, preoccupato per le conseguenze della guerra sulla produzione agricola, studia e assaggia tutte le piante... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni 24 punti Gratitudine!

  Salva nella lista dei preferiti

Numero verde   800 135 977

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

Prima guerra mondiale: Oreste Mattirolo, presidente dell'Accademia di Agricoltura di Torino, preoccupato per le conseguenze della guerra sulla produzione agricola, studia e assaggia tutte le piante alimentari spontanee del Piemonte.

Nel 1918 presenta i risultati della ricerca all'Accademia in una memoria che racchiude un piccolo tesoro di conoscenze botaniche e di tradizioni popolari. A più di ottant'anni di distanza Bruno Gallino riprende in esame le oltre 200 specie descritte da Mattirolo e ne fornisce un quadro aggiornato in base alle nuove conoscenze, all'attuale diffusione e alle norme protezionistiche, completandolo a sua volta con curiosità e tradizioni.

Insieme con la ristampa anastatica della memoria di Oreste Mattirolo, questo volume propone il testo di Bruno Gallino illustrato da più di 230 foto a colori di Giorgio Pallavicini.

Dettagli Libro

Anno Pubblicazione 2017
Formato Libro - Pagine: 335 - 14x22cm
EAN13 9788879042116
Lo trovi in: Alimentazione e salute

Autori

Giorgio Pallavicini, nato a Genova nel 1946, appassionato di fotografia e botanica, ha raccolto negli anni una superba documentazione della flora delle Alpi Liguri e Marittime. Vive a Cuneo con la moglie e il figlio.

Bruno Gallino, nato a Moncalieri nel 1960, dopo gli studi di agraria è diventato guardaparco del Parco Naturale Alta Valle Pesio e Tanaro, per il quale ha sviluppato il progetto Stazioni botaniche alpine. Vive a Peveragno con la moglie e i figli.


Torna su
Caricamento in Corso...