Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 40 punti Gratitudine!


Piante Amiche e Nemiche dell'Uomo

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 20,00
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 293
  • Formato: 15x21
  • Anno: 2004-2014

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

In questo libro sono state catalogate le principali piante spontanee rintracciabili sul territorio nazionale, e in particolar modo nell'Italia centrale, di cui sono descritte localizzazione, stagionalità, fioritura, periodo di raccolta, parti da recidere, suggerimenti in cucina, usi popolari e terapeutici, eventuale livello di tossicità o allergia e curiosità legate alla tradizione.

Sono descritte oltre 160 piante tra le più comuni, suddivise in allergeniche come cipresso, nocciolo, olivo, commestibili, note per le loro proprietà aromatiche, come bardana, borragine, finocchio, radicchio selvatico, o come il caccialepre e la viola, piacevoli al gusto e ricche di effetti benefici per la salute dell’uomo.

Di altre specie vegetali, riconosciute come tossiche o velenose per l’uomo, sono state messe in evidenza le parti nocive da quelle commestibili, le proprietà, le sostanze sfruttate in omeopatia o in medicina popolare e l’aspetto morfologico, con particolare attenzione a quelle presenti nelle aree verdi pubbliche e private che spesso, a nostra insaputa, contengono pericolose insidie ben celate a scapito della salute soprattutto dei bambini e degli anziani.

AUTORE

Aldo Ranfa, nato a Perugia nel 1956, è laureato in Scienze Naturali ed è Ricercatore confermato in Botanica ambientale ed applicata presso il Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale dell’Università degli Studi di Perugia. È socio della Società Botanica Italiana dal 1987. Le competenze sulle specie vegetali spontanee derivano, oltre dall’esperienza maturata come Curatore dell’Orto botanico dell’Università di Perugia, ruolo che ha ricoperto dal 1998 al 2002, dalle attività di ricerca nei vari ambiti della Botanica e dalla passione con cui ha ideato e pianificato numerose manifestazioni didattico-divulgative su tematiche naturalistico-ambientali mirate alla salvaguardia della diversità biologica. In campo etnobotanico ha curato importanti iniziative volte alla conoscenza, recupero e valorizzazione degli usi e delle tradizioni locali legate alle specie vegetali spontanee. Come studioso di botanica è autore di numerose pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali ed intemazionali.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su