Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 99 punti Gratitudine!


Piante Officinali e Naturopatia

Dalla tradizione alla moderna fitoterapia

 
-15%

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 49,30 invece di 58,00 sconto 15%
    Spese di spedizione gratuite!
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 685
  • Formato: 17 x 24
  • Anno: 2014

  • Sconto

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Questo libro intende dare un supporto a chi si avvicina alla fitoterapia o desidera approfondire le proprie conoscenze in tale campo.

I rimedi naturali di origine vegetale rappresentano da tempi immemorabili un efficace aiuto per il benessere dell’uomo e giocano ancora oggi un importante ruolo per il sostegno della salute.

La sua struttura in tre parti comprende:

  • la spiegazione di aspetti essenziali come i metodi estrattivi e i tipi di rimedi presenti sul mercato;
  • la descrizione particolareggiata delle specie botaniche (presentate seguendo un ordine tassonomico), di cui vengono indicati usi tradizionali e applicazioni più recenti;
  • mappe riassuntive con i concetti chiave sulla specificità delle singole piante officinali.

Completano il libro, arricchendolo, alcuni acquerelli su carta bagnata di Lina Suglia.

La descrizione delle piante officinali presentate in questo libro segue un ordine tassonomico, da quelle più antiche fino a quelle più recenti aventi strutture, architetture e funzioni più complesse, oltre che strategie riproduttive più efficaci. 

INDICE

Prefazione

Introduzione

PRIMA PARTE - La fitoterapia

  • 1. COS’È LA FITOTERAPIA
    Fitoterapia in ambito naturopatico
    Cenni storici: dal pensiero analogico alla moderna fitoterapia
  • 2. LE PIANTE OFFICINALI: ENERGIA VERDE PER LA SALUTE
    Cosa sono i principi attivi?
    Il fitocomplesso e la sua importanza
  • 3. RACCOLTA E TRASFORMAZIONE DELLE PIANTE OFFICINALI
    I parametri estrattivi
  • 4. I FITODERIVATI
    Gli idroliti
    Gli estratti idroalcolici
    I Macerati Glicerinati (MG)
    Altri tipi di estratti
  • 5. ESTRATTI A CONFRONTO
    Titolazione e standardizzazione
    Sulle differenze di approccio
  • 6. COME UTILIZZARE I FITODERIVATI
    Consigliare i fitoderivati
    Schemi di intervento in pratica

SECONDA PARTE - Le piante officinali

  • 7. UN REGNO IN EVOLUZIONE
  • 8. FAMIGLIE BOTANICHE DI MAGGIORE INTERESSE
    Pinaceae e Cupressaceae
    Juglandaceae, Fagaceae e Betulaceae
    Ericaceae
    Rosaceae
    Fabaceae
    Apiaceae
    Lamiaceae
    Asteraceae
    Poaceae e Liliaceae
  • 9. SCHEDE MONOGRAFICHE

TERZA PARTE - Mappe e acquerelli

  • Indice delle proprietà salutistiche per sistemi e apparati
  • Glossario dei termini botanici
  • Riferimenti bibliografici

 

INDICE ALFABETICO DELLE PIANTE OFFICINALI

  • Abete bianco
  • Acero
  • Achillea
  • Agrimonia
  • Amamelide
  • Angelica
  • Arnica
  • Artiglio del diavolo
  • Asparago
  • Bardana
  • Betulla
  • Biancospino
  • Calendula
  • Camomilla
  • Carciofo
  • Cardo mariano
  • Carpino
  • Castagno
  • Cedro del Libano
  • Centella asiatica
  • Cipresso
  • Crisantello americano
  • Echinacea
  • Elicriso
  • Enula
  • Equiseto
  • Escolzia
  • Fico
  • Frangula
  • Fucus
  • Fumaria
  • Genziana
  • Ginepro
  • Ginkgo biloba
  • Gramigna
  • Iperico
  • Ippocastano
  • Lampone
  • Lavanda
  • Lino
  • Luppolo
  • Marrubio
  • Meliloto
  • Melissa
  • Mirtillo nero
  • Mirtillo rosso
  • Nocciolo
  • Noce
  • Olivello spinoso
  • Olivo
  • Olmo
  • Ontano nero
  • Ortica
  • Passiflora
  • Piantaggine
  • Pilosella
  • Pino
  • Pioppo
  • Platano
  • Prugnolo
  • Psillio
  • Regina dei prati
  • Ribes nero
  • Rosa canina
  • Rosmarino
  • Rovo
  • Rusco
  • Salvia
  • Sanguinello
  • Senna
  • Sorbo
  • Tarassaco
  • Tiglio
  • Uva ursina
  • Valeriana
  • Valeriana rossa
  • Verbasco
  • Verga d’oro

 

APPROFONDIMENTI

Introduzione:

"Questo libro, che nasce dalle lezioni frontali del corso di fitoterapia presso la Scuola SIMO di Milano, intende dare un supporto didattico agli allievi e al contempo offrire nuo­vi contenuti e spunti di riflessione in merito all’azione salutistica delle piante officinali. Il testo si indirizza anche a chi, appassionato dall’argomento, desideri avvicinarsi ai rimedi naturali di origine vegetale per il sostegno della salute.

Parlando di fitoterapia va chiarito fin d’ora che non si tratta di un sapere sistematizzato poiché in essa si incontrano (e scontrano) varie scuole di pensiero e tradizioni. Ciò è do­vuto al fatto che ci troviamo di fronte a un patrimonio di conoscenze amplissimo e a uno strumento tra i più utilizzati dall’uomo in ogni regione geografica e in ogni tempo.

Data la vastità dell’argomento, che continua ad arricchirsi di studi sempre nuovi, è evidente che le nozioni contenute in questo testo non possono considerarsi esaustive, così come non potrebbero esserlo quelle di qualsiasi altro libro.

In questa sede abbiamo scelto di riportare, accanto alle indicazioni dell’erboristeria tradizionale, le acquisizioni della “Fitoterapia rinnovata” di matrice francese. Si tratta di una corrente nata attorno al 1970 per opera di un gruppo di omeopati (Claude Bergeret, Max Tétau e altri) che mise in luce l’importanza di preservare il più possibile l’integrità dei principi attivi contenuti nei tessuti vegetali, durante la fase estrattiva, e gli equilibri tra loro esistenti.

Veniva così superata una posizione di tipo “riduzionistico” che dava maggiore rilevanza alla singola molecola, estrapolandola dal contesto in cui essa veniva a trovarsi in natura. La complessità che veniva riconosciuta nel chimismo dei vegetali era la stessa che in quel periodo storico era individuata anche nell’uomo; si pensi alle allora recenti scoperte sulle interrelazioni tra sistema nervoso, endocrino e immunitario e alle acquisizioni di Hans Selye (1907- 1982) sullo stress.

Vennero quindi ottenuti rimedi, come le Tinture Madri, il cui profilo fitochimico è in effetti piuttosto fedele al biochimismo della pianta per come la si trova nell’ambiente naturale. Possiamo dire che grazie a questi strumenti la complessità del vegetale “incontra” quella dell’uomo, con un effetto di riequilibrio in genere privo di rea­zioni paradosso o effetti collaterali.

Una tale visione (più sistemica e complessa, rispetto a quella basata su una logica del tipo causa-effetto ovvero disturbo-molecola attiva in grado di risolverlo) offre anche al naturopata una chiave di lettura per comprendere come l’uso delle piante officinali possa avvenire meno in senso sintomatico e allopatico e maggiormente secondo una logica ove risulti essenziale ristabilire l’equilibrio dinamico tipico del vivente."

Deborah Pavanello

AUTORE

Deborah Pavanello si laurea in Lingue presso l’Università Statale di Torino e si diploma in Naturopatia. Ha conseguito il Master di primo livello presso l’Université Européenne Jean Monnet di Bruxelles. Iscritta al Registro europeo dei Naturopati, vive a lavora a Milano, dove collabora con la Scuola SIMO (Scuola Italiana di Medicina Olistica) in qualità di docente di fito-oligoterapia. Autrice di libri e articoli sulla Naturopatia, la fitoterapia, l’alimentazione naturale e le vie tradizionali di conoscenza.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 16 marzo 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

Un manuale davvero interessante e pratico per la conoscenza del mondo delle piante. Vengono spiegate nel dettaglio le caratteristiche e gli usi più comuni.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 2 dicembre 2016 Acquistato sul Giardino dei Libri

se siete naturopati non potete non comprare questo libro che spiega delle erbe che possono aiutarci a guarire in modo sano

Commenta questa recensione

Scritto da: - 19 gennaio 2015

Un opera che racchiude in se un' immensa conoscenza. L' autrice è riuscita a mettere insieme moltissime informazioni in un unico testo. Descrive in maniera approfondita con molti dettagli tutto ciò che riguarda le piante officinali. Cosa sono, quali sono, le varie differenze, la qualità, a cosa servono, in quali campi si possono utilizzare, le varie modalità d' impiego, l' uso particolareggiato di ognuna di esse e molto altro ancora. Un libro utile specialmente a chi è già del settore e intende specializzarsi per saperne molto di più. Ma è l' ideale anche per chi vuole cimentarsi per la prima volta in questo campo. Il testo è scritto, infatti, in maniera semplice con un linguaggio accessibile a tutti.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su