Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 21 punti Gratitudine!


Questo LIBRO è disponibile anche in versione ebook

Versione EBOOK

La versione digitale è subito disponibile per il download

Piccola Guida per Persone Intelligenti che Non Sanno di Esserlo

Scoperta ed elogio dell'emisfero cerebrale destro

 
-15%

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 10,20 invece di 12,00 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 159
  • Formato: 13x19,5
  • Anno: 2012

  • Sconto

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Un articolo di Silvia Vegetti Finzi, apparso sul "Corriere della Sera" dello scorso 18 marzo, spiegava come i bimbi distratti non siano necessariamente bambini poco intelligenti. Anzi: secondo una ricerca dell'Università del Wisconsin, questi bimbi possiedono una migliore memoria operativa e risultano, in definitiva, più felici.

Il libro di Béatrice Millêtre è appunto un elogio della distrazione, per i bambini contro le grettezze del nostro sistema scolastico, ma anche per gli adulti contro le convenzioni della nostra società che enfatizza la concentrazione mentale a discapito dell'emisfero destro: purtroppo, così facendo rischiamo che qualcosa vada irrimediabilmente perduto…

Esistono due tipi di intelligenza: una più intuitiva e globale, l'altra più analitica e sequenziale. Roger W. Sperry (Nobel per la medicina nel 1981) ha localizzato nei due emisferi cerebrali l'origine dei due diversi tipi di funzionamento mentale, che in genere coesistono nella stessa persona, ma con prevalenza dell'uno sull'altro.

Emisfero sinistro: verbale, analitico, razionale, tendente a passare dall'astratto al concreto... Emisfero destro: non verbale, distico, sintetico, visivo-spaziale, intuitivo, creativo, tendente alla visione d'insieme e al passaggio dal concreto all'astratto...

Grazie a impulsi nervosi più veloci, chi usa questo emisfero riesce a cogliere ed elaborare più stimoli contemporaneamente e a creare idee e soluzioni innovative. Per quanto scienza, cultura e sistema educativo privilegino la struttura di pensiero analitico-razionale (che si ritrova nella maggioranza), la società da sempre riconosce e valorizza il talento degli intuitivi, che vengono solitamente definiti "creativi" (e costituiscono un'importante minoranza del 30%).

 

AUTORE

Béatrice Millêtre è psicologa e neurobiologa, specializzata in funzionamento del cervello e diplomata in Neuroscienze. E' autorevole membro dell'Associazione francese di Terapie Comportamentali e Cognitive e lavora come psicoterapeuta, collaborando con vari centri universitari. E' anche autrice di libri di divulgazione di neuropsicologia di successo internazionale.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su