Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 36 punti Gratitudine!


Pilly, Silvia e la Decrescita felice

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Il libro è una favola che, tramite un serie di incontri tra Pilly, l'ape simbolo della decrescita felice, e Silvia, una bambina dei giorni nostri, descrive le alternative al nostro attuale modo di vivere basato sulla crescita e sui consumi.

Silvia passerà non solo dalla non conoscenza dei problemi che ci affliggono alla progressiva consapevolezza, ma saprà convincere il papà riluttante a cambiare il suo stile di vita.

Una serie di schede, scritte ceni un linguaggio accessibile agli adolescenti, approfondisce le tematiche della narrazione. Il libro include una serie di illustrazioni relative ai vari temi affrontati. Età di lettura: da 8 anni.

INDICE

Indice:

1. Un incontro inaspettato
2. La maledizione del petrolio
3. Un pungiglione magico
4. Un altro mondo possibile
5. Chi sa fare fa, chi non sa fare compra
6. Saper fare
7. Sprechi e rifiuti
8. I gas: Gruppi d'acquisto solidali
9. Il pil: prodotto interno lordo
10. Le proteine animali
11. La crisi economica
12. Meno produzione, più creatività
13. Autoproduzione e occupazione
14. Città e campagna
15. Lavori ben fatti
16. Missione compiuta

Schede:

1. Gli sprechi fanno aumentare o diminuire la ricchezza?
2. Cosa significa essere ricchi? Avere tanti soldi?
3. Il grande equivoco: i beni e le merci sono la stessa cosa?
4. Come e di quanto si può ridurre la produzione di merci che non sono beni?
5. Conviene aumentare la produzione di beni che non sono merci?
6. I tre cerchi concentrici dell'economia e dei rapporti sociali.
7. Sviluppo e sottosviluppo.
8. È ragionevole proporsi di produrre quantità sempre maggiori di merci?
9. Avere sempre più cose rende felici? Le cose nuove sono migliori di quelle vecchie?

AUTORE

Maurizio Pallante fondatore con Mario Palazzetti e Tullio Regge nel 1988 del Comitato per l'uso razionale dell'energia (CURE). Svolge attività di ricerca e di pubblicazione saggistica nel campo del risparmio energetico e delle tecnologie ambientali. E' nato a Roma, vive da qualche anno in una cascina tra i boschi e le colline del Monferrato astigiano, dove coltiva ortaggi per autoconsumo, legge per lo più libri di eretici del pensiero, scrive di tanto in tanto saggi e qualche libro. Ha collaborato con La Stampa, Il Sole 24 ore, Il Manifesto e Rinascita.

NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su