Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

Predizioni Maya - Metafisica

Calendario maya - Fine di una era - 21/12/12

 
-15%

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 4,25 invece di 5,00 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 74
  • Formato: 15x21
  • Anno: 2011

  • Sconto

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

"Una profezia è la predizione chiaroveggente del futuro di qualcosa che può o no succedere. Le profezie non sono legate al compimento di nessuna “Legge dell’IO SONO”, Principio Universale, né alla ragione o al sentimento comune, anche se generalmente sono considerate di origine divina, però non è così. Il mondo è retto da leggi. Se fossero certe le profezie, non sarebbero necessarie Leggi né Principi Universali, ma solo profezie.

Una profezia è la contraddizione al compimento delle Leggi Divine soprattutto a quella di Mentalismo e quella di Causa ed Effetto. Oggi è l’effetto di ciò che si è fatto ieri e oggi è la causa di ciò che accadrà domani. Che cosa succederà domani? Le conseguenze di ciò che si è fatto oggi e per sapere questo non segui una profezia ma una “predizione” calcolando il compiersi dei Principi. La stessa cosa succede nell’Osservatorio Meteorologico di ogni paese per ciò che riguarda il clima, il sole, i venti, le temperature, se predice la pioggia, la neve o il sole.

Molte persone fanno attenzione alle profezie, perché la gente in generale è propensa al magico. Ci sono state profezie sulla fine del mondo datate molto tempo fa ma come vedete il mondo ha continuato ad esistere e niente è stato distrutto. D’improvviso sono venute di moda le Profezie Maya, in altri tempi le profezie della Grande Piramide, quelle di Malachia, di Rasputin, di Nostradamus, di Palarravicini, di Giovanni XXIII etc. Quando una di queste profezie è drammatizzata da un film, un dipinto o una foto, impressiona la mente e i sentimenti delle persone e producono il suo compiersi, ma non perché è stata profetizzata ma perché la gente ci ha creduto e per principio di Mentalismo, tutto ciò che si crede, succede.

Un’italiana predisse una volta un terremoto a Caracas. Una famosa rivista pubblicò in prima pagina un’immagine della caduta delle Torri del Silenzio, che sono un’icona della città. In pochi mesi gli abitanti di Caracas subirono il peggior terremoto della loro storia, non a causa della predizione della veggente, ma perché l’hanno attirato con la mente, si sono impressionati e per il Principio di Mentalismo l’hanno prodotto. Sono stati girati molti film nei quali mostruosi terremoti e maremoti distruggevano New York. Questo è stato tanto mentalizzato che un giorno caddero le Torri Gemelle e lo spettacolo fu uguale a quello dei film. Quando l’umanità finirà d’imparare questi Principi per non produrre più disastri?

Prendiamo in considerazione che il calendario e il tempo sono un conto sistemico creato dall’essere umano per organizzare le sue attività, ed è illusione. Conta solo per la Terra, e non per lo spazio siderale, perché si basa sulle rivoluzioni che fa la Terra intorno al Sole. Il modo di misurare il tempo e il conto dei giorni, delle settimane, dei mesi e degli anni è cambiato moltissimo nel corso della storia. Anticamente era basato sui cicli lunari, ora nel tempo che impiega la Terra per girare attorno al Sole. Così che quando una predizione soprattutto se è antica, come può essere quella della Grande Piramide o Maya predice una data, “va a sapere” a quale data si riferisce, secondo quale calendario e di dove. I calendari sono cambiati, avanzando e retrocedendo a piacere da quelli di cesare ai romani, ai governanti di ogni dove, compresi alcuni papi. E’ un tale sciame di date e calcoli con ognuno di questi cambi, che è impossibile sapere a quale data concordemente con quale calendario o la correzione di che papa o cesare si riferisce una profezia.

I seguaci di profezie hanno sempre una ragione per dire che le date predette sono quelle giuste. Succede, però qualcosa di strano, quando è arrivata la data del compimento di molte profezie, poiché non si compiono, c’è un silenzio assordante rispetto a esse, fino a che, dopo un certo tempo nasce un’altra profezia e siccome non si compie, capita la stessa cosa, e così passano i secoli senza che sia mai esistita una distruzione. Nell’anno 999 della nostra era, tutti credettero nella profezia che il 31 dicembre ci sarebbe stata la fine del mondo. Quei giorni furono un disastro, molte persone vendettero tutte le loro cose, la gente corse alle chiese, disperata, e molti si tolsero la vita. Senza andare molto lontano, ricordiamo ciò che successe quando entrammo nell’anno 2000, che secondo un calendario ne mancavano sei per entrare nel secondo millennio e secondo altri si era già entrati da anni. Cosa si intende? Anche per quella data si profetizzarono disastri e non accadde nulla, nemmeno che i computer di tutto il mondo andassero in tilt, cancellando tutto.

Menti molto abili utilizzano la tattica della profezia con lo scopo di ottenere seguaci, manipolare le persone, vendere libri e molte altre cose, nelle quali cadono solo gli incauti, perché non conoscono i “Principi Universali” e ignorano la storia poiché questo si è ripetuto molte volte senza che succedesse niente. In questo periodo esistono circa quaranta calendari differenti e ciascuno di loro è seguito da molta gente che non ha niente a che vedere l’una con l’altra.

Chi chiarisce quale predizione, in che calendario dei quaranta che ci sono si compirà il presagio? Di questo non se ne occupa nessuno. Inoltre le profezie non chiariscono mai queste cose. E quindi perchè? Se la gente si comporta bene per “Principio di Causa ed Effetto”, gli andrà bene e se si comporta male, gli tornerà tutto il male, qualunque cosa dica la profezia. Per tutte queste ragioni i Maestri Ascesi (mi riferisco a quelli della verità, non a quelli, ai quali determinati medium attribuiscono messaggi e idiozie di tutti i tipi, e non predicono mai niente) sono scienziati, astronomi, matematici, gente colta, sapienti di certa scienza delle cause delle cose, tanto a livello materiale, quanto occulto. I Maestri Ascesi non portano predizioni né le fanno. Essi insegnano solo le Leggi, affinché se ci comportiamo bene, ci andrà bene. Noi, gente intelligente, non ci spaventiamo davanti a nessuna predizione, continuiamo ad andare avanti studiando le “Leggi dell’Universo”.

AUTORE

Rubén Cedeño compositore, pittore, scrittore, conferenziere e metafisico, fondatore e ispiratore di centinaia di gruppi di metafisica nel mondo. Fu discepolo diretto di Conny Mendez. Il suo messaggio sul pensiero positivo, l’incontro con il suo Essere Interiore, i Sette Aspetti di Dio, la pratica del Perdono, l’Amore Compassionevole e il far conoscere i Santi e i Maestri di tutte le più grandi religioni, sono l’asse centrale del suo insegnamento. Scrittore prolifico, è membro della Società di Scrittori e Compositori del Venezuela. E’ autore di 310 libri che trattano principalmente di Metafisica e di temi quali il Buddismo, la musica, la vita di Santi e Maestri, pubblicati da circa 22 case editrici

NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su