Giorni 00
Ore 00
Min. 00
Sec. 00

Psicoterapia e Counseling. Assonanze e Distanze

-15%
Psicoterapia e Counseling. Assonanze e Distanze

  Clicca per ingrandire

Psicoterapia e Counseling. Due vastissime aree di intervento, eterogenee al loro interno, che occupano quotidianamente migliaia di operatori e un numero ancora più numeroso di pazienti/clienti.... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sul bottone qui sotto)

Disponibilità per la spedizione:
immediata!

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna 14 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

Psicoterapia e Counseling. Due vastissime aree di intervento, eterogenee al loro interno, che occupano quotidianamente migliaia di operatori e un numero ancora più numeroso di pazienti/clienti.

Questo testo vuole esplorarne differenze ed analogie, sul fronte degli obiettivi prefissati, degli obiettivi concreti realizzati, dei metodi e tecniche, dei presupposti teoretici di fondo. Sono più le differenze o le analogie? Le differenze sono qualitative/ categoriali o quantitative/dimensionali? Possiamo parlare di un continuum tra i due percorsi di cura o di aree (psicoterapia e counseling) che, pur con tratti in comune, si situano su livelli di relazioni d'aiuto nettamente differenti?

E ancora: alcune risposte alle domande precedenti non potrebbero differire a seconda di "quale" approccio psicoterapeutico e di "quale" tipologia di Counseling prendiamo in considerazione? Per non parlare del modo concreto di interpretare tutto questo da parte dell'operatore, da cui scaturisce un'ulteriore domanda: non potrebbero esserci psicoterapie cha "assomigliano" più di altre al counseling e viceversa?

Il confronto non può che essere multidimensionale, ma necessita di tener conto anche delle esperienze concrete e non solo delle definizioni teoriche e manualistiche. Per questo motivo il libro è corredato anche di casi clinici e cerca di evidenziare continuamente il rapporto tra teoria e prassi, senza dimenticare la "soggettività" dell'operatore, psicoterapeuta o counselor. Quest'ultimo è proprio l'aspetto che più mette in crisi le definizioni generali e le distinzioni metodologiche della letteratura in materia. E per tenerlo presente dobbiamo integrare gli aspetti nozionistici con il confronto, le discussioni, il dialogo tra operatori dei diversi campi d'intervento, per poter realmente "entrare dentro" il problema.

Ciò che veramente fanno, le due persone che "parlano in una stanza", è irriducibile ad ogni rigida schematizzazione. Nello stesso tempo però, abbiamo bisogno di alcune linee-guida per evitare che la risposta al dogmatismo sia uno spontaneismo un po' naif.


Torna su
Caricamento in Corso...