Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 72 punti Gratitudine!


Quantum Mind

La mente quantica al confine tra fisica e psicologia

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

E seguendo il Bianconiglio nella tana che Alice si cala nel Paese delle meraviglie, cioè nel mondo che sta sotto alla realtà fisica: un mondo governato da altre leggi, un mondo in cui lo spazio si curva e il tempo si espande, abitato da esseri che comunicano in modalità sconosciute nella realtà ordinaria.

Alice e il Bianconiglio, spesso interpretati come metafora della scoperta del mondo quantico, introducono il lettore a un viaggio nella scienza e nella coscienza: il coniglio, che una volta calato nel buco scompare alla vista e alla misurazione, è come una sorta di particella subatomica, minuscola e quasi invisibile; Alice è la metafora di una scienza (e di una coscienza) capace di cambiare punto di vista e paradigma e di confrontarsi con questa realtà non misurabile.

La sfida di questo ambizioso e pluri-disciplinare volume è ricongiungere la fisica, la psicologia e il sapere spirituale tradizionale dell’umanità. Per farlo l’autore si avvale dell’aiuto dei più grandi pensatori e testi della cultura occidentale e orientale, nel campo della scienza, della psicologia, della spiritualità: da Einstein a Jung, da Bohm a Heisenberg, dall'17 King allo sciamanesimo tradizionale.

Nella prima parte si analizza il rapporto tra matematica, percezione e meditazione, con un approccio pratico e sperimentale. Nella seconda si passa alla fisica quantistica e al suo legame con la psicologia degli stati alterati di coscienza, si discute delle particelle elementari e del loro rapporto con la percezione, i sogni e la mitologia. Si mostra in particolare quanto il nostro metodo di percezione e la coscienza siano codificati nella matematica usata in fisica. Nella terza parte si esaminano gli schemi psicologici che stanno dietro alla teoria della relatività di Einstein e le idee di Hawking sulla struttura e sull’origine dell’universo: quella che i fisici chiamano curvatura e gravità viene messa in relazione con gli stati di trance e l’uso dei ‘complessi’ in psicoterapia. La quarta parte, infine, riconfigura la psicologia in base a una nozione più vasta di coscienza, derivata dalla matematica e dalla fisica delle tre parti precedenti. Si tratta di un nuovo approccio alla psicologia individuale e dei processi di gruppo, con nuovi modelli per lavorare sulla guarigione psico-somatica e sulle relazioni.

AUTORE

Arnold Mindell, terapeuta e insegnante, ha sviluppato assieme a sua moglie Amy il processo terapeutico noto come ‘Dreamwork’ e ‘Processwork’ (psicologia orientata al processo), che pratica e insegna in tutto il mondo. Il suo bagaglio di competenze e ricerche comprende un training come analista junghiano presso lo Jung Institut di Zurigo, un master in scienza al m.i.t. sulla fisica applicata all’ingegneria meccanica, ricerche sulla reversibilità temporale in fisica presso l’Università di Zurigo, conferenze al cern sulla sincronicità e un dottorato in Psicologia. Ha scritto ventidue libri. Presso questa Casa editrice è già stato pubblicato Lavorare da soli su se stessi.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su