Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 10 punti Gratitudine!


Re Nudo 32 - Malattia Cura

Trimestrale tematico per l'evoluzione dell'essere

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 4,90
  • Tipo: Rivista
  • Pagine: 93
  • Formato: 19,5x27,5
  • Foto a colori
  • Anno: 2016

Ti è piaciuta questa rivista? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Editoriale - La via per prendersi cura di Majid Valcarenghi:

"Recentemente a Pistoia mi è successo di avere lo stand di Re Nudo a ridosso del parterre dove si tenevano le conferenze e i dibattiti sui temi inerenti al curarsi col cibo, come affrontare le patologie, la prevenzione, come evitare i farmaci. In due giorni una quindicina di interventi da parte per lo più di medici non allopatici. Estremamente interessante il tutto e mi ha mosso diversi interrogativi e riflessioni. Con sfumature diverse e argomentazioni complementari il tema fondante era, come è in questo numero di Re Nudo, come evitare le patologie. Capire quali sono le cause che determinano gli stati patologici e cercare di cambiare le proprie abitudini. Sembra semplice, ma quando questo tocca l’alimentazione la cosa si complica. Ovviamente questo non riguarda chi ha già attraversato il guado e ha già escluso dalla propria alimentazione zuccheri, grassi animali, cibi di derivazione animale, prodotti raffinati e conservati. Perché al di là di ogni ragionevole dubbio appare ormai chiaro che la gran parte delle patologie è determinato dall’eccesso di cibi acidi e bevande acide. Certo c’è ancora chi non vuole vedere e ascoltare preferendo nascondersi dietro la tradizione, le battute, i luoghi comuni “la ciccia fa bene”, “Il latte per il calcio...” e altre idiozie che ormai dicono solo quei pochi nutrizionisti che chiamano nei programmi televisivi per far fronte al costante calo del consumo della carne e del latte.

Assodato che la malattia è conseguenza di squilibri nutrizionali e abitudini alimentari sbagliate che abbiamo ereditato dalla famigliai alla pubblicità, dalla ricerca al soldo del mercato, rimane per tanti di noi il problema che essere informati e avere coscienza non comporta come conseguenza avere il rigore e la forza di cambiare le proprie abitudini, il senso del gusto e il principio del piacere.

Non affrontiamo in queste pagine la questione etica che peraltro abbiamo toccato nel numero di Re Nudo VegAnimali ma qui parliamo di malattia e del prendersi cura di se stessi. C’è una stretta correlazione con l’insorgere dei tumori e degli ictus e l’alimentazione?

C’è. Al di là delle predisposizioni e di altri fattori emotivi, psicologici, caratteriali che incidono nella ,casistica, rimane vero per la gran parte delle persone che i cibi industriali, raffinati, di origine animale sono cause dirette di una miriade di patologie. Il tema che qui ci poniamo è: fino a che punto siamo disponibili a mantenere lo status quo di uno stile di vita alimentare che porta ad ammalarsi in nome del principio del piacere e di un gusto che si è consolidato nel tempo? Personalmente non penso che siano utili i cambiamenti repentini o quelli su basi ideologiche. Negli anni ’70 sono stato macrobiotico per una decina d’anni per una scelta che aveva quelle caratteristiche che in genere si fanno a vent’anni. Oggi nel mio essere diversamente giovane propendo più all’integrazione progressiva della conoscenza nelle abitudini consolidate. Il che significa sapere che certi cibi fanno male e vedere quindi di diminuirli per arrivare ad eliminarli tenendo conto però anche dei contraccolpi psicologici, degli stati d’animo. Il principio del piacere e il piacere del gusto può modificarsi, può trovare altri equilibri ma difficile negarne l’esistenza.

Sto parlando dell’eterno e sempre valido equilibrio tra libertà e responsabilità qui traslato in piacere e salute ma è sempre quello.

Siamo ricercatori di verità, ma siamo in grado di vivere coerentemente e coscientemente le verità che acquisiamo? Ovvio che non sto parlando di chi si protegge negando queste verità, raccontandosi: "lo mangio di tutto in modo equilibrato" mettendosi (o credendo di mettersi) superficialmente la coscienza in pace. Sto parlando di chi come me ha aperto le porte di queste conoscenze che poi vuole calare nella quotidianità. Questa è la sfida oggi per molti di noi e sono certo per molti lettori di Re Nudo.

Prendersi cura di se stessi per progredire in una migliore qualità della vita e che questo succeda prima che si arrivi ad una quarta età in cui il corpo sia da rottamare o si rottami da solo come ben più spesso succede."

INDICE

Editoriale: La via per prendersi cura di Majid Valcarenghi

Il lamento Inascoltato: Buddhismo e Antispecismo di Antonio Priolo

MALATTIA CURA

  • Argento Colloidale Ionico di Mauro Lore
  • Dentosofia di Francesco Pachi
  • Cure Palliative di Cinzia Ricetto
  • Torna il sereno dopo la tempesta di Daniela Monti
  • Micoterapia: la via della salute di Walter Ardigò
  • La Metamedicina oggi a cura della Redazione
  • Come guarire le 5 ferite dell'anima a cura della Redazione
  • Le 12 tappe della guarigione di Alain Moenaert
  • Antinfiammatori naturali: una scelta possibile di Cristopher Vasey
  • Combattere le micosi di G. Guzek ed E. Lange
  • L'importanza dei piedi nella nostra salute di Carsten Stark
  • Bevi e mangia alcalino! di Rocco Palmisano
  • Le nuove frontiere della psicoterapia di Myron J. Stolaroff
  • Reikards Junior a cura della Redazione
  • Il profumo della luna di Selene Calloni Williams

©TEMPO DI LIBERAZIONE

  • Il sonno e la consapevolezza di Osho
  • L'arte come guarigione di Auro
  • Una chiave magica di Aurin Proietti
  • Cambio di logica di Giuliana Conforto
  • I tatuaggi della Dea di Michela Zucca
  • Le erbe di Primavera e i loro preziosi poteri curativi di Marcella Rossi
  • La salute viene dalla pancia di Federica Giocosa
  • Soundgate e ascolto profondo di Monica Laura Smith
  • Giardino di Gaia - Operatori del benessere
  • Giardino di Gaia - Centri e Associazioni
  • Dove mangiare bene
  • Oroscopo di Samapatt Toschi
QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su