Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 28 punti Gratitudine!


La Seduzione di Elia

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

La seduzione di Elia è un viaggio nel mondo delle emozioni, la storia di un giornalista alle prese con i suoi mutevoli stati d'animo: indignazione ma soprattutto incanto e innamoramento.

È un romanzo per tutti quelli che cercano la pienezza e non si accontentano delle apparenze.

Elia è un giornalista che si occupa - come dice lui - del mondo che sta al di là del mondo, ha un fuoco interno che continua a bruciare e fa in modo che la fiamma non diventi cenere.

Elia è appassionato del mondo, della vita, degli altri e questo fuoco lo porterà a conoscere Debora, Roger, Rebecca, Rachele e Anouche.

Tutte persone che hanno orecchi non solo per sentire e occhi non solo per vedere. Durante il suo cammino, incontrerà la complicità della bellezza, la compassione, gli sguardi insperati e la parola senza parole.

Guarderà da lontano, anche le cose più vicine, fino a quando non troverà pieno appagamento, dopo un incontro decisivo con un corvo. Il silenzio e l’assenza diventano, per lui, estasi di una presenza inimmaginabile.

Alla fine del romanzo Elia, scomparso da tempo a Beirut sconvolta dalla guerra, riappare, un po’ misteriosamente.

Chi lo incontra non sa più se sia ancora lui o un altro, misterioso, lui.

AUTORE

Mario Mirandola è professore di lingue e letterature straniere e lavapiatti ufficiale della famiglia. Ha insegnato inglese per molti anni nei licei e accompagnato ragazzi in giro per il mondo. Ora si occupa di mobilità studentesca internazionale come consulente e continua a insegnare inglese a profughi e rifugiati, presso la Scuola Senza Frontiere. Ama lo spirito del principiante, sempre alla ricerca di ciò che ancora non è e del tesoro nascosto. Ama le parole prime che gli segnano il percorso, ama viaggiare, anche senza destinazioni, non per visitare posti nuovi, ma per l’atto stesso del viaggiare. Ama correre, nel senso di fare running, perché quando corre ritrova il suo io preferito: quello vero, senza fiato e senza pensieri. Ha sempre scritto, ma solo recentemente ha deciso di iniziare a proporre i suoi lavori.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su