I Segreti dell'Iconografia Bizantina

  Clicca per ingrandire

I Segreti dell'Iconografia Bizantina

La "Guida della pittura" da un antico manoscritto

Anonimo Bizantino

( 1 Recensione Cliente )

  • Prezzo: € 19,90

  • Disponibilità per la spedizione: immediata!

Gli appassionati di pittura bizantina e in particolare di iconografia cristiana troveranno dunque in questo libello, conservato gelosamente nei monasteri del monte Athos, le regole, codificate nel... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni 20 punti Gratitudine!

  Salva nella lista dei preferiti

Numero verde   800 135 977

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

Gli appassionati di pittura bizantina e in particolare di iconografia cristiana troveranno dunque in questo libello, conservato gelosamente nei monasteri del monte Athos, le regole, codificate nel corso di secoli, per la corretta realizzazione di un'icona, e quindi per la prima volta avranno a disposizione gli strumenti per interpretare correttamente e per apprezzare completamente questo particolare tipo di produzione artistica.

L'opera è quadripartita: nella prima sezione, principalmente tecnica, sono esposti i procedimenti pittorici impiegati dai greci, il modo di preparare pennelli e colori, di stendere l'intonaco per gli affreschi e i quadri, e di dipingere su tali supporti; nella seconda vengono descritti nel dettaglio, con una precisione degna di nota, i soggetti della simbolica, ma soprattutto la storia che la pittura può rappresentare; la terza parte determina in quale posto conviene collocare tal soggetto o tal personaggio, in una chiesa, in un atrio, un refettorio o vicino ad una fontana; un'appendice, infine, fissa le caratteristiche che devono avere il Cristo e la Vergine e riporta alcune delle più frequenti iscrizioni che abbondano nelle pitture bizantine.

Le ragioni di un simile trattato sono bene sintetizzate da M. Diron nell'Introduzione: «In Grecia l'artista è schiavo del teologo; la sua opera, che copieranno i suoi successori, è stata copiata dai dipinti che l'hanno preceduto. L'artista greco è asservito alla tradizione come l'animale al suo istinto; crea una figura come la rondine il suo nido o l'ape l'alveare. Il pittore greco è un maestro dell'esecuzione; possiede l'arte, ma solamente l'arte: l'invenzione e l'ideazione appartengono ai padri ai teologi, alla Chiesa cattolica".

Dettagli Libro

Editore Arkeios Edizioni
Anno Pubblicazione 2003
Formato Libro - Pagine: 264 - 16,5x24cm
EAN13 9788886495684
Lo trovi in: Storia

Recensioni Clienti

4,00 su 5,00 su un totale di 1 recensione

  • 5 Stelle

    0%
    0%
  • 4 Stelle

    100%
    100%
  • 3 Stelle

    0%
    0%
  • 2 Stelle

    0%
    0%
  • 1 Stelle

    0%
    0%

Ti è piaciuto questo libro?
Scrivi una recensione e guadagna Punti Gratitudine!

Scrivi una recensione!

Mirko 30 novembre 2008

Voto:

Ottimo testo, lettura scorrevole, argomenti trattati in modo diretto, essenziale e preciso. La suddivisione razionale e filologica degli argomenti, permette la lettura di questo libro anche a chi vuole da qui avvicinarsi alla pittura bizantina che è una delle fonti più antiche dell'arte sacra tradizionale in Occidente.


Torna su
Caricamento in Corso...