Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 24 punti Gratitudine!


Silenzi

Il destino alle diciotto

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Un romanzo dall’intenso profumo poetico da un lato, graffiante e crudele dall’altro nel coinvolgere il lettore in una storia terribilmente realistica.

Boston tra gli anni Trenta e il nuovo secolo. Il figlio di una tipica famiglia di emigrati calabresi alla terza generazione è dotato di particolare sensibilità e colleziona silenzi. Potrebbe sembrare una piccola stravaganza se non ci fosse la presenza di una storia parallela in cui due amici vivono le loro vite apparentemente normali, frequentandosi ogni giorno, ma di fatto su universi lontanissimi.

Da un lato la ricerca interiore di Michael Cimmino che trova nel silenzio attimi di eternità, dall’altra la ricerca di giustizia dell’amico Tim Brady che nella personale raccolta di silenzi crede di equilibrare le vicende di un mondo degenerato.

Quando il primo è costretto a prendere contatto con la realtà e a comprendere di aver dato vita a qualcosa di mostruoso, dovrà confrontarsi con la propria coscienza e la propria superficialità nei rapporti umani. A quanti silenzi siamo passati vicino senza accorgerci del loro frastuono assordante?

AUTORE

Giovanni Cordero, funzionario della Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici del Piemonte come responsabile per l’arte contemporanea e il mercato antiquario. Ha svolto attività di ricerca e docenza presso l’Università “La Sapienza” di Roma, l’Università di Torino, l’Accademia delle Belle Arti di Cuneo ed è stato Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Sanremo. Dirige l’Istituto di Ricerca e documentazione europeo: arte tecnoscienza e cultura. 

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 2 giugno 2013

ho acquistato il libro dopo che ne ha parlato Arnaldo nella trasmissione televisiva Uno Mattina Cafè il giorno 15/5/2013. Ho letto il libro con molto interesse e tutto di un fiato. Complimenti per il nuovo modo di narrare che cattura l'attenzione del lettore fin dalle prime pagine. L'ho consigliato ad una mia cara amica che è una grande lettrice. Spero di poter ancora leggere libri di questo genere. Ho apprezzato le foto in bianco e nero all'interno del romanzo che riprendono Boston negli anni'80. Salvino T.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 10 maggio 2013

Mi ha attratto la copertina cosi minimalista e scarna di immagini, poi il risvolto di copertina parlava di un collezionista strano e imbrobabile che ha per vezzo collezionare silenzi. La curatrice dice che è un nuoir , una specie di giallo, mi sono incuriosito e visto che era un romanzo breve (detesto quelli lunghi che non finiscono mai!) l'ho comprato e l'ho passato ad un mio amico che l'ha trovato anche lui nuovo come genere e molto interessante . Lo consiglio a tutti coloro che amano la suspense soft e non ansiogena. Nel libro non c'è descrizione nè di sangue, nè di sesso esibito. Una buona lettura per tutti.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 7 maggio 2013

meraviglioso. un noir molto filosofico! lo consiglio assolutamente!

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su