Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 18 punti Gratitudine!


Sognavo di essere Freud (mi sono svegliata Willy il Coyote)

Diario tragicomico di una psicologa nell'era del precariato

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

"CIAO, MI CHIAMO AISHA, HO 32 ANNI E ANCHE IO SONO PSICOLOGA..."

A volte penso che bisognerebbe proprio inventarli... i gruppi per gli "psicologisti" anonimi intendo, in cui ognuno possa confessare il suo imperdonabile peccato di gioventù, che l'ha portato ad iscriversi a quel famigerato corso di laurea in Psicologia che gli prometteva di realizzare il sogno di fare qualcosa per gli altri... Anche tu ce li hai i tuoi bei sogni da realizzare, vero? Tanti progetti ancora confusi o magari già ben delineati della tua mente... vorresti fare la psicoterapeuta in uno studio accogliente, o lavorare con i bambini a scuola, oppure ti piacerebbe fare selezione del personale o magari la psicologa dello sport? Sono belli i sogni, sai, sono quelli che ti danno l'energia per cominciare, per fare il primo passo...

Ma nessuno ti ha davvero detto quello che succede dopo, vero?

E non parlo del problema delle pensioni sai (non apriamo questa porta!), né del mondo del precariato e della disoccupazione giovanile, parlo di quello che ti succede veramente, quando improvvisamente ti accorgi che sei laureata, ti guardi intorno e scopri di essere circondata da migliaia di altre ragazze e ragazzi che, con gli occhi sgranati come te, si chiedono:

E ADESSO?

Ed è per questo che ho scelto di raccontarti la mia storia, che non è solo mia, ma di tante persone come me e te, che si sono trovate in mezzo a questa avventura e si sono accorte troppo tardi dell'impresa in cui si erano messe in ballo... e adesso che fare?

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA