Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 22 punti Gratitudine!


Storia di una Lumaca che Scoprì l'Importanza della Lentezza

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

In un mondo dove tutto corre una nuova grande protagonista ci insegnerà l'importanza della lentezza. In puro stile Sepùlveda, il fascino irresistibile di un personaggio che incanterà tutti i lettori.

Luis Sepulveda ha saputo creare storie che hanno la grazia delle fiabe e la forza delle parabole, storie apparentemente semplici che trattano temi importanti con un linguaggio e dei personaggi capaci di coinvolgere i lettori più piccoli e di parlare al cuore e alla mente anche di quelli più grandi.

Così è stato per "Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare", che ha raccontato l'amore per la natura, la generosità disinteressata e la solidarietà, anche fra "diversi" e per la sua seconda favola, "Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico", un'altra commovente e tenera storia di amicizia nella differenza.

Ora un nuovo "animale" entra nella galleria personale del grande scrittore cileno, una lumaca che, in un mondo che ha perso la dimensione del tempo, in una società dominata dalla velocità e dall'ansia, insegnerà a riscoprire il valore della lentezza, a ristabilire uno spazio per la riflessione, a creare la dimensione in cui apprezzare nuovamente le persone e le cose che ci stanno attorno.

Le lumache che vivono nel prato chiamato Paese del Dente di Leone, sotto la frondosa pianta del calicanto, sono abituate a condurre una vita lenta e silenziosa, a nascondersi dallo sguardo avido degli altri animali, e a chiamarsi tra loro semplicemente «lumaca». Una di loro, però, trova ingiusto non avere un nome, e soprattutto è curiosa di scoprire le ragioni della lentezza.

Per questo, nonostante la disapprovazione delle compagne, intraprende un viaggio che la porterà a conoscere un gufo malinconico e una saggia tartaruga, a comprendere il valore della memoria e la vera natura del coraggio, e a guidare le compagne in un'avventura ardita verso la libertà.

AUTORE

Luis Sepúlveda è nato in Cile nel 1949. Dopo la scuola secondaria di Santiago, ha studiato teatro presso l'Università di produzione nazionale. Nel 1969, Sepúlveda ha ricevuto una borsa di studio di cinque anni per continuare i suoi studi presso il teatro dell'Università di Mosca, ma è stato ritirato dopo cinque mesi a perché ha partecipato a una festa con la moglie di un Ufficiale del Politburo, che era considerato alto ofense).  Luis Sepúlveda è stato politicamente attivo come leader del movimento studentesco. Dopo il golpe cileno del 1973 che portò al potere il generale Augusto Pinochet è stato imprigionato per due anni e mezzo e ha poi ottenuto una liberazione condizionale, grazie agli sforzi della filiale tedesca di Amnesty International. E' stato tenuto agli arresti domiciliari. Con l'aiuto di un amico che era a capo della Alliance française di Valparaíso ha istituito un gruppo di dramma che è diventato il primo centro culturale della resistenza.  E 'stato nuovamente arrestato e condannato all'ergastolo (poi ridotti a ventotto anni) per alto tradimento e sovversione. La sezione tedesca di Amnesty International è intervenuta di nuovo e la sua pena detentiva è stata commutata in otto anni di esilio, e nel 1977 ha lasciato il Cile per volare verso la Svezia, dove avrebbe dovuto insegnare letteratura spagnola. Alla prima tappa a Buenos Aires è fuggito ed è riuscito a passare in Uruguay, ma dato che molti dei suoi amici uruguaiani e argentini erano morti o in carcere a causa delle rispettive dittature si recò prima a San Paolo in Brasile e poi in Paraguay.  Ha diretto l'Alliance Française di teatro, ha fondato una compagnia teatrale e ha preso parte a una spedizione dell'UNESCO per valutare l'impatto della colonizzazione sul indios Shuar.  Durante la spedizione ha condiviso la vita del SHUAR per sette mesi ed è giunto alla comprensione di come l'America Latina un continente multiculturale e multilingue in cui il marxismo-leninismo è stato insegnato non era applicabile ad una popolazione rurale che è stato dipendente dalla sua ambiente naturale circostante.  Ha lavorato a stretto contatto con le organizzazioni indiane e ha redatto il primo piano di insegnamento di alfabetizzazione per la federazione della contadini Imbabura, nelle Ande.  Nel 1979 si unì alla brigata internazionale Simón Bolívar, che stava combattendo in Nicaragua e, dopo la vittoria della rivoluzione iniziò a lavorare come giornalista e un anno dopo partì per l'Europa.  Andò a Amburgo, in Germania, a causa della sua ammirazione della letteratura tedesca (aveva imparato la lingua in carcere), soprattutto i romantici come Novalis e Friedrich Hölderlin e vi ha lavorato come giornalista in viaggio ampiamente in America Latina e Africa. Nel 1982 venne in contatto con Greenpeace e lavorò fino al 1987 come un membro dell'equipaggio su una delle loro navi. In seguito ha agito in qualità di coordinatore tra i vari settori dell'organizzazione.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 3 novembre 2016 Acquistato sul Giardino dei Libri

Libro carinissimo. Mia figlia di 8 anni è entusiasta di leggerlo. A me è piaciuto tantissimo.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 17 maggio 2016

Favola per adulti di facile lettura e comprensione. Storia delicata ma significativa. Per chi vuole leggere con leggerezza. :-)

Commenta questa recensione

Scritto da: - 13 gennaio 2016

Come le altre storie di Sepùlveda, anche questa trasmette i valori più alti su cui dovrebbero fondarsi le relazioni tra esseri umani. Lo fa indirettamente, parlando delle vicende di piccoli animaletti e, proprio per questo, conquista il cuore di adulti e bambini.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 18 ottobre 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

Ho acquistato il libro per regalarlo alla mia nipotina, ma non ho resistito a leggerlo prima :). Bellissima storia che aiuta grandi e piccini a comprendere il nostro ormai insostenibile stile di vita.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 17 gennaio 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

Molto molto carino si legge velocemente e sotto forma di racconto per bambini fa riflettere su una qualità alla quale non prestiamo più attenzione:la lentezza. Lo consiglio a tutti!

Commenta questa recensione

Scritto da: - 7 dicembre 2014 Acquistato sul Giardino dei Libri

Tenerissimo libro di Sepulveda, che ti invita a riflettere sulla fretta che condiziona la nostra vita, e che spesso ci impedisce di scoprire piccole cose importanti per concretizzare una vita migliore. Da leggere per piccoli, ma specialmente per grandi.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 2 gennaio 2014 Acquistato sul Giardino dei Libri

Bellissimo anche questo, semplice e immediato. Mi piace acquistare i libri di Sepulveda per mia figlia che adesso ha 12 anni, perchè spiegano concetti importanti dal mondo degli animali e per i bambini è 'favoloso'. Per me invece è sempre entusiasmante leggere un suo libro perchè lo leggo tutto d'un fiato e mi carica di positività. Questo libro mi è piaciuto, non aggiungo altro, perchè è solo da leggere!

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su