-15%
Studi Manichei e Catari

  Clicca per ingrandire

Studi Manichei e Catari

Déodat Roché

In questi Studi manichei e catari – che, per la prima volta tradotti, vengono presentati al lettore italiano – egli riunì in una serie di saggi, scritti in uno stile austero e asciutto, il... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sul bottone qui sotto)

Disponibilità per la spedizione:
immediata!

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna 22 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

In questi Studi manichei e catari – che, per la prima volta tradotti, vengono presentati al lettore italiano – egli riunì in una serie di saggi, scritti in uno stile austero e asciutto, il risultato di ricerche e di riflessioni durate decenni.

Questa sua opera offre allo studioso una vasta messe di conoscenze che possono rivelarsi feconde non solo sul piano storico e filosofico, ma anche su quello della ricerca spirituale, orientandolo verso esperienze interiori decisive, capaci di risolvere gli enigmi tragici nei quali è immerso l’uomo attuale, il quale potrà superare ogni difficile prova con il coraggio interiore e con la forza folgorante di un risorto Pensiero Vivente.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: Alessandro - 27 giugno 2016

Uno dei libri più belli che io abbia mai letto sul dualismo e segnatamente sulle tradizioni manichea e catara. L'autore, non a torto, si è affibbiato il titolo di "neo-cataro" perché si vede la genuina passione con cui tratta l'argomento e con cui riesce ad entusiasmare il lettore. E' commovente poi la parte in cui critica duramente il racconto della Genesi, soprattutto i capoversi in cui afferma che Dio, in quanto nostro genitore, non avrebbe mai e poi mai dovuto lasciare i suoi figli/e in balia del Serpente Antico, perché, si chiede lui, quale genitore farebbe lo stesso con la propria prole se vede che questa corre un tremendo pericolo. Consigliatissimo!!!

 Commenta questa recensione


Torna su
Caricamento in Corso...