Giorni 00
Ore 00
Min. 00
Sec. 00
-15%
Totò Massone

  Clicca per ingrandire

Totò Massone

Il principe Antonio de Curtis e la massoneria del suo tempo

Ruggiero di Castiglione

  • Prezzo € 11,90 invece di 14,00 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 95
  • Formato: 15x21
  • Anno: 2017
  • Sconto

Il “principe della risata” iniziato alla massoneria? Per quanto la domanda suoni strana alle orecchie dei più, la risposta - a cinquantanni esatti dalla scomparsa del grande Totò, avvenuta il... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sul bottone qui sotto)

Disponibilità per la spedizione:
immediata!

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna 12 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

Il “principe della risata” iniziato alla massoneria?

Per quanto la domanda suoni strana alle orecchie dei più, la risposta - a cinquantanni esatti dalla scomparsa del grande Totò, avvenuta il 15 aprile 1967 a Roma -non può che essere, carte alla mano, apoditticamente affermativa. E desterà forse una qualche sorpresa nei lettori lo scoprire - guidati per mano passo passo dalla sapiente penna di Ruggiero di Castiglione - che le prime, timide voci circa l’appartenenza del principe Antonio De Curtis alla libera muratoria circolavano, negli ambienti della “Napoli bene", già all’inizio degli anni ’60. A quei tempi, l’argomento massoneria poteva ancora dirsi un caustico tabù: parlare di compassi, grembiuli e cappucci significava evocare Satana e i suoi accoliti. Gli intellettuali e i mass-media dell’epoca, imbevuti di pregiudizi, emettevano in materia sbrigative sentenze di esplicita condanna. E la notizia della partecipazione di un divo cinematografico come Totò, amatissimo tra il popolo della sua città (e non solo), a un sodalizio muratorio, dava un certo fastidio ai benpensanti di turno, timorosi che, con il personaggio, si rivalutasse positivamente anche l’istituzione esoterica alla quale egli s’era associato nel secondo dopoguerra.

Il saggio di Ruggiero di Castiglione, massimo specialista della massoneria napoletana, ricostruisce, previa una sistematica analisi delle fonti e della documentazione disponibili, l’operosa militanza latomistica dell’indimenticabile Attore, che - grazie alla costituzione della loggia Fulgor Artis, i cui membri erano tutti legati al mondo dello spettacolo - si segnalò come uno dei più sensibili e sinceri interpreti dello spirito filantropico e di solidarietà umana proprio dell’Ordine. Sentimenti nobili e intimamente vissuti, quelli di Totò, da lui stupendamente esternati nei versi della famosissima poesia ’A livella, inno all’eguaglianza di tutti gli uomini davanti alla morte, o nella meno nota - ma non per questo meno struggente - Preghiera del Clown, una supplica innalzata al Grande Architetto dell’Universo affinché protegga dall’alto gli Artisti e il loro mestiere.

Autore

Ruggiero di Castiglione, nato a Napoli nel 1940, è autore de «I segreti della magia» in collaborazione con Alberto Cesare Ambesi (1972), «A tela ordita Dio mandò il filo» (1975), «Corpus Massonicum» (1* ediz.: 1984; 21 ediz.: 1989; 3‘ ediz.: 2007), «Alle sorgenti della Massoneria» (1988), «Il maestro di Cagliostro: Luigi d’Aquino» (1989), «Domenico Cirillo e la Massoneria di fine 700 a Napoli» (1990), «Una villa massonica nella Napoli del 700» (1996), «La Pietatella: appunti per un percorso iniziatico-alchemico nella cappella Sansevero di Napoli» ( 1999), i sei volumi de «La Massoneria delle Due Sicilie e i "fratelli ” meridionali del 700» (voi. I - 1* ediz.: 2006; 2‘ ediz.: 2008; voi. II - 2008; voi. Ili - 2010; voi. IV - 2013; voi. V - 2011; e voi. VI - 2014), «Napoli, la Spina, il Santo Sepolcro e la Sindone» (2012), «Federico Valerio Ratti» (2014) e «Le Accademie di Napoli» (2015).


Torna su
Caricamento in Corso...