Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 20 punti Gratitudine!


Un Avvenire per la Gioventù

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Gli anni della gioventù sono comparabili al periodo di formazione della terra quando nessuna vita organizzata era possibile perché non vi erano che eruzioni vulcaniche e materiali in fusione.

Ma su un suolo così instabile nulla di solido si può realizzare! Occorre, pertanto, che la gioventù introduca in sé un po' di misura, di controllo, di armonia per diventare simile a quella terra ove la vita può fiorire e dare i suoi frutti.

Il passaggio dalla gioventù all'età adulta è il passaggio da una vita non organizzata e caotica a una vita ricca, piena, benefica per se stessi e per gli altri.

AUTORE

Omraam Mikhaël Aïvanhov (Serbzi, 31 gennaio 1900 – Fréjus, 25 dicembre 1986) è stato un filosofo e pedagogo bulgaro. Nel 1937 si recò in Francia dove nel corso degli anni trasmise l'essenza del suo insegnamento filosofico e pedagogico. Il tema dominante delle sue opere è l'uomo e il suo perfezionamento. Nel solco della tradizione, l'autore ha proposto nuovi metodi per affrontare i problemi dell'esistenza, per una migliore comprensione della vita interiore e una migliore condotta nella vita quotidiana. Anche i riferimenti alla scienza dei simboli, all'astrologia, alla cabala, all'alchimia, non sono l'oggetto di speculazioni astratte ma servono, secondo i propositi dell'autore, ad illuminare i fenomeni della vita interiore. Aïvanhov ha tenuto 5000 conferenze dal 1937 al 1985 stenografate o registrate su audio o video cassette. In Francia sono stati pubblicati più di 77 volumi, in parte tradotti in 32 lingue.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 23 ottobre 2017

Sempre bello quando Aivanhov parla della gioventu, lui stesso affermava che molti dei suoi discorsi sarebbero stati per la gioventu a venire dopo la sua morte, perchè erano veramente pochi i contemporanei che lo capivano.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su