Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

Un Piccolo Principe di Nome Federico

Appunti di viaggio di un ragazzo speciale e di arteterapeuta

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 12,00
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 63
  • Formato: 15x21,5
  • Anno: 2014

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Benedetta racconta il viaggio intrapreso con Federico, racconta lo stupore, i timori, l'incredibile esperienza vissuta tra silenzi infiniti, gesti colmi di significato e colori traboccanti di vita.

Questo libro nasce da un'idea di Vittorio Rossi, l'idea che fosse possibile raccontare l'incontro tra Federico e Benedetta mantenendo l'elevata poeticità del romanzo di Saint-Exupéry e senza scivolare in schemi preconfezionati sulla disabilità.

Federico Bambini è un ragazzo, oggi ventenne, che vive ad Arezzo con la famiglia. Ama i libri, la musica, i cavalli, ama i colori. Ha al suo attivo quattro mostre personali delle sue opere e una produzione artistica copiosa, a detta di critici ed esperti molto valida.

È il racconto di un viaggio dove le parole si intrecciano alle immagini, il viaggio di Federico che, grazie all'incontro e alla relazione con Benedetta, un giorno ha trovato il coraggio "di approfittare di un volo di uccelli per venirsene via dal suo pianeta" e cominciare a disegnare; all'età di quindici anni ha trovato il coraggio di cominciare a raccontarsi attraverso il disegno e il colore.

Federico è un ragazzo autistico, oggi un giovane artista che espone le sue opere nelle gallerie d'arte; è un ragazzo silenzioso che ha trovato nel disegno e nel colore ciò che le parole non gli hanno mai dato: la possibilità di esserci nel mondo.

AUTORE

Benedetta Piantini è un'arteterapeuta che si è formata a Firenze nella scuola triennale del Centro di Ricerca Europeo di Terapie Espressive C.R.E.T.E. dopo un lungo percorso esperienziale, sia in campo letterario/artistico che psicologico/educativo, che le ha permesso di cogliere il profondo equilibrio tra arte e psicologia che sottosta a questa professione. Oggi vive ad Arezzo, dove ha creato insieme ad altri specialisti il Centro di Ascolto e di Aiuto alla Persona "L'Ombelico" e qui incontra bambini e adolescenti che presentano difficoltà, disagi o disabilità, con i quali intraprende percorsi di arteterapia individuale o di gruppo.

NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su