Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

Una Donna Non Dimentica Mai

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 17,60
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 479
  • Formato: 14,5x22
  • Anno: 2012

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Il commissario della polizia di Stoccolma Jeanette Kihlberg sta indagando sulla morte di alcuni giovani immigrati, quando si trova a dover risolvere un caso ben più «importante» per la sua risonanza mediatica: l’assassinio brutale di un uomo d’affari noto per le sue attività filantropiche. Jeanette si rivolge all’amica Sofia Zetterlund, psicologa e profiler dalla personalità complessa e ambigua che, mentre collabora con la polizia, tenta disperatamente di liberarsi dai fantasmi del suo passato.

Intanto, tra Svezia e Danimarca, una serie di omicidi raccapriccianti sembra far emergere uno spietato disegno di vendetta. Le indagini condotte da Jeanette Kihlberg riportano lentamente alla luce un passato oscuro e in apparenza indecifrabile: chi è davvero Victoria Bergman, e perché è letteralmente scomparsa nel nulla? Cos’è accaduto venticinque anni prima al liceo di Sigtuna, e che ha segnato in modo indelebile la vita di alcune studentesse di allora? E di cosa si occupa la misteriosa fondazione che fa capo all’istituto? Chi sta cercando di coprire il pubblico ministero von Kwist?

Come se non bastasse, il commissario Kihlberg deve affrontare i problemi della vita di tutti i giorni: il divorzio, un figlio difficile, una relazione sentimentale pericolosa.

In bilico tra raffinata introspezione psicologica e lucida efferatezza, la trama intessuta dal duo Eriksson-Sundquist scandaglia uno dei misteri più cupi e innominabili dell’animo umano: fino a che punto il male e la sofferenza possono sconvolgere la nostra vita? 

"L’incubo arriva a Stoccolma indossando un cappotto blu cobalto, una tonalità più scura del cielo che ogni sera ricopre Djurgarden e la baia di Ladugardslandviken. Ha i capelli chiari, gli occhi blu e una borsetta in spalla. Le scarpe troppo piccole sono rosse e sfregano contro i talloni, ma ci ha fatto l’abitudine e quelle abrasioni ormai fanno parte della sua personalità. Il dolore la tiene sveglia. Sa che se solo potesse perdonare sarebbe libera, lei e quelli a cui concederebbe la grazia. Per molti anni ha cercato di dimenticare, ma non ci è mai riuscita. Ora non se ne rende conto, ma la sua vendetta è come una reazione a catena."

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su