Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibile per la spedizione
entro 5 giorni lavorativi
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 18 punti Gratitudine!


Uno Due Tre Liberi Tutti!

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Il mondo dei grandi, visto con gli occhi di un ragazzino, appare surreale e insensato. Uno scherzo si trasforma in un colossale equivoco e mette a nudo la debolezza di alcuni rapporti e la forza dei legami veri.

Sandro voleva solo giocare uno scherzetto ai grandi, sempre così presi dalle loro cose importanti. Si nasconde in un armadio e poi, di nascosto, esce di casa. È convinto che gli altri nemmeno se ne accorgano. O forse è curioso di stare a vedere che cosa succede, senza essere visto. Ma il gioco diventa grande e troppo appassionante perché si possa interromperlo, si trasforma in un gigantesco nascondino fino a quando qualcuno grida... Uno due tre liberi tutti!

La distrazione degli adulti - presi dalle proprie faccende lavorative e da problemi personali di frivola importanza - e il sistema della comunicazione mass-mediatica che si sostituisce alla realtà amplificandola e in parte distorcendola sono al centro della storia di Sandro, che si nasconde in un armadio, poi esce di casa e diventa un bambino rapito. Sandro guarda incredulo i grandi che preferiscono vivere in un sistema di segni e interpretazioni imposti dalla televisione e dai giornali e ne rivela la dinamica paradossale che si esprime al massimo quando entra nel bar sottocasa e non viene riconosciuto dalla barista che sta seguendo un programma televisivo che lo riguarda.

"È un afoso pomeriggio di luglio, un martedì qualunque. Sandro sta litigando con sua sorella, come al solito. Luisa ha sei anni, denti da latte e da pescecane: gli sta mordendo il braccio per fargli mollare il telecomando. Luisa è furiosa perché suo fratello, mentre lei stava guardando i cartoni animati, gliel'ha strappato di mano e ha cambiato canale. Sandro di anni ne ha nove, a settembre andrà in quinta elementare, quella è roba per bambini piccoli, inguardabile per uno della sua età. E poi lui da grande vuole fare il biologo marino e non può assolutamente perdersi il documentario sugli squali bianchi che danno alle quattro su Rai Tre."

Età consigliata di lettura: dai 10 anni.

AUTORE

Caterina Bonvicini (Firenze, 27 novembre 1974) è una scrittrice italiana. Vive e lavora a Roma; si è laureata in Lettere Moderne all'Università di Bologna, città nella quale è cresciuta, trasferendosi poi a Torino, dove ha lavorato per la casa editrice Einaudi. Nel 2003, con il romanzo Di corsa pubblicato da Einaudi, si aggiudica il Premio Fiesole Narrativa Under 40. Nel 2004 ha pubblicato i racconti Corpo, ricorda nella raccolta Principesse azzurre 2. Racconti d'amore e di vita di donne tra donne curata da Delia Vaccarello per Mondadori, e Con l'unghia raspavano la terra nella raccolta Ragazze che dovresti conoscere. The Sex Anthology, curata da Simona Vinci per Enaudi. Con Uno due tre liberi tutti!, un libro per ragazzi illustrato da Allegra Agliardi, pubblicato da Feltrinelli nel 2006, si aggiudica nel 2007 il Premio "Passaparola" della Biblioteca Comunale di Terranuova Bracciolini e il Premio "Scelto da noi" della Biblioteca Comunale "G. Badii" di Massa Marittima. Con il romanzo L'equilibrio degli squali, pubblicato da Garzanti nel 2008, ha vinto nello stesso anno il Premio Rapallo Carige per la donna scrittrice, il Premio Fregene per la narrativa e il Premio letterario Frignano, ed è finalista al Premio Stresa di Narrativa.

NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su