L'uomo, Sintesi Armonica delle Attività Creatrici Universali - Rudolf Steiner

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

L'uomo, Sintesi Armonica delle Attività Creatrici Universali

 
L'uomo, Sintesi Armonica delle Attività Creatrici Universali

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

12 conferenze 
Dornach, 19 ottobre - 11 novembre 1923

I nessi fra universo, terra, uomo, fenomeni naturali, animali, piante e spiriti elementari. Malattia e guarigione. L'antroposofia per la pedagogia e la medicina.

INDICE:

PARTE PRIMA

I NESSI DELL'UOMO CON LE CONDIZIONI COSMICHE,
LE CONDIZIONI TERRESTRI E IL MONDO ANIMALE

Prima conferenza Dornach, 19 ottobre 1923
L'uomo come microcosmo. Forze formatrici e plasmatrici. Gli uccelli. L'uomo quale sintesi di aquila, leone e toro. Corrispondenze dell'elemento umano interiore con ciò che si trova fuori nel cosmo. L'elemento artistico come fondamento per avvicinare la natura e come principio conoscitivo.

Seconda conferenza Dornach, 20 ottobre 1923
Atmosfera compenetrata di luminosità solare e zodiaco. Le regioni dell'universo. I rapporti fra uomo e sistema planetario. I tre richiami. I richiami di seduzione. La legge delle vibrazioni. Gli insegnamenti dei tre animali: iscrizioni cosmiche. I tre detti dell'uomo: pareggio delle unilateralità, spiritualizzazione della cultura meccanicizzata. Simbolismo cosmico.

Terza conferenza Dornach, 21 ottobre 1923
Sostanza fisica della terra e sostanza spirituale dell'anima. Forze spirituali e fisico-terrestri. L'uomo come essere fisico-spirituale negli elementi sostanziali e dinamici. L'indebitamento karmico dell'uomo di fronte alla terra. Il pareggio dato dalle entità cosmiche. Forze cosmiche nella formazione degli animali. L'enigma cosmico da tre animali.

PARTE SECONDA

LA CONNESSIONE INTERNA FRA I FENOMENI
E GLI ESSERI DEL MONDO


Quarta conferenza Dornach, 26 ottobre 1923
Le metamorfosi dell'evoluzione terrestre e le conseguenze nell'attuale evoluzione terrestre. Le forze cosmiche nel mondo degli insetti. La natura delle farfalle e l'essere delle piante. La necessaria metamorfosi di pensieri astratti in elementi artistici. Il movimento artistico deve penetrare nei pensieri astratti.

Quinta conferenza Dornach, 27 ottobre 1923
Spiritualizzazione della materia attraverso le farfalle e gli uccelli. Economia cosmica. Luce spirituale di farfalle e uccelli. Leggerezza e calore degli uccelli, pesantezza crepuscolare dei pipistrelli e loro paura cosmica. Eliminazione della loro materia spirituale come nutrimento del drago. La protezione per l'uomo nell'impulso di Michele.

Sesta conferenza Dornach, 28 ottobre 1923
La differenza fra lo sviluppo cosmico dell'uomo e degli animali superiori. Le diverse classi di animali si formano con lo sviluppo dell'uomo. La partecipazione della terra alla vita cosmica. Rettili e pesci. L'uomo in rapporto con gli animali. Il ponte verso il regno delle piante. Il significato dell'elemento minerale.

PARTE TERZA

IL MONDO VEGETALE
E GLI SPIRITI ELEMENTARI DELLA NATURA


Settima conferenza Dornach, 2 novembre 1923
L'esistenza vegetale. Gli spiriti delle radici, dell'acqua, dell'aria e del fuoco. Il loro lavoro alle piante. L'irraggiare nello spazio cosmico dell'elemento fisico compenetrato di spirito. Il processo spirituale della crescita delle piante. Il compenetrarsi dell'azione fluente verso il basso e proveniente dalla forza di amore e sacrificio con la forza di gravità fluente verso l'alto.

Ottava conferenza Dornach, 3 novembre 1923
L'antipatia degli gnomi verso gli animali inferiori, di fronte ai quali essi sono un completamento verso l'alto verso il lato del capo. La desta forza di osservazione degli gnomi. Le ondine come esseri che completano i pesci e gli anfibi superiori. Le silfidi come completamento verso l'altro lato, verso il basso, degli uccelli. Gli esseri del fuoco come completamento della natura delle farfalle. Esseri elementari di natura cattiva e buona, le loro forze di costruzione e distruzione; lo spostamento delle sfere.

Nona conferenza Dornach, 4 novembre 1923
La percezione e l'esperienza degli esseri elementari della natura. Le loro parole cosmiche, risonanti con sfumature diverse dall'insieme di esseri innumerevoli. È l'ultimo risuonare della parola cosmica che crea, forma e plasma. L'uomo è una consonanza di quella parola cosmica.

PARTE QUARTA

I MISTERI DELL'ORGANIZZAZIONE UMANA


Decima conferenza Dornach, 9 novembre 1923
Processi del ricambio e della circolazione. Malattie e processi di guarigione. Arte pedagogica e terapia.

Undicesima conferenza Dornach, 10 novembre 1923
L'assunzione dell'elemento minerale nell'uomo e la sua trasformazione in etere di calore. Dall'uomo, in un modo conforme all'uomo, le forze salgono verso le gerarchie superiori. Il mondo vegetale è lo specchio esterno come natura della coscienza morale umana. La spiritualizzazione dell'elemento vegetale nell'assunzione da parte dell'organismo umano. La configurazione del nutrimento vegetale nell'animale.

Dodicesima conferenza Dornach, 11 novembre 1923
Le sorgenti dell'elemento morale e spirituale nell'umanità: comprensione umana e amore umano. Freddezza morale e odio morale nell'immagine fisica dell'uomo. Il lavoro delle gerarchie alla trasformazione della figura spirituale dell'uomo.

AUTORE

Rudolf Steiner

Rudolf Steiner è stato un filosofo, architetto e riformista austriaco. E’ stato il fondatore dell’antroposofia, una corrente esoterica che mischia diversi dettami della scuola teosofica e filosofico - idealista tedesca del tempo. Sin dai primi anni della sua formazione culturale, Steiner ambì a trovare la sintesi perfetta tra misticismo e scienza.

Questa ricerca continua lo portò, dopo aver conseguito il dottorato, a trasferirsi da Vienna a Weimar per lavorare al Goethe und Schiller Archiv, l’archivio Goethe. Questo lavoro gli permise di pubblicare il saggio “Introduzione agli Scritti Scientifici di Goethe” e di maturare la sua personale visione del mondo.

Continua a leggere

Nel 1894, pubblicò il suo saggio più importante, “La Filosofia della Libertà”, che proponeva un concetto rivoluzionario per l’epoca: la scoperta che il pensiero può portare alla realizzazione dello spirito del mondo.

Il tomo non raggiunse molto successo ma Steiner aveva creato una solida base per la conoscenza dello spirito, e si sentiva in grado di portare avanti le sue ricerche in questo campo senza alcuna remora. Inoltre, il lavoro su “La Filosofia della Libertà” gli permise di sciogliere una serie d’enigmi sull'esistenza che lo perseguitavano da tempo.

Le intuizioni contenute in “La Filosofia della Libertà” sono alla base dell’eredità di Steiner e hanno contributo in modo essenziale allo sviluppo delle scienze moderne. In particolare della Medicina. A Steiner, infatti, si deve il movimento della scuola Waldorf, che ha creato un approccio educativo basato sulla comprensione e l’amore.

Oggi, le scuole Waldorf sono in tutto il mondo.

Nascondi
Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 14 agosto 2014 Acquistato sul Giardino dei Libri

bellissimo libro che per capire a fondo avrò bisogno di rileggere. per quanto mi riguarda i testi di Steiner sono sempre di altissimo contenuto ma ho la necessità di leggerli un po alla volta, assimilare quanto letto e poi andare avanti.

Commenta questa recensione

Banner spedizioni SX - 29 euro
QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA
Pagamenti accettati
Trustpilot
Hai bisogno di aiuto? clicca qui