Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 29 punti Gratitudine!


Una Valle di Misteri

I Templari e una serie di enigmi che risalgono alla notte dei tempi

 
-15%

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Tre paesi a poca distanza uno dall’altro, in cui si tramandano strane leggende che hanno troppi punti di contatto tra loro – e con il mistero di Rennes-le-Château – per parlare di caso.

Altare è un paesino in provincia di Savona che nella seconda metà dell’Ottocento ha visto arrivare un povero parroco, diventato in breve tempo ricchissimo e tanto rispettato da essere visitato da re e papi, mentre fiorivano i rapporti commerciali con le zone un tempo controllate dai Templari.

Nella chiesa di Saliceto la Via Crucis è collocata al contrario, e in alcune stazioni il protagonista non è Cristo ma la dea Minerva, accompagnata da un nano deforme.

Nella vicina cappella di San Martino non c’è traccia del santo e del tesoro che si dice sia stato sepolto nella cripta, ma le pareti sono affrescate con inquietanti cavalli che ridono.

A Cengio un Cristo dipinto indica l’entrata di una grotta nella quale si celebravano i rituali dedicati a Mitra.

L’autore indaga queste ed altre anomalie, nel tentativo di ricostruire la storia della «valle dei misteri».

INDICE

Prefazione di Marco Berry

Introduzione

Presentazione

  • L'Irlanda a Piana Crixia Rocchetta di Cairo
  • I Templari. Una parola di otto lettere che vale un intero alfabeto di misteri
  • Altare
  • Cengio Alto
  • Saliceto
  • Conclusione

APPENDICE

  • Moncrescente... crescente come il suo mistero

Ringraziamenti

Bibliografia

AUTORE

Giorgio Baietti è laureato in Lettere e in Sociologia, insegnante e giornalista, direttore responsabile del periodico "Dimore" con sede a Roma. Nel 1986, leggendo un manoscritto, ha avuto una folgorazione sulla via di Genova (città dove studiava), coniugando per sempre il proprio nome con quello di Rennes le Chateau, villaggio francese dei misteri, a cui ha dedicato una serie di saggi, una guida, un racconto e un romanzo (I guardiani del tempo, ed. Piemme). Da allora in poi è stato tutto un susseguirsi di incontri, conferenze e seminari in tutta Italia (Svizzera e San Marino compresi) che hanno convinto molte persone ad ammalarsi dello stesso virus, a comprare i succitati testi (per fortuna) e a compiere pellegrinaggi verso la Francia. Ultimamente si è dedicato a fenomeni nostrani ed ha trovato in Piemonte e in Toscana alcune località degne di essere studiate, analizzate, amate. In attesa di propagandarne alle italiche genti (Svizzera e San Marino compresi) le meraviglie e le gesta, ha scritto questo libro con lo scopo di lasciare un segno per i posteri, illustrare le figure altissime dei due protagonisti, lanciare un messaggio di pace e di amore universale e, magari, venderne qualche copia, così, giusto per assaporare l'ineffabile profumo delle gioie terrene.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA