Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

Il Vangelo Secondo Valtorta - Volume Secondo - Parte A e B

 
-15%

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 3,40 invece di 4,00 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • 32 + 28
  • Formato: 2 fascicoli 15x21
  • Anno: 2016

  • Sconto

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Il secondo volume dell'Evangelo come mi è stato rivelato (1) è composto da 81 capitoli i cui argomenti più importanti sono le prime lezioni ai discepoli, la spiegazione dei dieci comandamenti, il bisogno dell'aiuto di Dio nelle persecuzioni, la dura condizione dei contadini di certi farisei e la chiamata alle donne discepole.

(1) Maria Valtorta era una mistica vissuta dal 1897 al 1964 a Viareggio.

Testimoniava di aver avuto messaggi da Gesù e dalla Madonna e molte visioni di episodi evangelici, che sono sconosciuti al pubblico.

Mentre i quattro vangeli tradizionali raggiungono complessivamente, sì e no, cinquanta pagine in formato A4, L'evangelo come mi è stato rivelato della Valtorta è probabilmente costituito da circa duemiladuecento pagina complete.

Di conseguenza risulta faticoso leggerlo nella versione integrale. Questi fascicoli rappresentano la sintesi di tale opera, trascurando i fatti meno importanti, le superflue descrizioni di paesaggi e sostituendo le conclusioni rilevanti dal punto di vista educativo ai dialoghi tra Gesù e gli apostoli o le risposte del Maestro alle domande della folla.

Ai nostri giorni non è più scusabile l'ignoranza del Vangelo, poiché il progresso economico ora lascia alquanto tempo libero, che spesso è sprecato interamente in svaghi, parole crociate, ecc.

Dio vorrebbe portare tutti gli uomini con Sé, ma non accetta quelli che - nell'illusione che basti non avere derubato né ucciso alcuno per salvarsi l'anima - preferiscono i piaceri della vita all'osservanza dei Suoi Comandamenti.

 

Meglio, dunque, conoscere la Sua volontà prima che sia troppo tardi e nessuno può spiegarcela meglio di Gesù in persona.

Dall'introduzione:

Andando dai pastori. I gioielli di Aglae e una parabola sulla sua conversione.

Isacco dice a Gesù Aglae l’ha fatto chiamare in nome Suo perché voleva parlargli.

E lui è andato ma, per prudenza, ha fornito solo poche informazioni, cioè che Gesù era un maestro che va insegnando per Palestina, un uomo povero, semplice, un operaio fatto sapiente dalla Sapienza.

E Gesù ha risposto che aveva fatto bene, ma Giuda ha detto che doveva piuttosto dire che Gesù è il Messia, e che è il Re del mondo e così schiacciare la romana, sotto il fulgore di Dio.

E vorrebbe andare lui con Giovanni che però non accetta, salvo che glielo dica il Maestro, che dice perentoriamente a tutti di no poiché Aglae ha già ricevuto quanto le occorreva per cominciare l’opera della prima purificazione.

Ora sta a lei eseguirla ed è bene non disturbarla con la curiosità, zeli inconsulti, intransigenze o eccessive pietà.

Anzi a scanso di tentazioni del genere, Gesù ordina di partire tutti subito.

Elia dice di aver parlato con il popolo di Ebron ma essi non credono e vogliono solo Giovanni Battista che è il loro “santo”.

Gesù risponde che è un peccato comune a molti paesi e credenti, di guardare l’operaio anziché il padrone che ha mandato l’operaio. Quest’ultimo può intercedere ma è solo il padrone che può concedere.

AUTORE

Oirit Asor ha trovato interessante e stimolante quest'opera e per non dover faticosamente rileggere l'originale se ne sta facendo dei riassunti. Poi ha pensato che la loro pubblicazione potrebbe essere utile e gradita anche ad altri.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su