Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibile per la spedizione
entro 5 giorni lavorativi
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 32 punti Gratitudine!


Ventotto Domande per Affrontare il Futuro

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 16,00
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 465
  • Formato: 13,5x21
  • Anno: 2015

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

In questo singolare e modernissimo trattato Theodore Zeldin prende l’avvio da una constatazione in apparenza molto semplice: qual è il meglio che la vita può offrirci nel nostro mondo attuale, così iniquo, violento, inquinato e corrotto? E cosa possiamo fare come individui, coppie, collettività per immaginare una nuova arte del vivere?

Tale ricerca ha a che fare con il piacere, con i piaceri smarriti a causa della vita abitudinaria, della pigrizia intellettuale, della mancanza di desideri. Per riscoprirli Zeldin non possiede una ricetta infallibile, ma propone un metodo, un orientamento, che ha nella curiosità, nella sorpresa, nella capacità di aprirsi al dialogo e alle idee la sua ragion d’essere. La sua indagine prende molteplici forme, evita le costrizioni di una disciplina, e si presenta di volta in volta come un manuale di economia, un discorso sull’amore contemporaneo, un saggio di filosofia esistenziale, uno zibaldone di pensieri illuminanti. Perché per Zeldin tutta la vita è nelle idee, e l’intelligenza sta nella costante esplorazione dei nostri limiti e delle nostre capacità.

Le sue riflessioni collezionano aneddoti e provocazioni inaspettate, fulminei slanci nel futuro, inedite incursioni nel passato e nella storia, e sono organizzate in una serie di inusuali domande: «A che scopo lavorare tanto?»; «Esistono modi più divertenti per guadagnarsi da vivere?»; «È sufficiente restare giovani dentro per non invecchiare?»; «Cosa può dire il povero al ricco?»; «Cosa potrebbe dire il ricco al povero?». I capitoli iniziano con la voce di una persona che proviene da un’epoca e da una civiltà diversa e che risponde con il racconto della propria esperienza alle grandi decisioni che ognuno nel corso della vita è tenuto a prendere. La storia per Zeldin diventa così non solo la testimonianza di ciò che è accaduto e del perché è accaduto ma soprattutto uno strumento per provocare l’immaginazione e affrontare il futuro. La nostra felicità, le nostre opportunità, risiedono allora proprio in questa scintilla, nella capacità di stimolare e scatenare un’idea nuova, e di lavorare per realizzarla.

Ogni domanda, ogni risposta, creano l’occasione per una riflessione, e sono un invito al dialogo. Prima silenzioso, con l’autore, con le pagine che ha scritto, poi con noi stessi e con gli altri. In questa possibilità di una conversazione stanno secondo lo studioso inglese i semi della felicità: se sapremo dire cose mai dette, forse saremo in grado di immaginare un futuro migliore.

AUTORE

Theodore Zeldin, studioso eccentrico dell’Università di Oxford, consigliere del Brains Trust della BBC, è stato inserito dall’«Independent on Sunday» nella lista delle quaranta personalità di oggi le cui idee potranno influenzare il nuovo millennio. Ha scritto diverse opere sull’evoluzione dei sentimenti e delle passioni nel corso delle epoche storiche, in nazioni e civilizzazioni diverse, tra cui A History of French Passions, The French, Happiness, An Intimate History of Humanity, best seller internazionali tradotti in oltre venti lingue. I suoi libri sulla Francia lo hanno fatto definire «un moderno Balzac», ed è stato eletto Cavaliere della Legion d’onore. Sellerio ha pubblicato La conversazione. Di come i discorsi possano cambiarci la vita (2002) e Ventotto domande per affrontare il futuro Un nuovo modo per ricordare il passato e immaginare l’avvenire (2015).

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su