Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 18 punti Gratitudine!


Visioni in punto di Morte

Esperienze psichiche dei morenti

 
-15%

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Un classico della ricerca psichica che evidenzia l'obiettività e la realtà delle visioni dei morenti avvalendosi di analisi approfondite.

L'autore che fu uno scienziato e uno dei fondatori della moderna parapsicologia, non trascura di evidenziare alcun elemento che vaga a confermare la realtà e l'obiettività dei fenomeni, la loro ampia diffusione e gli elementi che possono metterne in luce l'autenticità mediante analisi approfondite dei casi esaminati.

AUTORE

William Barrett (1844-1925) -  Professore di fisica alla Royal College of Science for Dublin dal 1873 al 1910, si distinse tra i primi ricercatori psichici. Infatti, fu proprio Barrett che per primo avviò la fusione tra la società inglese ed americana della Society for Psychical Research. Gli studi sulla trance ipnotica destarono la sua curiosità in particolare per quei fenomeni fisici dello spiritismo. Ha incominciato le sue prime indagini nel 1874. Due anni più tardi presentò un saggio su Alcuni Fenomeni connessi con gli Stati Anormali della Mente alla British Association for the Advancement of Science. La Biological Committee (Comitato per la Biologia) lo rifiutò e la sottosessione all'Antropologia lo accettò soltanto a seguito del voto decisivo del suo presidente Dott. Alfred Russel Wallace. Il saggio conteneva un'esposizione degli esperimenti sulla telepatia, la cui esistenza considerava provata, affermando che il modo per comunicare si può probabilmente spiegare attraverso una qualche forma di induzione nervosa. Per quanto riguarda i fenomeni fisici, era propenso ad attribuire quelli più meravigliosi (levitazione, incombustibilità) alla allucinazione. Ma egli stesso ha dichiarato di aver assistito ai raps (colpi secchi medianici) in pieno giorno, all'aperto e in condizioni che rendevano impossibile In conclusione egli sollecitò la nomina di un comitato sull'ipnotismo e sullo spiritismo. Sir William Crookes, il Dott. Alfred Russel Wallace, Lord Rayleigh e Col. Lane Fox assecondarono la mozione, ma probabilmente a causa dell'emozione prodotta dallo scandalo di Lankester Slade - non venne intrapresa alcuna azione. Nel gennaio 1882 Barrett invocò una conferenza negli uffici della British National Association of Spiritualists. Proprio questa conferenza segnò la nascita della Society for Psychical Research (Società per la Ricerca Psichica). Una visita negli Stati Uniti d'America nel 1885 offrì l'occasione per la fondazione della S.P.R. americana. La sua teoria sull'allucinazione, per quanto riguarda i fenomeni psichici più rilevanti, venne presto accantonata. Ebbe modo di sperimentare con medium che erano tra i suoi intimi amici, i quali erano al di sopra di ogni sospetto e poté sperimentare anche con la luce del giorno. La signorina Florrie Clark e il Lauders, un fotografo professionista di Dublino e la sua nipote, furono i principali strumenti nel convincerlo dell'errore della sua precedente teoria.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 5 ottobre 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

molto bello. un libro di cui avevo molto sentito parlare e che avevo sempre visto citato da altri autori che scrivono sull argomento.Ha soddisfatto tutte le mie aspettative. lo custodirò gelosamente nella mia biblioteca.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su