Giorni 00
Ore 00
Min. 00
Sec. 00

Spedizione Gratuita 24h con corriere espresso per ordini di almeno 29€   -   Contrassegno Gratuito: pagherai al momento della consegna senza nessun supplemento

-15%
Vivere Semplice

  Clicca per ingrandire

Vivere Semplice

Come spendere bene quel poco che ci è rimasto ed essere felici

Antonio Mazza

  • Prezzo: € 10,20 invece di € 12,00 sconto 15%

  • Disponibile per la spedizione entro 5 giorni lavorativi

Questo libro si rivolge al pubblico ormai vastissimo di quanti non sopportano più di barattare la propria esistenza e la propria felicità con il mito del consumo a tutti i costi. Non si tratta di... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni 11 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Numero verde   800 135 977

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

Questo libro si rivolge al pubblico ormai vastissimo di quanti non sopportano più di barattare la propria esistenza e la propria felicità con il mito del consumo a tutti i costi. Non si tratta di tirare la cinghia, ma di consumare in modo umano e intelligente: una scelta che cambia la vita, qui e ora!

Perché abbiamo la cronica impressione che «i soldi oggi non bastano mai?» La risposta è che siamo schiavi di un modello mentale economistico che ci ha trasformato in servi del lusso, del superfluo, dell'apparire invece che dell'essere. L'Euro ci ha dato il «colpo di grazia» e ormai, bastonati dalle tasse e bombardati dalla pubblicità, tutti sentiamo il bisogno di sperimentare strategie di risparmio individuali, semplici, «domestiche», che eliminando i consumi superflui sappiano comunque garantire una buona qualità della vita.

Dettagli Libro

Editore Castelvecchi Edizioni
Anno Pubblicazione 2006
Formato Libro - Pagine: 240 - 12x20cm
EAN13 9788876151439
Lo trovi in: Attualità

Autore

Antonio Mazza (Roma, 1942), giornalista dal 1968, con articoli a tutto campo, da «Il Tempo», «La Gazzetta», «L'Informazione» «La Stampa» a giornali alternativi. A un certo punto una svolta verso la felicità e una dimensione più realizzata e umana: il vivere semplice, come ribellione che nasce dall'interno dell'individuo e ne rimette in gioco la dignità.

Torna su
Caricamento in Corso...