Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 33 punti Gratitudine!


Wall Street e la Legge Morale

Come e perché l’economia non può fare a meno dell’etica

 
-15%

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 16,15 invece di 19,00 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 255
  • Formato: 14x21
  • Anno: 2016

  • Sconto

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

In questo libro si apre una riflessione a tutto campo che invita gli attori economici a chiedersi non solo che cosa sia più vantaggioso, ma che cosa sia più giusto fare.

Questa domanda fondamentale viene via via declinata in interrogativi più specifici:

  • è vero che tutto può essere comprato e venduto?
  • Bene e utile coincidono?
  • L'interesse di chi bisogna perseguire nella propria iniziativa imprenditoriale?
  • L'avidità è il motore del progresso oppure un vizio?
  • In quale misura sono accettabili le diseguaglianze economico-sociali?
  • Che tipo di uomo vuole essere il businessman?
  • Quale rapporto ha la ricchezza con la felicità?
  • Quali valori sono in gioco nell'attività economica?
  • Che cosa si intende per sviluppo, e lo sviluppo di chi si deve ricercare?

Lungo questo percorso, a segnare i punti fermi del ragionamento, si ritrovano alcuni imperativi morali, che intendono offrire un orientamento per capire come rendere eticamente corretto il proprio agire economico.

Da questa prospettiva l'etica e l'economia non sono discipline separate o addirittura in competizione tra loro, ma modalità di intervento sulla realtà in dialogo e mutua collaborazione, entrambe dirette verso il «bene», concetto che è tanto più urgente riscoprire quanto più oggi suona fuori moda e privo di significato.

E se un giorno chi detiene le chiavi dell'economia mondiale prendesse le sue decisioni non solo ricercando il profitto, ma lasciandosi guidare da principi morali universali? Forse il benessere sarebbe più diffuso e nei momenti di crisi alla fine si conterebbero meno vittime...

Questa prospettiva è decisamente di là da realizzarsi. Ciò non toglie che si possa cominciare a porre le basi ideali per una fondazione morale dell'economia, che abbia al suo centro l'attenzione per l'uomo e - esigenza non più rinviabile - la cura dell'ambiente.

AUTORE

Giovanni Piazza è docente di Storia e Filosofia nella scuola secondaria di secondo grado.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su