Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 22 punti Gratitudine!


Yoga per Te

Una guida pratica e illustrata per avvicinarsi allo yoga anche a casa!

 
-15%

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 10,97 invece di 12,90 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 144
  • Formato: 19,5x23,5
  • Contiene oltre 250 illustrazioni a colori
  • Anno: 2013-2015

  • Sconto

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Yoga per te è una guida completa, pratica e illustrata che ti aiuterà a raggiungere e a mantenere il benessere psicofisico, combinando la pratica yoga con un sano stile di vita.

I movimenti e le posizioni che ti propone provengono da antichissime e straordinarie tradizioni culturali che costituiscono un valido aiuto nell’affrontare lo stress e le tensioni della vita quotidiana dei nostri giorni.

Pose yoga

Potrai sviluppare e personalizzare la tua pratica yoga grazie alle descrizioni dettagliate e ai consigli preziosi dell’autrice su come esercitarti in modo sicuro e progressivo con le diverse posture e con gli esercizi di respirazione.

Questo manuale, così chiaro e semplice, non tralascia nemmeno gli aspetti più filosofici e spirituali dello yoga e delle sue antiche radici indiane, che vengono trattati in maniera esaustiva e coinvolgente. Verrai accompagnato nell’affascinante mondo dei nostri centri energetici, attraverso un percorso che ti porterà a scoprire i nadi e i chakra del tuo corpo: un viaggio di “ritorno”, dall’esterno all’interno, alla riscoperta della tua interiorità.

angolo esteso

Il volume affronta le tematiche più diverse:

  • I diversi tipi di yoga;
  • Come scegliere un insegnante e come lavorare sotto la sua guida;
  • Come iniziare a praticare lo yoga a casa tua;
  • Le sequenze di posizioni e movimenti;
  • Come praticare lo yoga con un partner;
  • Imparare a meditare.

INDICE

Come usare questo libro

introduzione

Capitolo 1: l’arte dell’unione

  • che cos’è lo yoga?
  • i testi dello yoga
  • gli Yogasutra di Patanjali
  • il prana e il corpo sottile
  • i centri energetici del corpo
  • lo yoga oggi

Capitolo 2: la dieta yoga

  • l’influenza dei tre guna
  • la dieta nella pratica
  • acqua: la fonte della vita
  • digiunare per la salute

Capitolo 3: comprendere la postura

  • come iniziare la pratica delle asana
  • gli stili dello yoga
  • come trovare un corso di yoga
  • la pratica autonoma
  • come superare i problemi

Capitolo 4: le posture

  • la montagna
  • il piegamento in avanti in piedi
  • il triangolo
  • estensione sul fianco
  • piegamento in avanti
  • l’angolo esteso
  • posizioni del guerriero
  • il cane a testa in giù
  • il cane a testa in su
  • l’albero
  • l’aquila
  • la mezza luna
  • il bambino
  • il cammello
  • il muso di mucca
  • allungare le gambe da seduti
  • piegamento in avanti da seduti
  • il cobra
  • il sarto
  • il mezzo loto
  • piegamento delle gambe sul petto
  • il ponte
  • tre torsioni
  • il piccione
  • l’eroe coricato
  • la ruota
  • il corvo
  • la verticale sulla fronte
  • l’aratro e la candela
  • il pesce
  • il cadavere

Capitolo 5: sequenze di asana

  • sequenza energizzante del mattino
  • sequenza della sera
  • sequenza dolce
  • sequenza intensa
  • saluto al sole
  • per concludere la pratica

Capitolo 6: il soffio vitale

  • il pranayama: controllo del respiro
  • gli effetti del pranayama
  • esercizi di pranayama

Capitolo 7: la meditazione

  • comprendere la meditazione
  • postura per la meditazione
  • tecniche di meditazione

Capitolo 8: yoga con un partner

  • le posture con un partner
  • conclusione
  • yoga per disturbi frequenti

APPROFONDIMENTI

Dal Capitolo 1 - L’arte dell’unione:

"I centri energetici del corpo.

Come il prana e le nadi (vedi pagg. 20–23), i chakra non sono facilmente conciliabili con la concezione occidentale dell’anatomia e della fisiologia. Sono ubicati nel corpo sottile (vedi pag. 21), ma hanno anche uno stretto legame con il corpo fisico, e coincidono con la posizione dei plessi nervosi (reti nervose) lungo la spina dorsale. Nel corpo sottile sono situati nei punti di intersezione delle tre nadi principali: pingala, ida e sushumna.

Ruote di luce.

La parola “chakra” significa ruota. Nei punti in cui sono ubicati i chakra, il prana che fluisce nelle nadi ruota formando vortici intensamente luminosi detti “ruote di luce”. Si dice che i chakra della maggior parte di noi esistano come piccoli cerchi fievoli, mentre quelli di un praticante dovrebbero essere luminosi e vibranti di energia. Benché i chakra siano parte dell’anatomia sottile e non siano visibili all’occhio umano, con la pratica dello yoga si può diventare molto sensibili alla loro energia. Infatti, l’esperienza dei chakra mediante la pratica yogica è probabilmente il miglior percorso per comprenderli davvero.

In determinati punti, lungo la linea mediana del corpo, ci sono centri energetici noti come chakra. Ognuno
di essi, raffigurato nella forma di un fiore di loto, ha una particolare serie di caratteristiche. I chakra sono
anche associati a particolari animali, divinità e aree di influenza. Lo yoga aiuta a sviluppare la consapevolezza
dei chakra e fa sì che vi affluisca l’energia.

Caratteristiche dei chakra.

Ogni chakra ha le sue proprietà peculiari, ed è associato a una specifica parte del corpo (e rete nervosa), a una forma, un elemento, un colore, un mantra scritto sui petali, un mantra “seme” (bija) e un siddhi (potere speciale). Perfino il numero e il colore dei petali nel simbolico fiore di loto è specifico per ogni chakra. Nella tradizione yoga indù ognuno di essi è associato a una divinità.

Altre tradizioni li collegano a pietre preziose, segni astrologici e piante. La precisa natura e il numero dei chakra varia a seconda del particolare testo o della tradizione che si consulta. Nel buddismo tibetano, ad esempio, ci sono solo cinque chakra; altri testi yogici ne indicano dodici o più, rappresentati dai fiori di loto con milioni o addirittura miliardi di petali.

La maggior parte delle tradizioni, comunque, sostiene che ci siano sei chakra, più il sahasrara alla sommità del capo (pur riferendoci a quest’ultimo come a un chakra, in senso stretto si tratta di un punto posto sulla corona alla sommità del capo, o al di sopra di essa, in corrispondenza del quale trascendiamo l’esistenza fisica). 

Come la pratica yoga influenza i chakra.

Praticando le intense flessioni e torsioni dello yoga si libera il prana nelle nadi e nei chakra e lo si fa circolare facilmente. L’equilibrio del prana che scorre nel corpo senza ostruzioni ha un effetto positivo sulla nostra salute fisica ed emozionale. Durante la pratica yoga ci si può concentrare su determinati chakra per incrementarne l’energia. La pratica yogica favorisce il risveglio e la risalita dell’energia kundalini (vedi pag. 23) lungo la nadi centrale (sushumna). Via via che l’energia raggiunge i vari chakra, lo yogi sperimenta un particolare stato spirituale.

Questo processo potrà richiedere vari anni, con la kundalini che alterna la risalita alla caduta prima di raggiungere la sua destinazione. Gli insegnamenti yoga suggeriscono che, man a mano che l’energia si innalza al livello di ogni chakra, lo yogi può acquisire poteri detti siddhi: il siddhi associato all’ajna chakra, ad esempio, è la telepatia. Piuttosto che sfruttare questi poteri, lo yogi dovrà usarli con misura e moderazione per ottenere l’illuminazione.

Meditazione sui Chakra.

Visualizzare i chakra rappresenta un aiuto per la meditazione (vedi Capitolo 7), e un buon metodo per “sintonizzarsi” con la propria energia e trarne benefici. Meditare sul muladhara (in corrispondenza del perineo), per esempio, permette di rilasciare la tensione fisica ed emotiva e ottenere una buona salute. Durante la meditazione su un particolare chakra, cerca di visualizzarne il colore nel punto corrispondente del corpo (immagina una ruota luminosa che giri vorticosamente).

Ogni volta che inspirerai, immagina di attingere energia e di portarla in quel chakra; a ogni espirazione lascia che l’energia venga sprigionata dallo stesso chakra. Se preferisci usare i mantra durante la meditazione, ricorda che ogni chakra ha il suo mantra “seme” (bija) che può essere cantato o ripetuto in modo sommesso (sahasrara e ajna hanno lo stesso mantra “Om”). Anche i caratteri sanscriti che compaiono sui petali dei fiori di loto simbolici possono essere usati come mantra. Tutte le caratteristiche specifiche di ogni chakra sono indicate nella tabella che segue."

Tara Fraser

AUTORE

Tara Fraser ha ricevuto le prime lezioni di yoga insieme alla madre, all’età di sei anni. Ha poi studiato con molti insegnanti spaziando nelle varie tradizioni dello Hatha yoga, e ora insegna a livello internazionale. Tara è fondatrice e direttrice del centro Yoga Junction, nel nord di Londra, dove forma insegnanti e conduce laboratori e corsi. È tutor ufficiale del corso di qualifica del British Wheel of Yoga e fa parte della sua commissione didattica. Oltre a collaborare regolarmente con la rivista Yoga and Health, è autrice di diversi libri.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 27 luglio 2015

Lo yoga è una disciplina che cura tutto! Anzi è uno stile di vita che migliora la stessa.... ho fatto yoga la prima volta quando avevo 20 anni e ne sono rimasta affascinata dalla particolarità delle asane alle respirazioni alla dieta vegetariana insomma a tutto lo stile di vita che cambia in positivo.... Namastè

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su