Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 40 punti Gratitudine!


Lo Zen e l'Arte di far Muovere i Nostri Figli

Gioco, movimento, corretta alimentazione - Prevenzione e cura del sovrappeso infantile - Aspetti medici, psicologici, nutrizionali

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 19,90
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 208
  • Formato: 16x21,5
  • Anno: 2008

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

In questo libro gli autori spiegano ai genitori come motivare i propri figli al movimento attraverso due regole fondamentali:

  • interpretare lo sport come un gioco, come un’attività piacevole e istintiva;
  • dare, noi per primi, il buon esempio.

In questo modo lo sport potrà diventare parte integrante del loro futuro stile di vita in età adulta. I benefici dello sport infatti sono essenziali per una sana crescita fisica, psicologica e intellettiva.

Il tema del sovrappeso infantile è inoltre affrontato dal punto di vista medico e nutrizionale con il metodo della dieta GIFT (Gradualità, Individualità, Flessibilità, Tono), che permette di impostare in modo corretto l’alimentazione quotidiana di tutta la famiglia.

Siamo nati per muoverci. Il movimento fisico ci è indispensabile quanto il cibo, il respiro, il bisogno di sole e di luce. Senza movimento riceviamo dal nostro corpo segnali di malattia che si esprimono attraverso il sovrappeso, il rallentamento metabolico, la depressione. Sfortunatamente, però, conduciamo una vita sempre più sedentaria e sempre meno caratterizzata da attività libere e spontanee.

AUTORI

Luca Speciani, medico chirurgo dal 2010 (iscritto all’Ordine dei Medici di Monza e Brianza con il numero 3489), ma già laureato in Scienze Agrarie (e operante come alimentarista) fin dal 1986, si occupa da anni di medicina, alimentazione e agricoltura naturale. Nel 2013 completa il master biennale internazionale di specializzazione in “Nutrizione e dietetica”dell’Università di Ancona. Coautore di DietaGIFT, un approccio alimentare innovativo detto “di segnale”, basato sui segnali ipotalamici di ingrassamento e dimagrimento, ha sviluppato nel tempo un approccio terapeutico originale (detto “medicina di segnale”) che unisce movimento fisico, alimentazione, integrazione mente-corpo e minor uso possibile di farmaci, raccogliendo in parte l’eredità del padre Luigi Oreste, noto medico psicosomatista.

Attilio Speciani - Medico chirurgo, è specialista in Allergologia e Immunologia clinica e in Anestesiologia e Rianimazione, oltre che medico diplomato agopuntore. Da molti anni studia gli effetti dell'alimentazione sul sistema immunitario e aiuta le persone a riconquistare, spesso con maggiore efficacia dei farmaci, la salute e il benessere psicofisico con alimentazione personalizzata, corretta integrazione minerale-vitaminica e giusta attività fisica. La medicina naturale e la connessione con l'equilibrio mente-corpo sono profondamente radicati nella sua storia familiare, e la loro applicazione è oggi espressa in modo maturo ed evoluto nella sua pratica clinica. Da anni fa parte del Comitato Tecnico Scientifico (CTS) di Medicina Complementare della Regione Lombardia.

Pietro Trabucchi - E' uno psicologo che si occupa da sempre di prestazione sportiva, in particolare di discipline di resistenza. Ha seguito la Squadra nazionale di Sci nordico Torino 2006 e attualmente lavora con la Squadra nazione Vancouver 2010. Da molti anni opera con le Squadre nazionali di Triathlon. Autore di diversi libri, collabora con l’Università di Verona, con il Centro di ricerca in Bioingegneria e Scienze motorie dell’Università di Trento e con l’Istituto di Scienze dello Sport di Roma. Si è occupato di formazione in varie aziende sul tema della gestione dello stress. Appassionato di sport di resistenza e di alpinismo, per dimostrare la validità concreta delle sue teorie ha ultimato due volte l’Ultra Trail del Monte Bianco, ha scalato l’Everest dal versante Nord in occasione della spedizione «Everest Vitesse» e ha corso non-stop i 205 chilometri della Nove Colli Running.

NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su