Talk of Love “Sull’amore, se esiste” con Silvia Pernarella – Lunedì 26 ottobre 2020

  Clicca per ingrandire

Talk of Love “Sull’amore, se esiste” con Silvia Pernarella – Lunedì 26 ottobre 2020

Il ruolo dei sentimenti tra Shakespeare e i protagonisti dell’era biomediatica

Silvia Pernarella

  • Novità
  • Prezzo: € 10,00

    Articolo non soggetto a sconti

  • Scegli tra le versioni disponibili:

TALK OF LOVESull’amore, se esisteIl ruolo dei sentimenti tra Shakespeare e i protagonisti dell’era biomediaticaSerata con Silvia Pernarella (Live e diretta streaming) Quando: Lunedì 26 ottobre... continua

Ti è piaciuto questo articolo? Scrivi una recensione! Guadagni Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo

Quantità:
Prenota
  Salva nella lista dei preferiti

0541 340567

Descrizione

TALK OF LOVE
Sull’amore, se esiste
Il ruolo dei sentimenti tra Shakespeare e i protagonisti dell’era biomediatica
Serata con Silvia Pernarella (Live e diretta streaming)

Quando: Lunedì 26 ottobre 2020

Orario: 19:00-20:00

Modalità: Live + Diretta streaming

Organizzato da: Anima Edizioni


Prezzo Live (in aula): 15 € + iva

Prezzo Diretta streaming: 10 € + iva


NB: per accedere alla diretta streaming riceverai le istruzioni (sull’email con cui ti sei iscritto) tre giorni prima dell’evento e un’ora prima del suo inizio. Per maggiori informazioni scrivi all’organizzatore => eventi.anima@gmail.com

Nota per la diretta “streaming”: La registrazione della diretta rimarrà disponibile una settimana per tutti coloro che l’hanno acquistata. Se per qualche motivo non si potrà partecipare alla diretta o si dovrà interrompere la visione, si avrà comunque una settimana di tempo per finire di vedere il video.

In sala sarà garantito il mantenimento della distanza di sicurezza indicata dalle misure anti-Covid (almeno 1 metro frontalmente e lateralmente). Tutti gli spettatori dovranno indossare la mascherina.


Presentazione

 

In ogni epoca si è parlato – e a volte straparlato – di amore. È sempre stato rassicurante, audace e ha sempre generato business, estasi, tragedie e attenzione. Perché? Se ne parla tanto, e se ne vuole parlare tanto, e – diciamolo – piace; ma siamo sicuri che esista?

Una cosa è certa: un attore sa che l’amore non si può recitare. Questa parola dice tutto e niente.

Un attore può trovarsi tra le mani una scena d’amore di una soap opera, di un film di Scorsese o “Romeo e Giulietta” di Shakespeare o può trovarsi a cantare “On my own” del musical “Les Miserable” o magari fra qualche anno – non lo escluderei – “Cupido” di Sfera Ebbasta: non esiste un solo tipo di innamoramento uguale a un altro e tutti hanno la stessa intensità se si punta l’attenzione sul sistema da cui scaturisce.

Nel 2012 siamo entrati in quello che il Censis definisce Era Biomediatica. Il mondo dei nuovi media, a tanti, sta sfuggendo di mano. Abbiamo bisogno di capire che futuro è riservato alle emozioni, cosa ci siamo persi, cosa non proviamo più e perché.

Conoscere ciò di cui “si va parlando” è l’unica grande pozione magica per affrontare un nuovo amore e uno consolidato, per combattere il dolore di una perdita, la depressione o per capire che cosa prova la nuova generazione mentre la vecchia scuote la testa. E, con l’atteggiamento corsaro di un interprete, punteremo a scoprire che cosa ci spinge a innamorarci, e forse a sposarci, a tradire, a vivere una sessualità fluida, un amore “liquido”, ad averne orrore o a annientarci per esso.

 

Obiettivo

La mia è una lotta contro i pregiudizi, i pressapochismi, il sentito dire, l’ovvio e il politically correct. È un’operazione culturale per evitare che i media ci trasformino in consumatori con un’attenzione limitata a 170 caratteri e o in esseri spaventati dalle contraddizioni e dalla complessità delle relazioni.

 

A chi è rivolto l’evento

A chi è talmente sensibile al tema dell’amore da esserne stufo di sentirne parlare a sproposito.

A chi è interessato ai cambiamenti generazionali; agli artisti; ai curiosi.

Chi fa fatica a afferrare il senso delle espressioni come “amore assoluto”, e “amore universale”.

 

Cosa imparerai e i benefici

Vedrai cosa significa entrare nella mente di un altro e comprenderne gli atti e le parole.

 

Domande frequenti e risposte dell’organizzatore (Anima Edizioni):

# Se acquisto la diretta streaming ma per qualche motivo non riesco a vederla… posso poi vedere il corso nei giorni successivi?

Puoi vedere la registrazione per una settimana. Dopo tale termine il video sarà disattivato o messo in vendita come video-corso in streaming.

# Dopo aver visto il corso in streaming una volta, posso rivederlo?

Puoi rivedere la registrazione per una settimana. Dopo tale termine il video sarà messo in vendita come video-corso in streaming.

# Devo avere una buona connessione per vedere la diretta streaming?

È importante avere una buona connessione che regga uno streaming e che durante la diretta sia poco disturbata da altri dispositivi che consumano banda (cellulari, pay tv, ecc…).

# Se acquisto la diretta streaming ma cambio idea, posso essere rimborsato?

Potrai ricevere il rimborso fino a quattro giorni prima dell’evento.

Dettagli

Organizzatore Anima Edizioni
Formato
EAN13 7000000000048
Lo trovi in: Spiritualità

Autore

Silvia Pernarella - Foto autore Silvia Pernarella: Diplomata alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano nel 2008, lavora nelle produzioni del Teatro Stabile per cinque anni consecutivi. E' diretta da Luca Ronconi nel “Sogno di una notte di mezza estate” nel ruolo di Ermia e nel “Mercante di Venezia” in quello di Jessica. Lavora tra gli altri con Carmelo Rifici, Serena Sinigaglia, Stefano de Luca, Claudio Longhi, Marco Plini, Daniele Salvo, Peter Stein Federico Tiezzi, Massimo Popolizio. È in diverse produzioni del Binario7 di Monza, Teatro Filodrammatici, Out Off, Teatro Sala Fontana, Stabile delle Marche, Teatro... Continua a leggere la Biografia di Silvia Pernarella
Caricamento in Corso...