Celtic Harp - The Music of O'Carolan - O' Carol's Dream

  Clicca per ingrandire

Disponibilità per la spedizione:
immediata!

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni 18 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Numero verde   800 135 977

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

Una collezione di entusiasmanti brani per arpa celtica scritti dal leggendario interprete cieco Turlough O'Carolan, forse il più importante compositore della tradizione celtica. Accompagnato da violino, violoncello, chitarra, flauto e bodhran, quest'album crea un'alchimia di suoni che andranno direttamente a toccare il cuore di tutti i numerosi amanti di questo genere musicale. Il ricco libretto con esaustive informazioni arricchisce l'emissione.

Autore

Aryeh Frankfurter è uno dei più apprezzati e talentuosi interpreti di arpa celtica, nonché un abile arrangiatore capace di infondere nuova linfa vitale a note composizioni tradizionali, riscoprendone di incantevoli che in pochi conoscono. La sua passione per la musica è iniziata molto presto: dopo aver preso lezioni di violino sin da quando aveva tre anni, Aryeh ha scoperto l’arpa celtica da quindicenne, restandone abbagliato per le sue speciali sonorità e possibilità armoniche.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo cd? Scrivi una recensione! Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni Punti Gratitudine!

Scritto da: Filippo - 15 settembre 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

E' UN CD CHE CONSIGLIO VIVAMENTE PERCHE' I BRANI SONO TUTTI PIACEVOLI DA ASCOLTARE ED E' UNA MUSICA MOLTO RILASSANTE.

 Commenta questa recensione

Scritto da: Bruno - 21 agosto 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

sono innamorato dellarpa celtica e di tutta la musica celtica in genere: mi fa brivare. inoltre la pasta konjiak. per uno come molto buona.

 Commenta questa recensione

Scritto da: Luisa - 16 marzo 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

Mi devo ripetere, sarò noiosa ma sono musiche che ho scelto proprio perché si tratta di suoni e danze che ho sempre amato. Ormai il mondo rurale, un po' selvaggio e pazzoide di quell'Irlanda non esiste più ma nella musica resta la follia ribelle dell'anima che l'ha sempre contraddistinta

 Commenta questa recensione


Torna su
Caricamento in Corso...