The Music of Islam 07 - Volume Seven

  Clicca per ingrandire

The Music of Islam 07 - Volume Seven

Al-Andalus Andalusian Music - Tetouan, Morocco

David Parsons

"Al-Andalus, Andalusian Music" la settima pubblicazione della serie "Music of Islam", offre un assaggio del ricco repertorio al-Ala. L'album contiene 11 nubat, risalenti al XVIII secolo, che non... continua

Ti è piaciuto questo cd? Scrivi una recensione! Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo

Disponibilità per la spedizione:
immediata!

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni 18 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Numero verde   800 135 977

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

"Al-Andalus, Andalusian Music" la settima pubblicazione della serie "Music of Islam", offre un assaggio del ricco repertorio al-Ala. L'album contiene 11 nubat, risalenti al XVIII secolo, che non vengono interpretati nella loro interezza per questioni di tempo: ogni nubah è infatti composto da più di 100 tra canzoni e pezzi strumentali. Un nubah è diviso in cinque parti, ciascuna corrispondente ad un mizan (schema ritmico): all'interno di ognuna di queste fasi ritmiche, c'è una versione lenta ed una più veloce dello stesso mizan. "Al-Andalus, Andalusian Music" accompagna l'ascoltatore alla scoperta di un'altra tradizione musicale islamica, meno nota di tante altre, ma estremamente interessante.

Sin dalla caduta di Granada nel 1492, il nord Africa è diventato la roccaforte della musica araba andalusa. In Marocco esistono oggi due stili musicali derivanti dalla tradizione araba, considerati parte intergrante della storia musicale marocchina: l'al-Ala, il più importante, ed il gharnati, tipico di Oujda, nel Marocco orientale e di Tlemcen in Algeria.

Autore

David Parsons, musicalmente attivo sin dagli anni '60 è fra i più apprezzati compositori elettronici. Tastierista e produttore neozelandese David Parsons ha sviluppato una passione per la musica indiana nata dopo aver assistito ad un concerto del grande maestro Ravi Shankar: da quel momento Parsons ha iniziato a fare continui viaggi in India, registrando performances di molti artisti locali.


Torna su
Caricamento in Corso...