Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 30 punti Gratitudine!


Reiki Healing

Thin peace

Alan Green

 

Clicca per ingrandire

Ascolta un'anteprima di Reiki Healing

01 - Lovers Dialogue

02 - Thin Peace

Ti è piaciuto questo cd? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

In questo nuovo cd. “Reiki healing Thin peace”, composto da due brani senza pausa di un ora, con il suono di un piccolo campanellino ogni 3 minuti. Alan Green ha cercato di unire una semplice melodia classica, con un’ atmosfera profondamente rilassante, alternando  parti melodiche orecchiabili, con altre in cui le note rallentano il loro ritmo fino a sfumare. Questo perché è molto importante il rapporto tra tensione e rilassamento, quindi tra l’emozione, nata dal fluire incalzante delle note e la pace sottile del loro rallentare. Cosi è possibile entrare nella profondità della psiche, calmando e rassicurando anche le parti più nascoste del nostro inconscio. Nel Taoismo si parla di Yin e Yang, l’energia fluisce dolcemente tra questi due poli, tra il vuoto ed il pieno. La musica scorre nel flusso tra  suono e  silenzio. Archi e fiati si alternano in un dialogo, continuo e misterioso, crescente e calante, di amore e di tensione, come in un gioco tra due Amanti.

Il flauto contralto ed il basso, due strumenti a fiato provenienti dalla tradizione musicale classica occidentale, sono in realtà molto adatti anche se usati in brani rilassanti per terapie curative quali il Reiki, in quanto il loro suono grave ed avvolgente, riesce a creare un atmosfera magica e misteriosa.

Si completano e si equilibrano perfettamente se uniti, come nel caso di questo brano, ad uno strumento proveniente invece, dalla tradizione musicale religiosa indiana, quale l’esraj, venendo così ad accentuarsi notevolmente l’effetto di magia con un tocco di spiritualità, la quale conduce dolcemente l’ascoltatore in un sogno ad occhi aperti.

Il flauto e l’esraj, due strumenti opposti, lo Yin e lo Yang, il dolce e delicato flauto contralto e il ruvido strumento indiano ad arco, l’esraj, per un armonia perfetta, l’attrazione degli opposti…ognuno in equilibrio nel suo spazio, la vera arte del vivere!!!

Il nome Reiki è formato da due caratteri giapponesi: rei, che significa spirituale o aldilà e ki, cioè energia vitale.

Questa energia universale, è accessibile a tutti indistintamente mediante una iniziazione al Reiki, dopo di che, essa inizierà a scorrere attraverso le mani del praticante, e potrà essere trasmessa a che ne ha bisogno solamente appogiandole su vari punti del corpo del paziente.

Essendo questa energia intelligente, non è necessaria alcuna diagnosi in quanto essa va dove è necessario andare senza possibilità di errore.

La musica scorre dolcemente nel flusso tra suono e silenzio. Archi e giati si alternano in un dialogo continuo e misterioso, crescente e calante, di amore e di tensione, come in un gioco tra due amanti.

La musica parla, la musica racconta, la musica guarisce.

Reiki Healing - Retro

AUTORE

Alan Green è musicista polistrumentista e compositore. Suona principalmente il flauto traverso, la chitarra e la tastiera, ma usa nei suoi brani anche diversi strumenti provenienti dall’oriente, come il bouzouki, il koto, il swarmandal, il santoor, l’ esraj, il sitar, le campane tibetane... Crea musiche adatte alla meditazione, al reiki, allo yoga e a tutte quelle discipline dove è richiesto il raggiungimento di un profondo e particolare stato emotivo e di coscienza. Ha studiato meditazione e yoga, li pratica da molti anni e cerca di utilizzare le conseguenti acquisizioni durante le composizioni delle sue musiche. Cerca di unire vari stili musicali e varie tecniche di composizione e di improvvisazione, riuscendo così ad uscire dai limiti imposti normalmente dalle singole culture musicali e dalla nostra mente. Crede che la musica non sia una semplice distrazione dai problemi quotidiani, ma un mezzo abile di ricongiungimento con il nostro vero se, con la nostra più nascosta interiorità, quindi uno strumento di crescita e sviluppo del nostro inconscio, una cura per la nostra anima.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su