Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

Campana Tubolare per Musicoterapia - Nota RE

Campane tubolari per musicoterapia

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 26,90
  • Tipo: Prodotto
  • Confezione: Frequenza 288 Hz altezza cm. 50

Ti è piaciuto questo prodotto? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

L'arte del suono a scopi terapeutici è un'arte e una scienza a cui si ricorre da millenni per la sua capacità di influire positivamente sia nel fisico che nella psiche.

Il suono è, di fatto, una oscillazione dalle caratteristiche fisiche simili a quelle dei campi magnetici e in tutte le epoche è stato riconosciuto come una modalità di guarigione molto potente . Oggi la musicoterapia viene applicata nel trattamento di moltissime patologie fisiche, psicologiche  e psichiatriche e con esiti eccellenti.

Il nostro corpo , che nel suo aspetto fisico è fatto di acqua per il 75 per cento, è composto da  campi di energia elettromagnetica che nella cultura Vedica Indiana sono chiamati Chakras e sono principalmente sette, ed è un vero e proprio strumento che emette vibrazioni e suoni propri. Uno squilibrio a livello di un Chakra determina a sua volta uno squilibrio d'energia nei determinati organi associati.  

La causa della malattia è sempre un modello di energia disarmonico e il suono ha la capacità di introdurre energia, aumentare e correggere le vibrazioni. Quindi se un chakra è scordato e non vibra in armonia, come uno strumento musicale, esso può essere ri-accordato attraverso il principio detto di ‘ risonanza simpatica ‘ . Dato che ogni Chakra risuona a una particolare vibrazione prende e assorbe energia dalla sorgente sonora vibrante, ma solo di uguale frequenza. 

Queste campane sono accordate con una frequenza a 432 Hz e non a 440 Hz come la musica che ascoltiamo oggigiorno, questa accordatura è detta anche a. Aurea. Mozart e Verdi componevano e accordavano i loro strumenti a 432 Hz. Recenti studi scientifici hanno appurato che 432 Hz è una frequenza interconnessa ai processi fisiologici del DNA e del cervello, e anche alla vibrazione cosmica di fondo che è 8 Hz, anche la luce è collegata al suono, 432 sarebbe il rapporto tra i due tipi di onda fisica. Il concetto più profondo a sostegno di questa frequenza, risiede nella sua maggiore armonicità con la natura e con i processi della vita.

La musica a 432 Hz agisce su tutto il corpo, favorisce la sincronia cerebrale, il rilassamento e l’intuito, è efficace in caso di ansia stress e insonnia, stimola la produzione di serotonina e riduce gli sbalzi di umore, assolutamente necessari per la riconnessione ed il riallineamento delle nostre energie.

Modo d'uso: Le campane sono eseguite completamente a mano e accordate singolarmente alla temperatura di 20° circa e il loro suono si prolunga per 20 secondi, sono composte di suoni singoli e frequenze calibrate. Si consiglia di suonarle nei momenti di relax o meditazione per almeno 5 minuti in luoghi senza rumori e musica esterna atti a influire o modificare la frequenza stessa, eseguirlo per almeno due volte nel giorno, non hanno alcuna controindicazione.

I suoni e la luce saranno gli strumenti della medicina del futuro. 

I suoni e la luce saranno gli strumenti della medicina del futuro.

- RE Frequenza 288 Hz altezza cm. 50

Corrisponde al secondo chakra , Svadhistana, Centro Sacrale o Centro della Croce; situato nell'addome, un pò in basso dietro gli organi sessuali, è collegato con l'acqua come elemento.

La sua funzione è legata al desiderio, al piacere, alla sessualità, alla procreazione, alla capacità di provare emozioni primordiali non mentali. Gli organi collegati con il secondo chakra sono: intestino, vescica, utero, ovaie, prostata.

I reni sono proprio il simbolo della paura. Le disfunzioni del secondo chakra provocano a livello fisico impotenza, frigidità, patologie dell’apparato genitale, anche a livello lesionale (fibromi, adenomi prostatici, ecc.), dell’apparato urinario e rigidità lombosacrale. Dal punto di vista psicologico un secondo chakra scompensato comporta mancanza d’autostima, fobie, panico, ansietà.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su