Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 24 punti Gratitudine!


Olio Essenziale di Mirto - 10 ml.

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo prodotto? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Nome botanico: Myrtus communis.

Famiglia: Mirtaceae.

Aspetto fisico: Il mirto è un arbusto sempreverde molto ramificato che ha foglie opposte, ovali ed aguzze, punteggiate in trasparenza. I suoi fiori sono bianchi a 5 petali e crescono su pedicelli solitari, all’ascella delle foglie. Il frutto è una bacca a forma di pera semiracchiusa nel calice, dal profumo persistente e colore bluastro. La fioritura inizia a marzo e si protrae fino a giugno. In genere lo si raccoglie durante il periodo invernale.

Provenienza: Il mirto è originario dell’Africa del nord, oggi lo si trova in tutta l’area mediterranea, in India ed in Argentina. L’olio viene prodotto principalmente in Italia, nella regione della Sardegna, in Corsica ed in Spagna.

Parti impiegate: Le foglie e le sommità fiorite.

Metodi estrattivi: L’olio essenziale di mirto si estrae per distillazione in corrente di vapore della pianta fresca. La resa si aggira tra lo 0,3 e lo 0,5%.

Caratteristiche: Liquido mobile, limpido, da incolore a giallo chiaro, con odore caratteristico delle foglie contuse di mirto che ricorda il profumo dell’eucalipto.

Conservazione: Se ne consiglia la conservazione in bottiglie ben chiuse di vetro scuro, possibilmente viola, da tenere in luogo fresco, al riparo dalla luce.

Altri usi: L’essenza di mirto viene utilizzata per aromatizzare carni, salumi, condimenti e miscele di spezie alle quali impartisce una nota molto fresca. E’ inoltre la base di partenza di alcuni liquori fra cui il “Mirto sardo”. In profumeria, quest’essenza è utilizzata per ottenere note fresche soprattutto in acque di colonia e di toletta.

Precauzioni e controindicazioni all’uso: Atossico, non è irritante e non provoca sensibilizzazione.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su