Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 11 punti Gratitudine!


Olio Essenziale di Origano - 10 ml.

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo prodotto? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Nome botanico: Origanum vulgare.

Famiglia: Labiatae.

Aspetto fisico: L’origano è una pianta erbacea perenne, a crescita spontanea, con fusto sublegnoso, foglie opposte, ovali, fiori rosei racchiusi in pannocchie terminali, a differenza della maggiorana che ha fiori bianchi. Tutte le parti della pianta sono aromatiche. Vi sono diverse varietà di origano attualmente coltivate, tra le principali si possono elencare: Thymus capitatus, Coridothymus capitatus, O. virens, O. elongatum e O. vulgare. Quest’ultima è la varietà coltivata negli orti di tutto il mondo ed è quella che maggiormente si predilige per ricavarne l’olio essenziale. La fioritura avviene nel periodo estivo, da maggio ad agosto.

Provenienza: L’origano è una pianta originaria dell’Europa, ma oggi viene coltivata nelle le sue molteplici varietà in tutto il mondo. La distillazione della varietà O. vulgare avviene in Russia in Bulgaria ed Italia.

Parti impiegate: La pianta fiorita.

Metodi estrattivi: L’olio essenziale di origano si estrae per distillazione in corrente di vapore della pianta fresca od essiccata. La resa dal prodotto fresco si aggira attorno allo 0,85%.

Caratteristiche: Liquido limpido, di colore giallo pallido fino ad ambrato, con odore forte, caldo, canforato, di catrame e speziato. Il sapore un po’ bruciante e fenolico è decisamente caratteristico.

Conservazione: Se ne consiglia la conservazione in bottiglie ben chiuse di vetro scuro, possibilmente giallo, da tenere in luogo fresco, al riparo dalla luce.

Altri usi: L’olio essenziale di origano si impiega in profumeria per via della sua nota fresca ed erbacea, in particolar modo nelle composizioni base per la preparazione di saponi ed in profumi speziati.

Precauzioni e controindicazioni all’uso: Causa l’elevato contenuto di fenoli, può essere tossico ed irritante a livello cutaneo e soprattutto delle mucose. Usare con moderazione. E’ bene fare attenzione a non utilizzarlo in gravidanza.  E’controindicato in caso di gastrite, ulcera peptica, nelle dermatiti. Sulla pelle si consiglia di non usarlo mai puro ma soltanto fortemente diluito.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su