Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 12 punti Gratitudine!


Olio Essenziale di Timo - 10 ml.

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo prodotto? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Nome botanico: Thymus Vulgaris.

Famiglia: Labiatae.

 

Aspetto fisico: Il timo rosso è un arbusto a fusto legnoso ed eretto, a differenza della varietà del timo serpillo che ha fusti striscianti. Esso cresce sulle garighe lungo le coste tirreniche ed è il timo più comunemente coltivato, negli orti domestici, per usi prevalentemente culinari. Per “garighe” si intende una zona popolata da vegetali nani, che costituiscono cespugli spesso aromatici con timi, cisti, corbezzoli e lentischi. Possiede foglie opposte, piccole, ovali, lanceolate o lineari, di colore verde cinereo nella pagina superiore, un po’ pubescenti sull’inferiore e con ghiandole oleifere giallicce. I fiori sono porporini riuniti in fascetti ascellari. La varietà thymus zygis si distingue per i fiori di colore bianco, ma non è questa la caratteristica che distingue il timo rosso dal timo bianco. Si provvede al raccolto in piena estate durante la fioritura.

 

Provenienza: Il timo rosso è originario dell’area mediterranea. Oggi cresce in tutto il bacino, con la prevalenza della Spagna, paese maggior produttore di essenza. Lo si trova anche in Russia, Ungheria ed ex Jugoslavia.

 

Parti impiegate: Le foglie e le sommità fiorite.

 

Metodi estrattivi: L’olio essenziale di timo rosso si estrae mediante distillazione in corrente di vapore dalle parti della pianta essiccate. Le piante di timo contengono fino al 2,6% di essenza, ma la resa effettiva si aggira attorno all’1%.

Caratteristiche: L’olio essenziale di timo rosso è un liquido limpido di colore rossastro, in commercio si trova un olio di colore bianco od incolore che si ottiene per successiva rettificazione. Questo olio non possiede però tutte le caratteristiche del rosso in quanto non “completo”, il suo nome è appunto “Timo bianco”. L’olio di timo rosso ha un odore forte, caldo ed aromatico.

Conservazione: Se ne consiglia la conservazione in bottiglie ben chiuse di vetro scuro, possibilmente rosso, da tenere in luogo fresco, al riparo dalla luce.

 

Altri usi: L’olio essenziale di timo, essendo un eccellente germicida, viene impiegato dall’industria farmaceutica nella preparazione di prodotti per l’igiene orale, come dentifrici e collutori, in preparazioni contro la tosse, come sciroppi e pastiglie. L’industria alimentare lo utilizza nella preparazione di numerose salse e condimenti ed in un vasto numero di prodotti conservati, soprattutto carni. Nel settore profumiero si usa prevalentemente nella preparazione di saponi e detergenti e nella preparazione di lavande. Per questi scopi si preferisce utilizzare l’olio bianco.

 

Precauzioni e controindicazioni all’uso: Generalmente non irrita, non dà luogo a fenomeni di sensibilizzazione e non è tossico. In considerazione del suo alto contenuto in fenoli, come il timolo e il carvacrolo che sono fenoli, meglio definiti come isomeri di posizione, esplicano la stessa azione del fenolo, si consiglia un uso moderato ed in diluizione. E’ bene fare attenzione a non utilizzarlo in gravidanza e nei soggetti epilettici.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su