Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

Semi di Zucca Blu d'Ungheria - 25 Gr

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo prodotto? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Zucca Bleu d'Hongrie (blu d'Ungheria) (Cucurbita maxima)
Frutto dalla forma tonda leggermente appiattita, colore blu-grigio, dal peso che varia da 1,2 a 2 Kg. Polpa soda. Ottima conservabilità. Semi per grammo: 5-6.

Semina: con tempo caldo (minimo 16°C; ideale 35°C), in ciotole di mini­mo 8 cm di diametro o in piena terra, a postarelle. Dopo la germi­nazione conservare una sola piantina per postarella.

Impianto: si effettua prima che le piantine abbiano più di 5-6 foglie. In terreno povero piantare in una buca contenente qualche palata di compo­sto maturo.

Distanziatura delle piantine: 1 x 1 m circa (la zucca comune è una pianta rampicante). Coprire il terreno con paglia o erba secca.

Coltivazione:
- circondare le piantine con un cerchio di cenere di legna, come protezio­ne parziale contro le lumache (o piazzare delle trappole per lumache);
- annaffiare regolarmente al piede con macerato d'ortica diluito, fino alla formazione dei frutti;
- tagliare al disopra delle due prime vere foglie per provocare lo sviluppo delle due ramificazioni secondarie, cosa che affretterà la compar­sa dei frutti;
- potare al livello di due foglie sopra ogni frutto formato;
- margottare gli steli, per quanto è possibile, per provocare il loro radica­mento.

Raccolta: deve aver luogo prima delle prime gelate, quando i frutti hanno cambiato colore (la pelle perde più o meno lucentezza e le foglie si guasta­no). Raccogliere le zucche senza farle sbattere e conservandone il peduncolo.

Conservazione: dopo la raccolta riporre le zucche comuni in luogo asciutto e ben aerato. In seguito, immagazzinarle al riparo dal gelo, preferibilmente a temperatura moderata (10-16°C) e su di un ripiano di legno. L'ideale è una stanza poco riscaldata e aerata della casa. Le varietà tardive continua­no a maturare dopo la raccolta ed il livello ottimale, dal punto di vista gu­stativo e nutrizionale, può essere raggiunto solo in dicembre o in gennaio: oltre la qualità viene meno. E raro che le zucche comuni si conservino fino a maggio: più spesso si guastano molto prima di questa data o la loro polpa si buca.

Utilizzo: tutte le zucche comuni possono essere cotte a fuoco lento, taglia­te a pezzetti, con un po' d'acqua. Il purè ottenuto viene consumato tale e quale, o serve da base ad altre ricette (zuppe, soufflés, torte). Le zucche comuni a polpa soda possono essere grattugiate da crude come le carote.

Durata vitalità del seme: 4-6 anni.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su