Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

A Cosa Serve il Bagno Derivativo?

I Benefici del Metodo France Guillain - Anteprima del libro di France Guillain

Cominciate con il più semplice, il bagno derivativo

Il bagno derivativo è semplice ed efficace quanto può essere il latte materno per il neonato. E una competenza arcaica che è stata spesso dimenticata con il progresso della scienza, e verso la quale la ricerca scientifica sta tornando attraverso diverse tecniche come la crioterapia. E ormai dimostrato che i benefici del latte materno sono incomparabili. Da parte mia desidero contribuire alla rivalorizzazione del bagno derivativo affinché tutti possano riappropriarsi di questa preziosa competenza. Attenzione, non è una “medicina”, non pretende di guarire e ancor meno intende dispensarvi dal consultare un medico. E una tecnica che permette all’organismo di recuperare delle capacità naturali di buon funzionamento, attivando principalmente la circolazione dei grassi fluidi di cui otto importanti funzioni saranno enunciate in seguito.

Si chiama bagno derivativo perché in passato lo si faceva solo con l’acqua; ci siamo poi resi conto che l’elemento più efficace è il freddo, ed è quindi stata creata una “tasca” di gel refrigerante prevista per questo, che chiameremo poche Yokool nel seguito.

Come fare?

Potete usare il bidè e (o) le poche Yokool. Potete mettere le poche Yokool più volte al giorno per un minimo di 3 ore al giorno se volete ottenere effetti rapidi.

Le poche Yokool, che possono essere portate sotto gli indumenti, vi permettono di impiegare meglio il tempo che dedicate al bagno derivativo. Se restate a lungo seduti, potete usare una poche UcanSIT (più grande), avvolgerla in un tessuto e sedervici sopra. Se invece trascorrete più tempo in piedi, potrete utilizzare la poche Yokool sistemandola all’altezza del perineo dopo averla sufficientemente raffreddata nel congelatore.

Se fa molto caldo potete applicarle tutto il giorno. Non ce alcun limite. Bisogna ricordare che non è naturale tenere questa zona del corpo sempre al caldo. Se non avete le poche Yokool, congelate una bottiglia d’acqua. Quando la togliete dal congelatore avvolgetela in un asciugamano, posizionatela tra le gambe e sedetevici sopra per un po’, indossando i pantaloni o la gonna. Raffreddate il perineo e non le cosce.

La poche Yokool deve essere cambiata quando non si sente più la frescura. Durante le prime settimane di applicazione del metodo la si cambierà probabilmente più frequentemente, poiché di solito la temperatura interna è troppo elevata. È anche possibile all’inizio che si riscaldi in 10 minuti. Questo indica che ne avete davvero bisogno. Col tempo arriverete a far durare la frescura per almeno 30 minuti. In seguito, la vostra temperatura interna diminuirà stabilmente, e vi basteranno 4 poche Yokool al giorno, perché ciascuna vi durerà circa 45 minuti.

Il bagno derivativo ha effetti ancora più rapidi nei bambini.

Potete abbassare la febbre di un neonato in meno di un’ora mettendo una poche Yokool, non ghiacciata e ben avvolta in un tessuto, nel pannolino.

Per i bambini più grandi consiglio di proporre loro di sedercisi sopra, per esempio mentre fanno i compiti. Questa pratica favorisce la concentrazione e migliora la qualità del sonno notturno. È chiaro che sarà invece il bambino stesso a decidere di mettersi o meno 1 epoche Yokool negli indumenti. Mi sembra essenziale rispettare cosi il naturale pudore dei bambini.

A cosa serve il Bagno derivativo?

Abbassando la temperatura interna, esso favorisce la circolazione dei grassi bruni che noi chiamiamo fluidi.

Esistono tre categorie importanti di grassi: i grassi bianchi e densi, i grassi gialli e grumosi e i grassi bruni e fluidi. L’ideale sarebbe avere solo dei grassi fluidi.

Questi ultimi hanno numerose funzioni fondamentali:

  1. scacciano i grassi densi;
  2. ci proteggono dal caldo e dal freddo e impediscono la ritenzione idrica;
  3. sono il nostro “carburante meccanico” naturale;
  4. assicurano il nutrimento costante degli organi, dei muscoli e delle ossa;
  5. consentono di espellere le scorie del funzionamento interno del nostro organismo;
  6. nello stesso modo consentono di evacuare dal corpo gli agenti inquinanti provenienti dall'esterno;
  7. contengono dei precursori ormonali, che regolano tutto il nostro sistema ormonale;
  8. contengono milioni di cellule staminali adulte capaci di riparare le diverse parti del corpo.

Ma per fare in modo che questi grassi circolino e lavorino, per prima cosa è necessario che esistano. È la seconda tappa.

Questo testo è estratto dal libro "I Benefici del Metodo France Guillain".

Ti è piaciuto questo articolo? Rimani in contatto con noi!
Gli articoli più letti
Gli ultimi articoli pubblicati
Articolo consigliato:

I Benefici del Metodo France Guillain

Alimentazione cellulare, argilla, sole e bagni derivativi

-15%
I Benefici del Metodo France Guillain

France Guillain

L'autrice rivela le chiavi fondamentali del suo metodo, che applica il bagno derivativo, i corretti principi alimentari da seguire per... continua

 

Torna su