L'Affinità con i Cristalli

Crystal Therapy - Anteprima del libro di Doreen Virtue

I “bambini cristallo”

L’interesse per i cristalli non è una “moda” contemporanea, ma fa parte da sempre della storia del nostro Pianeta. E molto probabile che tu abbia interagito con loro in altre vite, quindi ti sono familiari e sai istintivamente come usarli. I “bambini cristallo” (cioè i nuovi nati con spiccate doti di sensibilità e sensitività) dimostrano una notevole conoscenza innata della guarigione con i cristalli. Questa saggezza deriva in parte dalle tante vite che i cristalli hanno vissuto sotto forma di talismani, strumenti di guarigione e amici di tutti gli abitanti del Pianeta.

Hai mai considerato come la riscoperta dei cristalli nella cultura attuale possa influenzare la tua vita? La tecnologia moderna usa gli antichi cristalli naturali per potenziare le onde radio; la “nuova” medicina vibrazionale si avvale dell’energia dei cristalli; i negozi di arredamento vendono cristalli decorativi e le pietre polverizzate sono fra gli ingredienti della maggior parte dei prodotti di bellezza (come lo erano nell’antico Egitto). La consapevolezza del mondo minerale sta dilagando e il riconoscimento del potere dei cristalli è sempre più diffuso, quindi questa è l’epoca perfetta per praticare la cristalloterapia.

Di solito i cristalli sono associati alla saggezza antica e soprannaturale. Questo perché essi sono i custodi della memoria, veri e propri archivi di ricordi e conoscenze riguardanti la storia di guarigione spirituale della Terra. I cristalli evocano il ricordo delle enormi, scintillanti punte di quarzo e dei letti per la guarigione usati anticamente ad Atlantide, in Lemuria e presso altre civiltà. Attualmente i nostri ricordi collettivi dei tempi antichi ci sollecitano a ricollegarci con i regni angelici e minerali per attingere di nuovo alla conoscenza eterna e ricordare che la natura può sostenere la continua evoluzione dell’umanità.

Nel mondo fisico, i cristalli fanno parte del regno minerale. Sul piano spirituale, essi appartengono al “reame eiementale”, che comprende gli spiriti che difendono, guariscono e proteggono il Pianeta. Del regno eiementale fanno parte anche le fate, i delfini, elfi e gnomi. Se osservi attentamente blocchi e lastre di marmo, puoi scorgere i volti degli “esseri minerali e di pietra”.

Questi esseri sono “angeli della natura” dalla densità maggiore rispetto a quella degli angeli custodi. La densità dipende dal livello vibrazionale: se la loro energia è più lenta, li possiamo vedere e sentire con i nostri sensi fisici. Gli dementali, le piante, gli animali e gli esseri umani sono più densi, perché abitano nell’energia fisica pesante della Terra. E dato che i nostri corpi e la nostra alimentazione sono composti di minerali, lavorando con i cristalli entriamo in contatto con i nostri cugini.

Il nostro rapporto con la Terra sta entrando in una nuova fase di maggiore consapevolezza e rispetto per il delicato equilibrio fra ambiente e umanità. I cristalli sono i portavoce del Pianeta e ricordano i minuscoli “Chi” del leggendario libro per bambini del dr. Seuss, Ottone e ipiccoli Chi. I Chi sono i minuscoli abitanti di Chissà, un piccolissimo Pianeta posto su un granello di polvere, e sono amici dell’elefante Ortone. A un certo punto del libro il Pianeta Chissà sta per essere distrutto da una Cangura e tutti i Chi si radunano in piazza per segnalare la loro presenza urlando a squarciagola: “Siamo qui!”. Ma la Cangura non li sente, finché un giovane Chi aggiunge la sua voce a quella degli altri e riesce finalmente a salvare il piccolo Pianeta.

Forse il tuo personale cristallo è la voce che aiuterà tutta l'umanità a sentire le suppliche di Madre Terra, che desidera essere trattata con rispetto e gentilezza.

I nostri vecchi amici cristalli

L’intensa bellezza del regno minerale è irresistibile, quindi è naturale che da sempre gli esseri umani indossino i cristalli e interagiscano con essi. Storici e archeologi hanno riscontrato l’impiego dei cristalli per rituali di guarigione e di bellezza fin dalle civiltà più antiche. E non c’è da stupirsi, visto che essi amplificano l’energia vibrazionale personale e planetaria. I nostri antenati usavano i cristalli come strumenti mistici, generatori di energia, potenziatori della comunicazione e supporti medici. Scavi archeologici dimostrano che essi venivano utilizzati come talismani protettivi e portafortuna, amuleti, gioielli e magnifici oggetti decorativi.

Ogni società ha offerto al mondo un contribuito unico per quanto riguarda l’uso delle pietre. Dall'India alle Americhe, in letteratura, scienza, cultura e mito troviamo innumerevoli esempi dell’interesse verso i cristalli e della loro applicazione. Per esempio, una leggenda narra che un tempo, nelle isole greche, esisteva una città fatta di gemme, con muri di smeraldo, strade lastricate d’oro e templi che contenevano enormi altari di ametista usati per preghiere e così via. Nella Bibbia, il libro dell'Esodo cita i gioielli pettorali dei sommi sacerdoti che favorivano la loro connessione con il Divino. In Estremo Oriente, pietre preziose di squisita fattura incastonate nell’oro attestavano la ricchezza e il rango di coloro che le indossavano.

La correlazione fra gemme e zodiaco

La correlazione fra gemme e zodiaco affiora nella ruota della medicina dei nativi americani, nei sistemi astrologici ayurvedico e occidentale, e continua a essere citata e integrata dalle culture moderne. I nativi americani conoscevano le potenti virtù benefiche delle pietre e dei metalli (come il turchese e l’argento), che favorivano la guarigione del corpo fisico, emozionale ed eterico.

Le culture indigene moderne ricorrono ancora ai cristalli nelle loro pratiche spirituali. Per esempio, alcuni rituali degli aborigeni australiani usano le vibrazioni tratte da pietre e da suoni con il didgeridoo (una grande tromba di bambù), oltre a sassi dipinti con disegni sacri per favorire la connessione con la Sorgente durante i viaggi attraverso il dreamtime (tempo del sogno). In Europa e nelle isole del Pacifico, gli sciamani spesso invocavano il potere delle pietre per lenire la sofferenza e offrire sollievo nelle cerimonie di guarigione.

Atlantide è forse la civiltà più notoriamente associata ai cristalli e si avvalse delle loro vibrazioni per creare una società che conobbe un progresso tecnologico straordinario, superiore a quello contemporaneo. Esistono tante leggende di macchine volanti, letti di guarigione e strumenti d’illuminazione perpetua alimentati unicamente dai cristalli. Mistici come Edgar Cayce, Ruth Montgomery e Dolores Cannon hanno spiegato che per Atlantide il potere dei cristalli rappresentò un’arma a doppio taglio, visto che alcuni leader decisero di usarli come strumenti per assoggettare altri Paesi con la forza. La leggenda narra che l’abuso del potere dei cristalli finì per far implodere la civiltà di Atlantide.

Questa versione dei fatti collima con due dialoghi di Platone: Timeo e Crizia, entrambi scritti nel 360 a.C. Platone ricevette le informazioni su Atlantide da Crizia il Giovane, nipote del legislatore greco Solone, il quale aveva appreso quanto avvenne ad Atlantide mentre si trovava in Egitto nel 590 a.C. In questi dialoghi Platone rammenta l’improvvisa caduta di Atlantide. Non sappiamo se l’esplosione che la annientò fu causata dall'abuso del potere dei cristalli o da un vulcano (come sostengono alcuni teorici moderni), ma qui desideriamo semplicemente ricordare il legame di Atlantide con lo straordinario potere di guarigione dei cristalli.

Crediamo che il rinnovato interesse per i cristalli sia legato alla rinascita spirituale e al processo di ascensione che stiamo vivendo. Leggendo le informazioni sull’uso dei cristalli ad Atlantide hai provato un senso di profonda familiarità? Se è così, parte dello scopo della tua vita potrebbe consistere nell’impedire che questo mondo ripeta gli errori di Atlantide nel cercare di controllare le risorse naturali. Questo è un momento cruciale della nostra storia, in cui è fondamentale creare cambiamenti armoniosi.

Ovviamente non siamo le uniche a parlare delle potenzialità del regno minerale, ma a differenza di altri autori, noi vogliamo farlo per accogliere consapevolmente il loro potere con purezza di intenti. Chiedere l’aiuto del Cielo e collegarci con il reame angelico mentre entriamo in risonanza con la famiglia dei minerali assicura un’interazione efficace basata sull'amore e la grazia. Questa combinazione tra regno celeste ed eiementale fonde i poteri di Cielo e Terra creando una formula magica di guarigione. Adesso scegliamo di accogliere il meglio di entrambi i mondi.

Questo testo è estratto dal libro "Crystal Therapy".

Logo Giardino dei Libri

Articoli Correlati

Crystal Therapy

Crystal Therapy

Guarisci e potenzia la tua vita con l'energia dei Cristalli

Di Doreen Virtue, Judith Lukomski

Crystal Therapy è una guida pratica e utile per canalizzare il potere di guarigione di 94 cristalli, corredata da foto di ciascuna famiglia di cristalli. Il libro, adatto sia per chi comincia questa pratica sia per i lettori più esperti, si focalizza sui cristalli di facile reperibilità. Imparerai quale cristallo usare per specifici problemi di salute o di natura esistenziale, con spiegazioni chiare dei termini tecnici relativi ai...

€ 12,67 Invece di € 14,90 Sconto 15%

  Più informazioni su Crystal Therapy

Torna su
Caricamento in Corso...