SPIRITUALITÀ ED ESOTERISMO   |   Tempo di Lettura: 10 min

Come difendersi dalle influenze negative

Come difendersi dalle influenze negative

Scopri e identifica i nemici invisibili e impara a neutralizzarli così da riportare la tranquillità nella vita quotidiana leggendo l'anteprima del libro di Patrick Guérin.

Scoprire e identificare i nemici invisibili

Nel mio libro Gli amici invisibili (Edizioni Il Punto d’incontro, 2018) ho parlato dell’energia positiva che ci scambiamo tra noi umani o che riceviamo dalle eggregore (gruppi d’interesse, associazioni, movimenti ecc.) cui siamo legati, ma anche di quella che nasce dalle nostre relazioni con gli spiriti della natura o dell’aldilà, attraverso un genitore defunto o un angelo custode. Tutti questi scambi sono altamente positivi ed esercitano un’influenza assai benefica sulla nostra quotidianità.

Cionondimeno, nell’universo tutto è dualismo. Devo pertanto anche parlare, di riflesso, dei “nemici invisibili” e del loro influsso nocivo - o addirittura decisamente distruttivo per alcuni di noi - sulla nostra esistenza.

Ho ricevuto a consulto numerose persone vittime della morsa di manipolatori, gruppi di opinione o eggregore malevole, così come - credetemi - di demoni, spiriti malvagi, presenze negative del basso astrale e del mondo dell’aldilà. Persino nel nostro XXI secolo, tecnologicamente evoluto, non dobbiamo minimizzare ciò che tutte le religioni, le culture e le civiltà hanno detto a proposito di questo argomento. Lo attestano sin dalle origini dell’umanità numerosissimi racconti.

Il fatto che i nostri antenati siano ricorsi a svariati modi di proteggersi, contro i cattivi pensieri che gli esseri umani si rivolgono tra di loro ma anche contro gli effetti di tutti gli spiriti negativi che dimorano nel mondo invisibile e in quello dei morti, indica che le generazioni del passato ne hanno subito le conseguenze talvolta devastanti e che la presenza di questi nemici invisibili si è dimostrata inquietante o minacciosa al punto che l’istinto degli uomini li ha spinti a proteggersi.

Da sempre nel cuore delle nostre campagne o delle città si è ricorsi a numerose difese rituali, testate e adattate fino a divenire armi efficaci contro tutte queste entità nocive. A seconda della cultura che le usa, può trattarsi di semplici preghiere ripetute così tanto da acquisire proprietà difensive, ricette sciamaniche che utilizzano l’energia delle piante, amuleti caricati da maghi, elaborati rituali magici ecc. Così come hanno imparato a proteggersi dalle intemperie, dalle malattie, dalle catastrofi naturali e dalla minaccia di guerre, gli uomini hanno elaborato altresì i mezzi per difendersi da certi fastidi invisibili. Lo testimonia il numero di preghiere, incantesimi e ricette difensive della tradizione.

Oggigiorno, niente è cambiato. Anzi, direi che è persino peggio di prima! Lo constatiamo osservando come alcuni abbiano sfruttato le tecnologie odierne e i social network per diffondere per esempio notizie false o minacce anonime che spaventano e confondono singoli individui o intere popolazioni. Oppure come altri, senza alcun rispetto per la natura, cerchino di trarne quanto più profitto possibile a scapito della sua sopravvivenza, risvegliando l’istinto di difesa e di vendetta degli spiriti che la proteggono. Possiamo infatti constatare il peggioramento delle intemperie e le numerose catastrofi naturali che ne conseguono.

Parliamo anche degli animali che nutriamo e che oggi vivono rinchiusi per tutta la loro breve esistenza, imbottiti di ormoni e di antibiotici, foraggiati con alimenti per loro malsani e uccisi in condizioni disumane. Questi animali racchiudono gli spiriti della natura in ribellione, in collera e noi li consumiamo, assorbendo questa ribellione e questa collera così come ingeriamo le tossine di cui sono carichi. Lo stesso dicasi per le verdure, i cereali e la frutta geneticamente trasformati, trattati e coltivati senza rispettarne la natura. Non c’è quindi da stupirsi se, sempre più spesso, ci ritroviamo a fare i conti con la paura, lo stress, la depressione o addirittura la malattia senza alcun motivo conosciuto.

Che si tratti dell’azione di spiriti malvagi, di demoni che si aggirano nella nostra società, di spiriti della natura divenuti aggressivi o di defunti animati da cattive intenzioni, sul nostro pianeta si crea il caos e la causa prima è una sola: l’energia del diavolo, all’origine di ogni stravolgimento di valori.

E in questo mondo al contrario voi come vi sentite? Potete sinceramente affermare di non subire nessuna influenza esterna negativa? Siete certi che un qualche demone malvagio non vi stia facendo fare ciò che vuole? Che una qualche presenza dell’invisibile non vi stia distogliendo dalla vostra strada? Vi è già capitato di non riconoscervi in uno dei vostri atteggiamenti, dei vostri comportamenti, delle vostre scelte? Non avete a volte la sensazione di lottare con una forza interiore che vi spinge ad agire contro i vostri interessi, la vostra salute, la vostra volontà? Riuscite sempre ad assumervi la responsabilità delle parole che pronunciate, delle cattive azioni che compite?

La mia esperienza mi permette di affermare che anche voi, come la maggior parte delle persone, siete minacciati dai nemici invisibili. Questo libro vi permetterà, me lo auguro, di diagnosticare e di risolvere i vostri contenziosi con loro, così da riportare la tranquillità nella vita quotidiana.

Entriamo qui in un altro universo nel quale tutto è possibile, soprattutto il peggio.

Gli spiriti dell’invisibile sono di natura assai diversa. Nel mio libro Gli amici invisibili ho parlato di quelli che ci vogliono bene, ma quelli animati da cattive intenzioni sono altrettanto numerosi e noi costituiamo i loro bersagli preferiti.

Viviamo in un’epoca di problemi, disordini, dubbi, un’epoca violenta e in costante trasformazione. Genera sconvolgimenti energetici che attirano e stimolano gli spiriti del basso astrale e gli angeli ribelli, nutrendoli con intenzioni malvagie di cui siamo tutti potenziali vittime. Davanti a loro gli angeli custodi costituiscono il nostro scudo migliore, ma dobbiamo dar loro una mano.

La classificazione degli spiriti

Tali entità, che globalmente denominiamo “spiriti”, esistono in quello che viene detto basso astrale, un mondo sottile parallelo al nostro che accoglie tutte le forme di spiriti, dalle più innocue alle più pericolose.

Si tratta innanzitutto di fantasmi, che la maggior parte delle persone considera simpatici personaggi da leggenda o da fiction, ma che in realtà sono reali e causano turbamenti talvolta traumatizzanti per gli abitanti dei luoghi che infestano. Il fantasma infatti è un guscio vuoto che manifesta la presenza di una persona incapace di recidere i legami con la sua vita terrena, essendo emotivamente e affettivamente legata a un luogo o alle persone che vi abitano. In generale il fantasma non rappresenta un grande pericolo.

Può trattarsi anche di uno spirito infestante, un’entità attiva che ama manifestarsi spostando oggetti, producendo rumori, diffondendo odori. In un modo o nell’altro semina tormento e spavento. Lo si vede molto di rado, ma lo si può spesso avvertire fluttuare attorno a noi, sfiorarci la pelle, accarezzarci i capelli.

Tuttavia il più pericoloso è lo spirito malvagio, il quale si manifesta in numerose situazioni di violenza, vendetta e dipendenza. Provoca il caos, il terrore e, in certi casi, anche di peggio. Arriva a tormentare sessualmente e provocare situazioni atroci. È una forza che si manifesta possedendo la persona, la quale non riesce a imporsi. La volontà viene annullata. Diviene preda del mondo del caos.

In cima alla scala si trovano gli angeli ribelli, neri compagni degli angeli custodi, dotati dello stesso potere, ma la cui energia è rivolta al male.

I sintomi di una possessione

Gli spiriti del basso astrale non si limitano a turbare l’esistenza della vittima. Quando quest’ultima si trova indebolita perché ha paura o è sfinita, ne approfittano per insinuarsi nei suoi pensieri e prendere il comando della sua vita. La personalità della vittima a quel punto sparisce, lasciando posto a quella dell’entità che ne ha preso possesso. Ci si accorge di ciò constatando un cambiamento nell’atteggiamento e nel carattere, che spesso divengono l’opposto di quelli d’origine, per esempio:

  • la comparsa di una nuova e improvvisa dipendenza;
  • l’adozione di un comportamento violento e volubile;
  • l’impossibilità di compiere scelte e prendere decisioni;
  • un radicale cambiamento nelle abitudini di vita.

I parenti della vittima si rendono conto di questi cambiamenti e hanno la sensazione che sia controllata, nella morsa di una forza esterna. Anche loro sono disorientati e soffrono, di riflesso, a causa di questa possessione.

Dal canto suo la vittima, nei momenti di lucidità, non comprende che cosa le accade. Ho udito persone confidarmi: “Sento che il mio corpo non mi appartiene più. Mi attraversano dei pensieri e so che non sono i miei. Non riconosco i miei desideri, le mie pulsioni, le mie scelte. Traggo piacere dal bere, dall’essere violento, dall’avere desideri sessuali perversi. Perdo il controllo di me stesso, niente riesce a trattenermi! Saboto tutto ciò che intraprendo. Traggo un malevolo piacere a contrariare chiunque e soprattutto me stesso, ma me ne accorgo solo quando è troppo tardi. Non capisco: mi sono messo a fare cose che vanno contro i miei stessi interessi...”.

In quanto agli angeli ribelli, si ingegnano a spingerci verso i nostri difetti più negativi, sfruttando tutto ciò che vi è di debole e cattivo in noi, per farci sprofondare nel caos. La loro pericolosa influenza può devastare la vita della vittima e dei suoi cari.

Il mio lavoro sul tema

Per anni mi sono dedicato all’argomento del mondo invisibile e nella fattispecie degli spiriti nocivi che lo popolano, giacché mi sono reso conto che in numerosissimi casi di fallimento, mancanza di fortuna, disturbo psicologico, rottura amorosa e malessere di vivere svolgevano il ruolo di causa scatenante, alimentando poi la situazione.

Come spiegare i numerosi blocchi nella vita di certe persone, in apparenza senza motivo? Come spiegare le situazioni che si ripetono nel tempo, a volte per varie generazioni?

Come spiegare che numerose persone vivono consapevoli di non essere più se stesse, di avere sulle spalle un’altra presenza che non appartiene loro? Come interpretare le descrizioni che fanno di ciò che vedono, che odono, che avvertono? Come spiegare quello che impedisce loro di realizzarsi e di essere se stesse?

E soprattutto, come capire il fatto che nulla possa porvi rimedio, tranne una preghiera di liberazione, un esorcismo, un rituale per liberare dalla possessione? Spesso durante i consulti ho incontrato queste persone, le quali mi raccontavano di non riuscire a capire il loro improvviso cambiamento. Naturalmente sono consapevole che un medico o uno psichiatra risponderà a queste domande in maniera scientifica e proporrà una terapia chimica o psicologica. Ma io ritengo che esista un’altra via, cioè combattere contro la manifestazione dell’invisibile, del mondo degli spiriti, dei nemici sovrannaturali che ci minacciano, ci colpiscono e dai quali occorre liberarci per tornare a essere noi stessi. È ciò che la tradizione esoterica e la religione riconoscono e praticano da secoli.

Le persone che ho contribuito a liberare mediante rituali per togliere la possessione non sono testimoni della realtà del mondo invisibile, ma possono attestare l’effetto benefico e liberatorio che questi rituali e queste preghiere hanno avuto su di loro. È ciò che vi invito a scoprire nelle pagine seguenti.

Data di Pubblicazione: 28 marzo 2019

Lascia un commento su questo articolo

Caricamento in Corso...