EDUCAZIONE E FAMIGLIA   |   Tempo di Lettura: 7 min

Come educare un cane: correggi il cucciolo così coi 3 consigli dell'esperta

Come educare un cane grazie ai consigli dell'esperta

Quando un cucciolo entra a far parte della famiglia è una gioia immensa. Tuttavia, ci sono atteggiamenti del cane che è necessario correggere. Scopri quali sono e come affrontarli con i consigli dell'esperta.

Se in casa tua vive un simpatico e scodinzolante amico a quattro zampe, sai bene quanta ricchezza egli sia in grado di portare nella tua vita. Quando un cane entra a far parte della famiglia, è come se questa si allargasse e accogliesse un membro in più: tutti i padroni di cani sanno bene a cosa mi riferisco.

Ma quando in casa arriva Fido bisogna essere ben consapevoli del grosso impegno che ci si prende e delle responsabilità che ciò comporta. Questo impegno durerà per tanti anni e richiederà molti sforzi, una buona dose di pazienza e, talvolta, un po’ di spirito di sacrificio (hai presente quando fuori fa un freddo bestiale ma il cane deve uscire a fare i suoi bisogni? Ecco).

Di buono c’è che tutto l’impegno, la pazienza e i sacrifici saranno più che ampiamente ripagati dall’amore e dall’affetto che il tuo cane saprà regalarti: questo te lo posso assicurare.

Quando stai per accogliere un cucciolo nella tua vita, inoltre, devi metterti nell’ottica che dovrai occuparti della sua educazione. Come educare un cane non è questione di poco conto, e non si tratta di qualcosa che puoi improvvisare; per questo potrebbe esserti molto utile leggere un buon manuale sull’educazione canina che ti suggerisca l’approccio giusto da adottare insieme alle tecniche più efficaci per impostare una convivenza pacifica e serena con il tuo “pelosetto”.

Ricorda: se non imposterai da subito una serie di regole ben precise con il tuo amico a quattro zampe, potresti in seguito pentirtene molto amaramente, ritrovandoti a fare i conti con un cane indisciplinato e disobbediente.

Proprio per l’importanza che riveste l’educazione nel rapporto con il tuo cane, nel post di oggi ho deciso di parlarti di alcuni atteggiamenti un po’ critici che il tuo amico a quattro zampe potrebbe assumere e che è importante per te saper interpretare per capire se, e come, sia opportuno intervenire.

Il manuale di riferimento dal quale ho tratto le utili informazioni che sto per presentarti si chiama “L’Educazione del Cane e del suo Proprietario” ed è scritto dall’esperta Alexa Capra e arricchito dalle foto di Daniele Robotti.

Si tratta di un manuale che ogni padrone di cane dovrebbe avere sotto mano per capire come leggere il comportamento del proprio animale, conoscere la sua personalità e imparare a evitare i conflitti.

Ma vediamo insieme, con l’aiuto dell’esperta, quali sono 3 comportamenti potenzialmente problematici del cane e come affrontarli.

Il cucciolo morde le mani

Come spiega Alexa Capra, i cuccioli iniziano a mordicchiarsi l’uno con l’altro ancor prima di sviluppare la vista o la capacità di stare sulle quattro zampe. Tuttavia, se quando sono così piccoli non hanno ancora i dentini e non provocano alcun danno, una volta spuntati i primi denti da latte i loro morsi sono dolorosi.

Perché lo fanno? I cuccioli mordono per allenarsi alla lotta, valutare la propria forza in relazione a quella degli “avversari” e imparare a difendersi qualora fosse necessario. A due mesi, dunque, è perfettamente normale che i cagnolini mordano come piraña e, una volta separati dai fratelli, orientano questo comportamento verso gli altri partner sociali disponibili: nella fattispecie, noi. Questo atteggiamento non è da leggersi come aggressività, ma come qualcosa di assolutamente naturale per il piccolo.

Quale strategia posso adottare? Quando il cucciolo inizia a mordicchiare, puoi offrirgli un giochino come alternativa alla tua mano (perfette le trecce di stoffa), oppure lasciare che morda perché, come fa notare l’autrice del manuale, se tieni la mano ferma il cucciolo tenderà a spostare la presa sui denti premolari e molari, quasi “masticando” la tua mano con più delicatezza. Se però stringe troppo, rimproveralo con un tono fermo e assertivo, ma senza esagerare (evita di spaventarlo o di “aggredirlo”). Se si interrompe o smette di stringere troppo, fagli dei complimenti.

Verso i 3 o 4 mesi, la tendenza del cucciolo a mordere dovrebbe ridursi, ma è importante non provocarlo o evitare di giocare a farti mordere.

Il cane sporca in casa

Quando il cucciolo fa il suo ingresso nella nuova casa, si trova a fare i conti con un ambiente del tutto nuovo per lui, ricco di stimoli. In questa fase, è importante che tu riesca a trasmettergli serenità e sicurezza, evitando l’ansia o l’eccessiva smania di controllo.

Devi sapere che, a 2 mesi, il cucciolo non è ancora in grado di trattenere lo stimolo di fare i bisogni, dunque quando sporca in casa non bisogna sgridarlo troppo, ma avere la pazienza di pulire e portarlo fuori il più spesso possibile, e soprattutto appena sveglio, dopo il gioco e dopo la pappa. Nonostante ciò, va comunque tenuto in considerazione che è molto probabile, se non addirittura certo, che il piccolo continui a sporcare in casa.

Intorno ai 3 mesi, il cucciolo acquisisce la capacità di trattenersi, dunque quando si sveglia non fa più immediatamente la pipì. Ovviamente, devi portarlo fuori con regolarità per consentirgli di fare i suoi bisogni all'aperto, abituandolo in tal senso.

E se è il cane adulto a sporcare in casa?

In questo caso, spiega l’esperta, ci possono essere diverse spiegazioni:

  • un problema fisico, nel qual caso è bene rivolgersi senza indugio a un veterinario;
  • un cambio nella dieta, soprattutto nel caso di singoli episodi isolati);
  • stato di stress o di disagio del cane: bisognerebbe, in tal caso, cercare di indagarne la causa profonda;
  • volontà da parte del cane maschio di marcare il territorio (è entrato un altro cane in casa, di recente?).

Il cane mangia cibo (o altro) fuori casa

Per il cucciolo, l’abitudine di prendere in bocca e rosicchiare qualunque cosa è una manifestazione del loro bisogno di giocare, conoscere ed esplorare il mondo: si tratta, dunque, di un comportamento del tutto naturale.

Quando si è fuori casa per una passeggiata, però, il fatto che il cane raccolga e, potenzialmente, ingerisca qualcosa di strano e pericoloso per la sua incolumità, è un vero terrore per il padrone.

Il comportamento più istintivo quando il cane raccoglie con la bocca qualcosa da terra è dunque quello di intervenire repentinamente per strappargli dalle fauci l’oggetto estraneo, arrabbiandosi e sgridandolo. A me è capitato spesso, e a te?

Di fatto, dice Alexa Capra, con questo comportamento è come se stessimo dicendo al nostro cane che ha trovato qualcosa di grande valore che vogliamo noi.

Ecco che nel cane scatta la competizione e il cucciolo cercherà di ingoiare quello che ha raccolto il più in fretta possibile, oppure correrà via con quello che ha capito essere un “prezioso bottino”.

Quale strategia posso adottare?

Alexa Capra spiega che è bene lasciare che il cucciolo esplori con la bocca con un occhio sempre attento a controllare che alla sua portata non ci sia nulla di potenzialmente pericoloso o dannoso per lui.

Un trucco è quello di portare sempre con sé qualcosa di buono da offrirgli nel caso addenti qualcosa di non appropriato. Facendo in modo di attirare l’attenzione del cane su ciò che abbiamo noi, lo distoglieremo da ciò che aveva trovato. Così, mentre lui si lancerà verso il nuovo oggetto di interesse (che sia cibo o un giochino poco importa), potrai così sottrargli con calma ciò che non desideri che afferri o ingerisca.

E il tuo cane adotta o ha adottato in passato comportamenti di questo tipo? Come ti sei comportato? I consigli di questo post ti sono sembrati utili? Come sempre, ti invito a lasciare un commento qui sotto per condividere la tua esperienza con tutta la nostra comunità di lettori. Alla prossima!

*****

Qui sotto trovi una selezione di titoli incentrati sul cane e la sua educazione. Per tanti altri libri su come educare un cane, vai alla sezione Addestramento e Cura del Cane.

Data di Pubblicazione: 25 gennaio 2019


Torna su
Caricamento in Corso...