SPIRITUALITÀ ED ESOTERISMO   |   Tempo di Lettura: 6 min

Come usare i codici della saggezza

Come usare i codici della saggezza

Scopri come applicare i codici del potere alla tua vita per trarne benefìcio leggendo l'anteprima del libro di Gregg Braden.

Come usare i codici della saggezza

Quando sei in uno stato di difficoltà, ti invito ad aprire il libro, scorrere l’indice ed esplorare la parte che attira la tua attenzione o rispecchia la natura del problema che stai affrontando in quel momento.

I passi esposti di seguito descrivono una sequenza consolidata che consente di applicare i codici della saggezza e i codici del potere alla tua vita per trarne benefìcio, come hanno fatto i nostri antenati.

Passo 1. Prendi confidenza con il codice della saggezza che hai scelto: leggi la fonte e conosci il contesto.

Questo primo passo è efficace e crea un’apertura che invita le parole del passato a esserti utili nel presente. Per esempio, sapere che siano ancora oggi accessibili le stesse parole che tremila anni fa protessero Mosè dai pericoli del viaggio che lo condusse sul monte Sinai, dove ricevette i Dieci Comandamenti, ci dà motivo di credere che la protezione data a Mosè sia disponibile anche per noi.

Passo 2. Sposta l’attenzione con la Quick Coherence Technique.

I semplici passi con cui spostiamo l’attenzione e il respiro risvegliano una rete di cellule specializzate che hanno sede nel cuore, chiamate neuriti sensori. Queste cellule attivano una sequenza di segnali elettrici e ormonali nel corpo, creando un’apertura emotiva che consente di accogliere un nuovo punto di vista.

Portare la consapevolezza nel cuore è efficace perché, mentre il cervello in genere percepisce il mondo in termini di polarità - sinistra/destra, buono/cattivo, successo/fallimento e così via -, il cuore non lo fa: il cuore è un organo non polare. Quando recepiamo i codici della saggezza con l’intelligenza del cuore da una prospettiva unitaria, acquisiamo una nuova obiettività e un modo più sano di vedere le difficoltà.

Molte scoperte rivoluzionarie che riguardano il cuore umano si devono agli scienziati dell’HeartMath Institute, un centro di ricerca all’avanguardia dedicato alla comprensione del potenziale del cuore umano. Conoscendo quali sono le condizioni di attenzione e respiro che diffondono armonia nel corpo (uno stato definito coerenza psicofisiologica), possiamo ricreare le stesse condizioni per ottimizzare il potenziale dei codici verbali nella nostra vita. La tecnica per raggiungere questa armonia è chiamata giustamente Quick Coherence Technique, perché è stata condensata in due semplici passi.

Ognuno dei due passi invia al corpo segnali che alleviano lo stress e ottimizzano il potenziale di guarigione. Combinati insieme, la tecnica genera una totale armonia nel corpo, una condizione che sperimentiamo normalmente quando ci sentiamo al sicuro e abbiamo un senso di benessere.

La Quick Coherence Technique

Porta l’attenzione e il respiro al cuore. Sposta l’attenzione dall’area della mente all’area del cuore e comincia a respirare più lentamente del solito, come se il respiro provenisse direttamente dal cuore. Rallentando il respiro segnali al corpo in generale e al cuore in particolare che sei in un ambiente sicuro e che puoi rivolgere l’attenzione dentro di te.

Questo passo è di per sé una tecnica efficace da usare quando ti senti sopraffatto dagli eventi della giornata o semplicemente desideri risintonizzarti con te stesso. Inoltre determina le condizioni per il passo B descritto di seguito.

Attiva una sensazione positiva. Dal centro del cuore, cerca di provare un’autentica sensazione rigenerante: gratitudine, apprezzamento o cura per qualcuno o qualcosa che ti è caro. La chiave di questo passo sta innanzitutto nel suscitare l’emozione al meglio delle tue capacità e poi arrenderti a quella sensazione, accoglierla pienamente e lasciare che s’irradi dal cuore al corpo fino a pervadere l’intero essere.

Questi semplici passi creano le condizioni per ottimizzare l’armonia e la coerenza tra il cuore e il cervello.

(Adattamento pubblicato per gentile concessione dell’HeartMath Institute).

Passo 3. Rileggi il codice della saggezza.

Dalla prospettiva della connessione tra cuore e cervello creata con il Passo 2, rileggi mentalmente o ad alta voce il codice della saggezza che hai scelto. Senza giudicare l’arcaica e talvolta rudimentale grammatica, la costruzione poco elegante della frase o le differenze di traduzione, lascia che la saggezza e l’intenzione del messaggio pervadano il tuo essere nel momento presente. Ascolta l’intenzione delle parole al meglio delle tue capacità, come se stessi pronunciando il codice, la preghiera, l’inno o il mantra direttamente dal cuore. In molte tradizioni antiche, per esempio fra i monaci tibetani, si pronunciano i codici della saggezza nell’atto di espirare.

Continua a pronunciare o a espirare le parole del codice della saggezza per almeno tre minuti. Gli scienziati hanno scoperto che questo è il tempo minimo richiesto dal corpo per fissare le sue reazioni ai cambiamenti emotivi che si producono con i codici delle parole.

Passo 4. Nota le sensazioni del corpo.

Il corpo risponde rapidamente ai cambiamenti che crei nella consapevolezza e nel respiro. Anche se all’inizio possono essere impercettibili, i cambiamenti diventano più evidenti man mano che ti sintonizzi sulle tue sensazioni.

  • Presta attenzione alle sensazioni fìsiche: sei ansioso o calmo? Nervoso o rilassato?
  • Presta attenzione alle emozioni: hai paura o ti senti al sicuro? Sei confuso oppure hai tutto sotto controllo?

Non ci sono risposte giuste o sbagliate. La chiave, qui, è notare la differenza dal momento in cui hai cominciato il processo del codice verbale al momento presente.

Conclusioni

Ripeti questo processo più volte al giorno, potrebbe anche essere la prima cosa che fai per iniziare la giornata e l’ultima prima di andare a dormire. Come per qualunque abilità, più ti eserciti a creare coerenza tra cuore e cervello, più ti sarà facile farlo. E con la facilità l’esperienza sarà sempre più naturale. Man mano che acquisti dimestichezza, riuscirai a mantenere la connessione tra cuore e cervello per lunghi periodi di tempo.

Anche se oggi gli studi descrivono la coerenza e i motivi per cui funziona, gli antenati non avevano bisogno della scienza per beneficiare dell’armonia che la coerenza apportava nella loro vita. Scoprirono da sé che le tecniche per regolare il respiro e concentrarsi sul cuore nel momento del bisogno dava loro la forza necessaria per sopravvivere alle situazioni estreme. Se sei interessato ai dettagli scientifici della coerenza tra cuore e cervello, alla sua scoperta e alle sue applicazioni, leggi i primi due capitoli del mio libro Il potere della resilienza (vedi i riferimenti bibliografici alla fine del libro).

Data di Pubblicazione: 18 febbraio 2021

Lascia un commento su questo articolo

Caricamento in Corso...