Scopri con 2 Semplici Esercizi come Vedere e Sentire l'Aura Umana

Anteprima del libro "L'Esperienza Sciamanica" di Kenneth Meadows

Esercizio - Vedere l'aura

Procurati un pezzo di carta azzurro pallido o di materiale rigido. Stendi la mano, con le dita allargate, circa 30-40 cm davanti a te e 8-10 cm dal materiale d'appoggio. Se adesso osservi lo sfondo come attraverso la tua mano, dovresti vedere una sottile nebbia blu estendersi dalle punte delle tue dita e dalla mano. Potrebbe sembrare un sottile fumo blu, che crea un contorno chiaro. Questo è il Corpo Energetico che prende grossolanamente la forma del corpo fisico e fa parte dell'aura.

Fai stare un amico o un compagno a una certa distanza da te e con uno sfondo discreto dietro di lui. Concentra il tuo sguardo su tutta la persona, poi rilassa gli occhi e falli andare fuori fuoco, come se stessero guardando attraverso di lui. Dovrai probabilmente provare questa tecnica qualche volta prima di renderti conto della nebbia indistinta attorno alla figura. Questa è l’aura. Se cerchi di fissare i tuoi occhi su di essa, è probabile che la luce aurica svanisca, per cui devi imparare ad analizzare ciò che stai vedendo mentre i tuoi occhi mantengono uno sguardo fisso. La dimensione e la forma cambiano mentre osservi? Qual è il colore predominante? Puoi distinguere altri colori? L’annebbiamento sta diventando più chiaro? Scrivi le tue impressioni subito, mentre hai ancora la mente fresca. È importante registrare la tua attività d’addestramento sciamanico e questo è un buon modo per cominciare.

Chiedi al tuo compagno di fare lo stesso esercizio, con te come soggetto, e confronta i risultati. Esercita questo modo di sentire o vedere regolarmente per alcuni minuti nei giorni successivi e annota ogni volta le tue esperienze. A tempo debito, col crescere della tua abilità, osserverai l'aura più ampiamente e più in dettaglio.

Nei giorni di sole, quando c'è molta energia nell'aria, le aure possono essere sentite o viste più facilmente. Assicurati di essere rilassato e calmo. Il segreto è non sforzarsi troppo!

Gli sciamani non solo usano la vista estesa, bensì regolano anche i sensi dell'olfatto e del tatto. Quindi, oltre a vedere un'aura, dobbiamo anche essere capaci di sentirla, e la maggior parte delle persone lo trova più facile. Ecco una serie di esperimenti che puoi fare da solo o con un compagno per sviluppare il tuo tatto aurico.

Esercizio - Sentire l'aura umana

Tieni la mano sinistra verticale davanti a te eia mano destra orizzontale, con le punte delle dita a circa 3 o 4 cm dalla mano sinistra. Muovi molto lentamente le dita su e giù sul palmo. In questo modo stai disegnando la tua mano su quella parte dell’aura che è più vicina al corpo. L'aura sembrerà un leggerissimo solletico sul palmo, o una leggera brezza. Altri livelli più sottili di aura possono essere sentiti allontanando verso l'esterno le mani dalle tempie. È possibile avvertire anche i cambiamenti nella frequenza di vibrazione.

Un altro metodo è sedersi tenendo le mani davanti a sé, in modo che le punte delle dita siano vicine senza toccarsi veramente. Se senti una sensazione simile a quella di sfiorare i peli del corpo, quella è la tua energia aurica.

Se hai un compagno prova questo terzo metodo.

Fallo stare in piedi davanti allo specchio, a circa 50 cm di distanza. Mettiti dietro di lui e chiedigli di chiudere gli occhi e di dirti il momento esatto in cui sente le tue dita toccargli i capelli. Tieni le mani, con i palmi rivolti verso il basso e leggermente concavi, a circa 30 cm dalla testa. Adesso fai scendere le mani molto lentamente finché non senti una pressione dolce e leggera, quasi come la delicata morbidezza dei capelli. È probabile che il tuo compagno dirà che gli stai toccando la testa, quando in realtà le tue dita si sono fermate alla morbida zona di pressione proprio sopra la testa. Quella pressione che senti è la superficie dell’aura, e il tuo compagno avrà la sensazione che tu gli stia toccando i capelli o la pelle. Lascia le mani dove sono, e chiedi al tuo compagno di aprire gli occhi. Potreste sorprendervi entrambi di questo piccolo esperimento.

La chiave del successo di questi semplici esercizi preliminari sta nel riuscire a rilassarsi, elemento vitale per ogni attività sciamanica.

Lo sciamano usa le onde per rilasciare la tensione e rallentare il cervello. Dato che il sistema di controllo fisico ha poco da fare, l'energia può essere liberata per espandere la mente e la vista. Il rilassamento rallenta il flusso di pensieri che fluisce attraverso il cervello, e questo è essenziale affinché i circuiti mentali passino a un pattern Alpha più basso, che sposta l'accento dalle funzioni logiche, analitiche e sequenziali del lobo sinistro all'attività intuitiva, olistica e creativa del lobo destro.

Il rilassamento sciamanico è una tecnica per lasciare andare. Per molti di noi, che viviamo in una società moderna  colpevole di operare una forte pressione, consiste in più di un rilassamento muscolare, poiché lo stress di cui soffriamo non è proprio il risultato di uno sforzo fisico, quanto piuttosto di pressioni emotive e mentali. Questo tipo di rilassamento comporta più del semplice mettere da parte le preoccupazioni lavorative, le difficoltà amorose, i problemi familiari, e i pensieri e i crucci della vita quotidiana: implica lasciarli andare. Perché queste preoccupazioni giornaliere hanno trovato un'espressione fisica - nella tensione delle labbra e degli occhi, nel sistema digestivo, e in vari dolori - e solo liberando questi complessi emotivi e mentali, i muscoli del corpo possono rilassarsi a dovere.

Il vero scopo del rilassamento per l'esploratore sciamanico è espandere la coscienza. Vuoi vedere, udire e sentire le energie che sono state finora fuori dalla portata della tua esperienza? Per poter ottenere questo stato sciamanico devi essere rilassato, in uno stato di calma ricettività, lontano dalle chiacchiere e dal vocio dell'attività mondana, dove non ci sono esigenze da soddisfare e dove puoi invece essere attento alle comunicazioni interiori. È per aumentare la consapevolezza che gli sciamani si rilassano. È la luce della coscienza che porta informazioni nel regno dell'esistenza e da un livello esistenziale all'altro. La consapevolezza è principalmente una funzione dello spirito. Quando è passiva, è ricettiva. Quando è attiva, si impegna nel cosiddetto «pensare». L'abilità di percepire le realtà non comuni si raggiunge attraverso la consapevolezza passiva - solo osservando, solo rimanendo consapevoli.

Pratichiamo allora la tecnica del rilassamento - del lasciare semplicemente andare.

Questo testo è estratto dal libro "L'Esperienza Sciamanica".

Logo Giardino dei Libri

Articoli Correlati

L'Esperienza Sciamanica

L'Esperienza Sciamanica

Guida pratica ai poteri psichici

Di Kenneth Meadows

Un must-read per tutti coloro che vogliono cambiare la propria vita attraverso la saggezza degli sciamani. Kenneth Meadows, antropologo autorevole e punto di riferimento nell’ambito dello sciamanesimo contemporaneo, ci inizia all’esperienza sciamanica, guidandoci in un percorso di risveglio e di consapevolezza. Attraverso un’esposizione chiara e coinvolgente e numerose pratiche ed esercizi, il libro "L'Esperienza Sciamanica" ci insegna a...

€ 18,70 Invece di € 22,00 Sconto 15%

  Più informazioni su L'Esperienza Sciamanica

Torna su
Caricamento in Corso...