SPIRITUALITÀ ED ESOTERISMO

Cos’è lo Yoga? Corpo Mente e Spirito: i tre aspetti fondamentali

Cos’è lo Yoga?

Scopri come espandere le tue facoltà, conseguire l’equilibrio e aprirti all’infinito e alla creatività leggendo lanteprima del libro di Yogi Bhajan.

Cos’è lo Yoga?

Un'Avventura nella Consapevolezza di Yogi Bhajan, Ph.D

Le persone non hanno una comprensione di base dello yoga. Alcuni pensano che lo yoga sia una religione. Altri pensano che sia per la vitalità e il benessere. Altri ancora pensano che serva a promuovere la personalità. In verità, tutto questo è un fraintendimento. La parola yoga, così come la intendiamo noi in Occidente, deriva dalla parola biblica yoke. Se verificate l’originale parola in Sanscrito, è jugit. La definizione di yogi è una persona che si è completamente appoggiata sulla coscienza suprema, che è Dio. Lo yoga è l’unione della consapevolezza dell’unità individuale con la consapevolezza infinita. Questo è ciò che significa.

Secondo la tradizione il vostro sé potenziale è infinito, che voi lo sappiate o meno. Resta il fatto che la mente di ogni essere umano appartiene all’infinito e alla creatività. Ma nella pratica, essa è limitata. Quindi è necessaria una abilità tecnologica specifica con cui un uomo può espandere le proprie facoltà mentali allo scopo di conseguire l’equilibrio per controllare la propria struttura fisica e sperimentare la propria parte infinita. In termini molto semplici, questo è tutto quello che significa yoga.

In questa nostra vita, lo yoga è notevolmente necessario. Al giorno d’oggi l’essere umano non capisce perché è un essere umano o cosa significhi essere un essere umano. Parlare della propria infinità e conoscere e sperimentare l’infinito è un grosso problema. Ricordate che questa saggezza non vi sostiene. La saggezza diventa conoscenza solo quando ne fate esperienza. Solo l’esperienza di quella conoscenza, gyan, può sostenervi e supportarvi. Solo perché sapete o credete che qualcosa sia vero non significa che possiate agire in base ad esso. Ma se conoscete la verità e agite in questo percorso, e se trovate beatitudine, successo e soddisfazione dentro di voi, allora non ci sarà nessun potere sulla terra che potrà farvi sbagliare.

Una volta vista la gioia di quella verità e aver goduto di quella bellezza, siete a posto. Alcune persone fraintendono questo concetto. Dicono che va bene conoscere la verità. Sostengono che la saggezza è buona ma non la conoscenza. La saggezza diventa conoscenza quando diventa esperienza personale. E qualunque cosa che possa sostenervi e supportarvi è conoscenza. Un guru può darvi la saggezza ma non può darvi la conoscenza. E in questo punto in cui di solito facciamo confusione. Pensiamo che tizio sia un uomo saggio. Impariamo da lui, lo serviamo, sentendoci in sintonia con lui ogni cosa andrà bene. Ma no, non va in questo modo. Lui potrà darvi l’abilità tecnologica specifica ma la conoscenza è vostra. Sua è la saggezza. Perciò lui riveste un ruolo essenziale nella partita ma voi ugualmente ne avete uno essenziale.

Il primo aspetto: il corpo fisico

Il primo aspetto che come esseri umani dovete comprendere è il vostro veicolo, il corpo fisico o grossolano. Avete un marchingegno interiore davvero complesso. Non solo per la carne e ossa che potete vedere. È un sistema molto sistematico. Possiede ghiandole, circolazione sanguigna, un apparato respiratorio, pulsazioni del battito cardiaco, un cervello e un complesso sistema nervoso. Tutti questi sistemi si combinano sopra una struttura di carne e ossa per costituire il vostro sistema fisico. È un sistema funzionale. Come tutti i sistemi funzionali necessita di pulizia, cura e sintonizzazione. Ha anche bisogno di un accurato accertamento delle sue capacità di agire, dell’ampliamento del suo potenziale e delle sue possibilità di longevità; tutto questo per prendervene cura come prima cosa.

Se qualcuno vuole completamente rovinare sé stesso deve mangiare eccessivamente. Dopo dieci o quindici giorni sarà in ospedale. Non c’è problema. A New York incontrai uno di questi casi. Dissi “Perché ricevi sussidi dallo Stato?” Lui rispose “Non riesco a tenere insieme i pezzi”. Questo mi sorprese. Il suo problema era che mangiava troppo. Si sarebbe sentito male e sarebbe finito in ospedale. Alle dimissioni gli avrebbero raccomandato di prendere precauzioni e non farlo di nuovo. Ma lui avrebbe nuovamente mangiato in modo eccessivo, si sarebbe sentito male e ritornato in ospedale. Era un circolo vizioso.

Il corpo fisico è il tempio essenziale nel quale potete depositare il tesoro della felicità della vostra vita. Dovete capirlo. Quando siete giovani potete giocare col corpo fisico. Ma nell’età matura il corpo ve la farà pagare per averci giocato. Non potete evitarlo. Quindi il corpo deve avere un programma. Dovete fare un calcolo su una scala che varia a seconda dell’età. Supponiamo di dover vivere cento anni. Ho un piano per questo. Come dovrei tenere questo modello del 1929 o qualsiasi altro modello esso sia? Da quell’anno volete vivere fino a cento anni. Se comprate una macchina nel 1970 che viene usata solo da una persona, potete prevedere che con regolare manutenzione, cambio di olio ecc., possa raggiungere un certo chilometraggio. Ma se in pratica non programmate un controllo regolare, dopo due anni dovrete comprare una nuova macchina. Voi siete molto contenti di comprare una macchina nuova perché vi dà uno status nella società ed è sempre bello guidare una macchina nuova. Ma non funziona nello stesso modo col corpo umano. Non siete cosi temerari da poter dire dopo cinque o dieci anni: “Va bene, posso cambiare il corpo umano, posso entrare in un altro”. La vostra consapevolezza individuale non è entrata così misticamente in sintonia con quella universale da poterlo fare. Ci sono persone, ci sono stati esseri umani, che l’hanno fatto. Non è un’impresa inusuale ma la maggior parte delle persone non sa come farlo. In ogni caso, è fondamentale fare il meglio con quello che si ha.

In questo corso studieremo il corpo umano alla luce della terapia dello yoga per rendervelo comprensibile e mostrarvi come utilizzarlo al meglio. Dovete riuscire a tenere il vostro corpo al livello di consapevolezza che scegliete in modo tale che possa esservi utile nel modo migliore, senza molti problemi. Questo è il massimo che potete fare.

Il secondo aspetto: la mente

Il secondo aspetto della nostra vita umana è la nostra mente. Se l’orizzonte del pensiero e della comprensione, della tolleranza e della pazienza è limitato, e se la mente non è così meravigliosamente funzionale da vedere l’invisibile e comprendere le conseguenze delle azioni, è praticamente impossibile vivere una vita felice; perché se non possedete una mappa stradale non potete sapere dove state andando. Quindi cosa state facendo? Solo guidando? Questo è quello che facciamo nella vita. Non voglio prendervi in giro. Voglio che vi sentiate molto felici e buoni, ma devo darvi una valutazione fondamentale sulla natura umana e una veduta d’insieme.

Qual è lo scopo della vostra vita? “Oh, va tutto bene”. Cosa va bene? Niente! Chiedete a tutti. Tutti hanno una ventina di lamentele riguardo a se stessi. Perché? Dove va il tempo? La mattina presto andate in ufficio e guadagnate soldi. Sabato dovete pagare le bollette e fare la spesa. Se c’è un lungo fine settimana dovete occuparvi delle tasse. Trecentosessantacinque giorni vanno così. Solo negli anni bisestili aggiungete un giorno in più, e questo capita solo dopo quattro anni. Siamo così impegnati nella vita al punto che non conosciamo niente di meglio. E quando non conosciamo niente di meglio, come può questo meglio arrivare? Abbiamo trascorso i nostri anni con tale velocità che non sappiamo come siamo stati sostenuti, se non consideriamo la benedizione di Dio.

Questa struttura funzionale della macchina umana è così meravigliosamente realizzata dal Creatore da potersi ristabilire da scossoni e problemi comuni. È uno shock mentale importante e molto raro che può danneggiare la vostra energia mentale. Quando c’è una pressione costante e nessun rilassamento, quando non c’è uno sbocco di uscita, oppure ancora quando nella vita c’è una monotonia continua o un vuoto persistente nella capacità psichica, il risultato è una mente distrutta e la mancanza di felicità. Allora dovete andare da uno psichiatra o consulente o uno yogi o fare qualcosa. Dovete dipendere da qualcuno. Allora ogni uomo saggio vi metterà una corda al naso e vi porterà in giro. Ma io non credo in questo. Io credo che ogni persona rappresenti Dio.

Ci sono tre lettere fondamentali che formano la parola “God” (Dio): G-O-D. Queste tre lettere stanno per principio generatore, principio organizzatore e principio distruttore. Quello che abbiamo fatto è stato prendere la prima lettera di ciascuna delle tre parole e metterle insieme per creare la parola “God”. Dio non è il tizio che sta al settimo cielo dall’inizio dei tempi che ci guarda. E il principio generatore. È l’Infinito che tende all’Infinito in rapporto alla creatività totale. Tutto accade attraverso il suo cambiamento. Ci hanno fatto il lavaggio del cervello ma questo deve essere compreso chiaramente.

Diciamo sempre: “Quando prego, arriverà Dio”. Cos’è la preghiera? Avete mai capito cosa sia una preghiera? Voi create un effetto vibrazionale che va nella creatività infinita intorno alla vostra psiche, e le risposte che arrivano sono l’espressione energetica del lavoro fatto. Quando dite “Bene, la preghiera funziona”, è solo la vostra mente che ha il potere di concentrarsi e lavorare con quella bellezza.

Ricordate che avete tre aspetti. Possedete il sé più basso, il corpo grossolano o fisico; possedete il sé centrale, meglio conosciuto come il sé esistente; possedete il sé più elevato, che è un sé potente, sofisticato e delicato. Perciò potete lavorare su qualsiasi livello e potete andare su e giù, ma dovete allenarvi attraverso la vostra esperienza personale. Potete acquisire saggezza da A, B e C. Non importa. Se potete acquisire saggezza da qualcuno, è sempre un bellissimo regalo. E un dono speciale se trovate qualche persona che rimane con voi e vi consente di passare attraverso quell’esperienza. Voi siete un individuo consapevole di Dio perché avete il potere dell’infinità mentale.

Adesso sto parlando in due linguaggi. Ossia, sto parlando sia in modo scientifico che con un linguaggio mistico. In questo modo li potete capire entrambi. Quando dite “Sono un persona consapevole di Dio” significa solo che realizzate le vostre capacità e abilità mentali. Non c’è niente di più di questo perché tutto quello che possedete è la vostra mente. Se qualcuno è splendido oppure sgradevole con voi, è la vostra valutazione mentale. Qualcuno vi sembra ricco malgrado non vi abbia dato un penny. Per voi è ricco per la vostra valutazione mentale. Potete immaginare che qualcuno sia povero nonostante possa avere un milione di dollari posti proprio sotto il suo sedile. Potete definirlo povero a causa della vostra mente. Effettivamente, tutto dipende dalla prospettiva della vostra mente. Il problema con la vostra mente è che quello che pensate, poi diventate. Come può l’uomo sviluppare le sue facoltà mentali per percepire ogni cosa in modo corretto? Mi piacerebbe formarvi in questa capacità in modo che possiate avere una vita felice intorno a voi.

Il terzo aspetto: l’anima, lo spirito

Il terzo aspetto dell’essere umano è l’anima, lo spirito. Così come nessuna lampada può bruciare senza combustibile, nessuna vita può esistere senza una relazione con lo spirito all’interno di essa. Lo spirito ha molti significati, sfumature e sfaccettature. Se c’è una caratteristica centrale, è quella del generale flusso dell’energia cosmica. Nel cattolicesimo questo flusso si chiama Dio. Nello yoga lo chiamiamo energia cosmica. Il significato è esattamente lo stesso.

Dovete capire la vostra relazione fisica con quella energia infinita e come sintonizzarvi con essa per raggiungere i vostri obiettivi; in questo modo potete realizzare una vita sana, felice e santa, una vita onesta, una vita appagante, una vita meravigliosa in cui potete sentire dentro di voi la contentezza di esistere. Dovreste essere così soddisfatti che nel caso doveste lasciare questo pianeta dovreste dire solo “Grazie”. Dovreste ringraziare. E se arrivano i brutti momenti, dite solo “Meraviglioso”. Arriveranno i giorni buoni, dite “Va bene”.

Dopotutto, cos’è la vita? È un’onda. La luce deve seguire la notte come la notte deve seguire il giorno. La luce del sole deve seguire le nuvole, le nuvole devono seguire la luce del sole. Ma voi sentite che siete realmente qualcosa di speciale. Volete il sole per tutto il tempo. Se un uomo sta sotto il sole costantemente si scotterà il naso e gli occhi non vedranno bene. Nessuno al mondo può vivere tutto il giorno sotto il sole. C’è qualcuno disposto a farlo? No. Questo su e giù è la bellezza. Essere sempre felici è una cosa molto noiosa. Non potete vivere in questo modo. Dovete avere ogni tanto un piccolo strattone e semplicemente sentire dove siete e dove dovreste essere. Questo è il motivo per cui chiamiamo vibrazione questa vita. Cos’è realmente una vibrazione? La vibrazione è ciò che vibra. E cos’è? Una traiettoria di vibrazione. Su e giù! Un’onda. Così come si muove un’onda, ugualmente si muove la vita. Cos’altro vogliamo oltre questo? Cosa desideriamo? Desideriamo una mente neutrale che comprende l’onda. Conoscete tutti il surf? Alcuni vanno a fare surf quando ci sono correnti forti. Si divertono. Altri invece impazziscono all’idea. Una mente evoluta, artistica e con autocontrollo cavalca le onde della vita e si diverte.

Se una persona con una tale mente si trova in un brutto momento, può sedersi e dire: “Oh, Dio! Meraviglioso! Cosa vuoi? Un brutto momento? Quindi, cos’è per me? Non mi interessa”. La persona comunica, parla, sente il divertimento. Non è turbata. Sa che dopo quella notte arriverà una buona giornata tiepida. Si divertirà parecchio. Allora preserva la sua energia. Si mantiene concentrata e integra. Quando arriva il momento in cui si può espandere e fruirne, esce allo scoperto con tutta la sua energia e ne gode costantemente. Tale qualità neutrale della mente ha bisogno di essere sviluppata, deve essere allenata; deve essere costruita e percepita. Le facoltà e capacità della mente devono essere orientate in questa linea di condotta. Se questo non fosse possibile, nulla è possibile. Questo processo è un’altra importante parte dello yoga.

Kundalini Yoga

In realtà Kundalini Yoga significa consapevolezza. La consapevolezza è una relazione finita con l’infinito. Questo è ciò che significa. Questa energia dormiente è in voi. Questa consapevolezza dorme dentro di voi e voi sperimentate solo la vostra capacità limitata. Ma quando viene ampliata fino all’infinito, voi rimanete comunque voi stessi. In quella situazione non esiste nessuna carenza. E' quella che viene chiamata struttura umana basilare, l’impalcatura per mezzo della quale dobbiamo funzionare. Vi piace? Siete disposti ad accettare tutto questo? Ho intenzione di mettere a fuoco questa struttura e il modo in cui funziona. Non so se sarete d’accordo con me e non voglio che siate sempre d’accordo con me. Ricordate una cosa: non siate d’accordo con me in tutto. Se avete qualche punto di disaccordo, fatelo presente. Io amo le discussioni, ma voglio che sia un altro uomo a provocarle. Non voglio insinuare una domanda nella mente delle persone.

Tutti noi vogliamo avere una buona salute. Molte persone pensano che ci ammaliamo perché non abbiamo abbastanza conoscenza. Il mio personale pensiero è molto differente. Non credo che nessuno desideri essere malato. Ma non credo nemmeno che non permettiamo di non ammalarci. Lo facciamo. Ogni tanto ci permettiamo di ammalarci.

Data di Pubblicazione: 24 ottobre 2019

Lascia un commento su questo articolo

Caricamento in Corso...