OGGETTISTICA   |   Tempo di Lettura: 7 min

Differenze tra estrattore e centrifuga: guida rapida alla scelta

Differenze tra estrattore e centrifuga

I succhi di frutta e verdura freschi sono un mix di gusto ed energia. Sia la centrifuga che l'estrattore ti consentono di preparare squisiti succhi fatti in casa, ma funzionano in modo diverso. Scopriamo insieme le differenze tra estrattore e centrifuga!

Estrattore o centrifuga? Il dubbio amletico

Estrattore e centrifuga sono due piccoli elettrodomestici dei quali, soprattutto negli ultimi tempi, si sente parlare con una certa frequenza. Allo stesso modo, ci si interroga molto su quali siano le principali differenze tra estrattore e centrifuga, in modo da fare un acquisto ponderato e consapevole.

Da qualche anno a questa parte, infatti, si sta diffondendo una maggiore consapevolezza in merito alle scelte alimentari. Sono l’unica ad averlo notato o anche tu hai fatto caso al fatto che sempre più persone prestano attenzione ai cibi che assumono? E per fortuna!

Tra i diversi alimenti, per le innumerevoli proprietà nutrizionali e i tanti benefici che apportano alla salute, frutta e verdura assumono un ruolo di primissimo piano. Essi, inoltre, sono gli assoluti protagonisti della dieta vegetariana e di quella vegana, tendenze che contano sempre più adepti tra le loro fila.

Estratti e centrifugati

Ma se in tanti sembrano aver compreso il ruolo centrale di frutta e verdura nella propria dieta, non sempre c’è altrettanta chiarezza per quanto riguarda la tecnologia in cucina, con la conseguenza che le possibilità da essa offerte rimangono spesso inesplorate. Un vero peccato, non credi?

Ma la conoscenza è potere, e in questo post vorrei provare a fare un po’ di chiarezza sulle principali differenze tra estrattore e centrifuga, oggetti che ti permettono di scatenare letteralmente la tua fantasia e tramutarti nel re o nella regina della frutta e verdura in cucina.

I succhi di frutta e verdura, soprattutto se di stagione, sono davvero squisiti (oltre che sani). Anziché comprarli già pronti, con una centrifuga o un estrattore puoi crearli a casa e gustarli sul momento! Non ti stuzzica l’idea di scegliere il mix di frutta e verdura che preferisci e fare un pieno di vitamine, sali minerali e fibre? Per non parlare poi della possibilità di giocare con le combinazioni pressoché infinite di gusti e colori!

Io adoro frutta e verdura, e tu?

Una piccola premessa: nonostante essi vengano spesso contrapposti e considerati quasi antagonisti, sia la centrifuga che l’estrattore sono strumenti validi per ricavare ottimi succhi di frutta e verdura.

Nonostante ciò, dal momento che i due elettrodomestici si basano su principi di funzionamento diversi, è chiaro che ci sono differenze anche in quanto ai risultati ottenuti.

Se la differenza tra estrattore e centrifuga non ti è chiara, niente paura, ora entreremo più nel dettaglio in modo tale che, se stavi pensando di acquistare estrattore o centrifuga, tu possa fare una scelta consapevole.

Centrifuga: come funziona?

La centrifuga riesce ad estrarre il succo dalla frutta e dalla verdura grazie a un'affilata lama rotante ad alta velocità che genera una forza centrifuga. Questa spinge la poltiglia ottenuta verso un setaccio con fori molto piccoli che filtra il composto trattenendo gli scarti e lasciando andare il succo all’interno del bicchiere, posto sotto il beccuccio. Il processo richiede solo pochi minuti ed è molto comodo perché la frutta e la verdura possono essere inserite nella centrifuga anche intere e triturate senza alcuna difficoltà.

Estrattore: come funziona?

L’estrattore ha un meccanismo di funzionamento diverso rispetto a quello della centrifuga. Qui, infatti, il succo è ricavato da una sorta di vite a spirale, la cosiddetta coclea, che effettua una spremitura lenta degli alimenti. La coclea, ruotando su se stessa, non trita il cibo, ma lo “mastica” e lo spreme separando la polpa dal succo. La spirale si trova generalmente all’interno di un filtro ed effettua un numero di giri assai inferiore rispetto alla lama della centrifuga. Il processo, in questo caso, richiede un certo tempo (fino a 30 minuti) ed è generalmente necessario inserire il cibo già tagliato.

Quali alimenti per quale strumento?

Detto ciò, bisogna aggiungere che il meccanismo di funzionamento di centrifuga ed estrattore fa sì che il tipo di alimenti che si prestano ad essere lavorati differisca dall’uno all’altro. Più nel dettaglio:

Alimenti come le verdure a foglia verde o la frutta secca, che non contengono molto succo, non sono adatti ad essere centrifugati, ma si prestano a essere lavorati con l’estrattore, che lavorando più lentamente riesce a ottenere la massima quantità di succo possibile, “strizzando” per bene tutta la materia prima. L’estrattore, inoltre, consente di preparare dell’ottimo latte vegetale fatto in casa (ad esempio latte di nocciola, di mandorla o latte di soia).

Succo estratto e succo centrifugato: questione di gusti!

Spostando il focus dell’attenzione dallo strumento usato al risultato, ovvero il succo ottenuto usando la centrifuga (il centrifugato) o il succo ottenuto con l'estrattore (estratto) possiamo notare quanto segue:

  • il centrifugato ha una consistenza piuttosto liquida, con una parte schiumosa in superficie;
  • l’estratto ha una consistenza più densa e corposa, quasi cremosa; alla vista il suo colore è più intenso e la parte schiumosa in superficie è scarsa o assente.

Succhi di frutta e verdura

Estrattore, centrifuga e proprietà nutrizionali degli alimenti

Su questo aspetto, ovvero la migliore o peggiore conservazione delle proprietà nutrizionali dei centrifugati o degli estratti, il dibattito è piuttosto acceso.

Molti sostengono infatti che il metodo di lavorazione “a caldo” della centrifuga (la cui lama, come abbiamo visto, ruota ad altissima velocità) produrrebbe calore e incorporerebbe aria nel succo. Ciò, di conseguenza, indurrebbe un processo di ossidazione e dunque un rapido deterioramento delle proprietà nutrizionali del succo.

Su questo dato, però, va detto che non c’è conformità di opinioni, né dati certi a poter confermare che il succo estratto è migliore di quello centrifugato da un punto di vista nutrizionale.

Ciò che è sicuro, invece, è che sia l’estratto che il centrifugato andrebbero idealmente consumati appena fatti. A contatto con l’aria, infatti, proprio a causa dell’ossidazione, i livelli di vitamine e altri nutrienti si riducono.

Estrattore e centrifuga: prezzi

Ma vediamo un aspetto non trascurabile al momento della scelta: il prezzo.

Costa di più l'estrattore o la centrifuga?

La risposta è presto data: l’estrattore è più costoso della centrifuga. Per entrambi gli elettrodomestici, naturalmente, il prezzo dipende dal modello scelto (ce ne sono per tutte le tasche), ma in generale si può affermare che il prezzo medio di una centrifuga si aggira intorno ai 30/40 euro, mentre il prezzo di un estrattore va dai 100 euro in su.

Riassumendo...

  • Quale strumento è più veloce nell’estrazione del succo? La centrifuga.
  • Quale rispetta maggiormente le proprietà nutrizionali dei cibi? Forse l’estrattore.
  • Quale costa di meno? La centrifuga.
  • Qual è più silenzioso? L’estrattore.
  • Qual è meno ingombrante? Dipende molto dal modello, ma generalmente la centrifuga tende ad essere più compatta.

Alla luce di tutto ciò che abbiamo detto, ti sembra di avere le idee un po’ più chiare o sei ancora confuso? La verità è che non esiste una scelta più giusta in assoluto, ma solo la scelta giusta in base alle tue personali esigenze.

Se ad esempio hai poco tempo a disposizione e vuoi berti uno squisito succo al mattino, per caricarti di tutta l’energia di cui hai bisogno per affrontare al meglio la tua giornata, è chiaro che la centrifuga ti consente di risparmiare tempo, ed è senz’altro molto pratica. Anche se il tuo budget è limitato, mi sembra più consigliabile orientarsi su una centrifuga.

Nel caso in cui tu abbia più tempo per sperimentare mille combinazioni diverse, usando non solo la frutta e la verdura ma anche, ad esempio, i semi oleosi, vai con l’estrattore. Questo elettrodomestico, secondo i suoi sostenitori, ti consente di ottenere un succo di qualità ottima, con pochi scarti.

E adesso sta a te, sia che tu scelga la centrifuga che l’estrattore, sarà comunque un’ottima idea, perché sarai invogliato a preparare bevande sane e nutrienti che non hanno nulla a che fare con quelle che trovi sugli scaffali della grande distribuzione!

*****

E se proprio non riesci a farli in casa, sul nostro sito trovi tanti Succhi di Frutta e Verdura biologici e buoni come quelli che prepareresti tu! Provali tutti!

 

Data di Pubblicazione: 16 novembre 2018


Torna su
Caricamento in Corso...