Giorni 00
Ore 00
Min. 00
Sec. 00

Scopri come far Eseguire nel Giusto Modo Esercizi Fisici al Vostro Cane

Anteprima del libro "Dog Fitness - Il Tuo Cane in Forma" di Carmen Meyer

Costruzione dell’esercizio

La strutturazione degli esercizi illustrati nel presente libro è tale da rendere possibile al vostro cane un approccio graduale all’esercizio prescelto. Ne derivano due vantaggi: da un lato le regioni corporee interessate vengono preparate passo dopo passo all’esecuzione dell’esercizio completo - senza portare il cane in posizione semplicemente tramite il luring [una tecnica che si basa sull’adescamento del cane tramite un bocconcino; N.d.R.] - dall’altro, l’animale è spinto a usare attivamente le proprie facoltà cognitive e a formarsi un’immagine chiara di quanto deve eseguire. Il cane viene dunque stimolato non soltanto sul piano fisico ma anche su quello mentale.

Nel caso percepiate che il vostro cane non abbia ancora compreso esattamente cosa debba fare, potrete facilmente compiere un passo indietro e consolidare al meglio l’esecuzione del passaggio in questione, per poi proseguire con sicurezza alla fase successiva.

Gli esercizi descritti nel testo vengono praticati ricorrendo all’ausilio del clicker training. Al riguardo svolgono un ruolo di particolare importanza il targeting (ossia un lavoro eseguito utilizzando un determinato oggetto finalizzato a fornire al cane un riferimento ottico o fisico di un punto da raggiungere e toccare, con il quale dunque interagire) e lo shaping (ossia il modellamento: l’animale deve scoprire qual è il comportamento da voi gradito attraverso piccole variazioni dello stesso). La strutturazione degli esercizi è tuttavia concepita in modo da permettere anche ai soggetti privi di esperienza nel clicker training di realizzarne gradualmente l’esecuzione. Nel caso in cui il vostro amico a quattro zampe sia particolarmente creativo o già esperto di clicker potrete addirittura saltare determinati passaggi. Non è tuttavia mai dannoso ripetere l’addestramento, giacché esso induce ad ancorare ancor meglio nella mente l’immagine dell’esercizio.

Gli esercizi possono ovviamente essere insegnati anche senza l’utilizzo di un clicker. A tal fine, durante la costruzione dell’esercizio sostituite semplicemente il menzionato “click” con una parola impiegata come “segnale”. Quest’ultima svolgerà un’analoga funzione, seppur non altrettanto precisa: rimarcherà il momento in cui il cane compie l’azione giusta e, in tal modo, trasmetterà la promessa di un bocconcino.

Click for action, feed for position? Tra gli amanti del clicker è diffuso il detto: «click for action, feed for position» il cui significato si riferisce all’uso del citato strumento per ottenere un’azione dall’animale e all’offerta di cibo-ricompensa se egli raggiunge la posizione richiesta. Seguendo tale disposizione dovrete sempre schiacciare il clicker dopo un’azione compiutamente eseguita dal cane e offrirgli la ricompensa quando si trova nella posizione immediatamente susseguente l’azione stessa: viene premiata quella posizione, che può essere poi utilizzata come punto di partenza per il successivo svolgersi del training. Se ad esempio pigiate il clicker quando il vostro cane compie il movimento di mettersi seduto - mentre appoggia il sedere sul pavimento - anche il bocconcino dovrà essergli offerto nella medesima posizione seduta. Se, invece, lo premiate una volta tornato in piedi dopo aver cliccato il “seduto”, lo addestrerete, in tutta probabilità, a mantenere per breve tempo tale posizione, per poi balzare in piedi e prendersi il bocconcino. Qualora però intendiate allenare specificamente determinate regioni corporee e gruppi muscolari, è assai importante che il vostro cane mantenga la posizione da voi prestabilita. Come avrete certamente appreso dal vostro personale allenamento sportivo, non è particolarmente faticoso assumere una determinata posizione, quanto piuttosto mantenerla nel tempo. Abbiate cura di seguire questa modalità anche nelle fasi intermedie dell’esercitazione, perché la posizione finale di una fase intermedia costituisce la posizione di partenza della fase intermedia successiva. La menzionata sequenza si rivelerà particolarmente difficile da eseguirsi durante lo svolgimento di alcuni esercizi, poiché sarà richiesto un impiego piuttosto rapido della vostra manualità. Fortunatamente i nostri cani sono molto intelligenti e per lo più comprendono sempre cosa desideriamo da loro.

Considerate il “click for position come una sfida personale - non sarà soltanto il vostro animale prediletto ad imparare qualcosa!

Esercizi preparatori

Target mano

Per lo svolgimento di numerosi esercizi è assai utile che il vostro cane conosca il “target mano”, ovvero l’addestramento tramite il quale impara a toccarne la superficie con il naso. In questo modo, potrete usare il target mano in maniera analoga a una mano con il bocconcino - con il vantaggio aggiuntivo che l’animale non starà a inseguire ciecamente quest’ultimo e voi sarete più liberi nel maneggiare clicker e bocconcini.

Per svolgere l’addestramento armatevi, appunto, di clicker e premietti. Ponete la mano davanti al muso del cane rivolgendogli il palmo piatto e mantenetela tesa affinché costituisca per lui motivo d’interesse. In tutta probabilità egli mostrerà segnali di curiosità: premete allora il clicker e premiatelo. Ripetete il gesto più volte. Abbiate cura di porgergli la mano tesa sin dall’inizio in tutte le possibili direzioni. Molto presto essa diverrà per il vostro cane il segnale per l’atto di toccarla; aggiungete tuttavia anche un’indicazione verbale, tale da indurlo a cercare il contatto anche nelle posizioni per lui eventualmente insolite.

Target naso e target zampe

Alcuni esercizi illustrati in questo libro richiedono aggiuntivamente l’intervento di un “target naso” e di un “target zampe”, le cui definizioni saranno delineate all’interno di ciascun esercizio. A tal proposito avrete bisogno di un bigliettino o post-it, oppure di un tappetino target, ad esempio una copertina. La costruzione di questo target è simile a quella del target mano: porgete al vostro cane il target, rispettivamente sul naso e sulle zampe, pigiando il clicker alla sua prima manifestazione d’interesse; ripetete poi l’azione più volte anche in diverse posizioni.

Ausili

Tutti gli esercizi sono concepiti per essere praticati in casa senza difficoltà, ricorrendo all’ausilio di utensili quotidiani. Potrete ad esempio servirvi di libri, sgabelli, sedie e copertine o tappetini per cani. Nel caso desideriate acquistare degli specifici accessori da portare con voi anche all’aperto, il DogStepper si è dimostrato di valida efficacia. Si tratta di una pedana per allenamento assemblabile che potreste utilizzare, ad esempio, per realizzare il rialzo richiesto in molti degli esercizi elencati di seguito. In appendice troverete le indicazioni circa la sua reperibilità.

QUesto testo è estratto dal libro "Dog Fitness - Il Tuo Cane in Forma".

Logo Giardino dei Libri

Articoli Correlati

Dog Fitness - Il Tuo Cane in Forma

Dog Fitness - Il Tuo Cane in Forma

Giochi ed esercizi per divertirsi insieme

Di Carmen Meyer

Giochi divertenti e esercizi mirati per il benessere del tuo cane. Un esclusivo metodo per mantenere in piena forma il tuo amico a quattro zampe, allenare in maniera mirata la sua muscolatura e rafforzare la vostra relazione. Carmen Meyer propone una serie di “trucchetti ginnici” che possono essere praticati: nelle fasi di riscaldamento prima di effettuare uno sport cinofilo; come allenamento per i cani più anziani; per addestrare...

€ 11,48 Invece di € 13,50 Sconto 15%

  Più informazioni su Dog Fitness - Il Tuo Cane in Forma

Torna su
Caricamento in Corso...