SPIRITUALITÀ ED ESOTERISMO   |   Tempo di Lettura: 7 min

I cristalli e la personalità

Scopri il legame tra i cristalli e la tua personalità

Scopri come sfruttare le qualità di un minerale per stimolare quella parte di te che desideri sostenere leggendo l'anteprima del libro di Monica Mauro.

Il mondo dei cristalli

Fin da bambina il mondo dei cristalli ha esercitato un forte fascino su di me. A quell’epoca era solo un’attrazione verso quelle meravigliose pietre che i miei genitori mi portavano ad acquistare nei mercatini e davanti alle quali i miei occhi si perdevano. La collezione cresceva, ma lontano era ancora il tempo in cui avrei compreso il significato di questo richiamo.

Poi arrivò il cambiamento e quella che da piccola chiamavo magia si tramutò in consapevolezza. Iniziai la mia formazione come Naturopata e nel mio percorso incontrai anche la cristalloterapia. Mi si aprì un mondo. Finalmente compresi ciò che fino ad allora sentivo “solo” a livello inconscio. Andai a rispolverare la mia collezione ed imparai a guardare i miei cristalli con occhi diversi. Studiavo, sperimentavo ed integravo il mondo minerale nella mia quotidianità in un’ottica di equilibrio del tutto. Così come l’uomo è un insieme imprescindibile di mente, corpo e spirito, così l’universo lo è dei tre grandi regni: animale, vegetale e minerale.

Tutto è energia. Noi siamo esseri di energia! Essa è presente in ogni cosa, una fonte inesauribile in continua trasformazione da una forma all’altra. Non è possibile pensare ad un mondo senza energia, in quanto essa è parte integrante della nostra esistenza.

“Tutto è energia e questo è tutto quello che esiste. Sintonizzati alla frequenza della realtà che desideri e non potrai fare a meno di ottenere quella realtà. Non c’è altra via. Questa non è Filosofìa, questa è Fisica.” (Albert Einstein)

Ma veniamo a questo libro, alle mie intuizioni e a cosa mi ha spinta a pubblicarle.

La mia curiosità va a braccetto con lo scetticismo e questo mi ha portata a documentarmi approfonditamente per capire, per testare, per scoprire. Così, dopo aver letto e riletto diversi testi “sacri” di cristalloterapia, in particolare L’arte di curare con le pietre di Michael Gienger, dove vengono ben descritte le diverse personalità, la mia mente non si è più fermata.

La lampadina si era accesa, dovevo solo capire cosa dovesse illuminare.

Nella mia formazione di Naturopata, avevo approfondito la conoscenza della essenze floreali, in particolare quelle del dr. Bach e quelle Australiane. Poi “per caso” un giorno mi parlarono delle essenze dell'Alaska. Quando iniziai a documentarmi su questo repertorio, scoprii che il suo scopritore, Steve Johnson, andò oltre la floriterapia, aggiungendo ad essa le essenze ambientali, ma soprattutto gli Elisir di Gemme.

Le mie idee iniziavano a prendere forma! Ero emozionata! Provai a contattare Steve. Mi rispose Judith, la sua compagna di vita, dicendomi che Steve era mancato qualche mese prima, ma che con lei sarebbe continuata la sua opera.

Judith mi mise in contatto con Jane Bell, che con Steve aveva sviluppato gli Elisir di Gemme. Ero giunta all’origine. Con loro avrei potuto finalmente confrontarmi per capire se le mie intuizioni potessero aver fondamento.

Grazie al loro prezioso ed insostituibile contributo ho potuto ultimare il mio studio e scrivere questo libro, che è il primo che affronta in modo specifico il tema dei cristalli e delle personalità associate ai sistemi cristallini, intrecciandoli agli Elisir di Gemme.

Così facendo viene fornito un duplice strumento, uno di consapevolezza ed uno di aiuto.

Consapevolezza che si arricchisce della saggezza dei cristalli, che risuonando della nostra energia, ci aiutano a leggere in chiave nuova alcuni aspetti della nostra personalità.

Aiuto dato dagli Elisir di Gemme, che lavorando nel rispetto dell’unicità di ciascuno, vanno a supportare le nostre risorse al fine di riequilibrare il benessere e la serenità che talvolta possono essere oscurati in alcuni momenti della nostra vita.

Non mi dilungo oltre perché le Cristallità devono essere sperimentate più che spiegate.. .Non mi resta dunque che augurarti buon lettura...

Le cristallità

Nessuno può dirsi immune al fascino dei cristalli. Fin dal momento della loro formazione, la perfetta regolarità delle loro forme ha suscitato interesse ed ammirazione, tanto da considerarli opera degli dei.

Gli uomini primitivi si stupivano ritrovando una notte stellata all’interno delle caverne scintillanti di cristalli di quarzo e questo scintillio ha continuato per millenni ad incantare gli occhi del mondo.

La perfezione dei cristalli si rivela in particolare nella loro struttura cristallina. Tale struttura è una sorta di impalcatura formata da atomi che, a seconda della simmetria con cui sono disposti nello spazio, determinano 7 sistemi cristallini ai quali se ne aggiunge uno amorfo.

  1. Trigonale
  2. Cubico
  3. Rombico
  4. Tetragonale
  5. Monoclino
  6. Triclino
  7. Esagonale
  8. Amorfo

Il sistema trigonale presenta una struttura interna a tre facce, basata sulla forma geometrica del triangolo. Il sistema cubico è quello a più alta simmetria, basato sulla forma quadrata. Quello rombico si riferisce, ovviamente al rombo, mentre il rettangolo è alla base del sistema tetragonale. Al monoclino appartiene il parallelogramma, al triclino il trapezio (più basso grado di simmetria) ed all’esagonale l’esagono. Il sistema amorfo, infine, non ha alcuna forma.

Ad ognuna di queste strutture è possibile ricondurre una Cristallità. Con questo termine (da me coniato) si delineano tanto la personalità che riconosciamo appartenerci come caratterizzante e definente del nostro comportamento, quanto una particolare attitudine alla vita che diventa predominante in un determinato momento per un particolare motivo. Ovvero la Cristallità può coincidere con la nostra personalità, oppure con il modo in cui in questo momento affrontiamo il nostro quotidiano, a seguito - per esempio - di un periodo particolarmente felice per la nascita di un figlio o tristemente negativo a causa della perdita del lavoro o altri fatti della vita.

Con questa consapevolezza potremo comprendere meglio perché ci sentiamo attratti da una pietra piuttosto che da un’altra ed imparare a sfruttare le qualità di un minerale e/o di un Elisir di Gemme per stimolare quella parte di noi che desideriamo sostenere.

Provare a classificare le persone in gruppi potrebbe sembrare un controsenso nel contesto di una visione olistica, dove in primis viene considerata la persona nella sua unicità. A questo proposito una precisazione è d’obbligo: questa ricerca è stata condotta in assenza di giudizio, pertanto ne risulta una classificazione “neutra”, dove vengono individuati diversi stili di vita, nessuno migliore o peggiore di un altro. Ci si potrà dunque rispecchiare in quello che più di tutti si avvicina alla nostra personale attitudine alla vita. Qui e ora. In questo preciso momento, considerando altresì che la vita è cangiante e noi con lei siamo in un flusso perpetuo in divenire. Sarà dunque interessante rivedere a distanza di tempo la “nostra Cristallità” per poterla integrare ed arricchire con nuove consapevolezze.

Da uno studio approfondito degli Elisir di Gemme dell’Alaska, sono inoltre giunta all’individuazione di un elisir d’elezione per ognuna delle 8 Cristallità.

Gli Elisir di Gemme diventeranno uno strumento insostituibile nel momento in cui ci si riconoscerà nel lato ombra di una Cristallità e lo si vorrà ribilanciare in modo dolce ed efficace.

L’intuizione che mi ha spinto a condurre questa ricerca è stata avvallata da più di un centinaio di test che ho condotto personalmente e che continuano tuttora.

Avremo dunque persone che generalmente si comportano in modo troppo inflessibile, che potranno trarre beneficio dalla Fluorite, altre che si sentiranno attratte dall’Acquamarina perché hanno bisogno di ascoltare maggiormente i loro bisogni, altre ancora che preferiranno la Malachite per ritrovare fiducia nelle proprie capacità, e così via...

8 sono le strutture cristalline, 8 le Cristallità e 8 gli Elisir di Gemme d’elezione. A questi ultimi si potranno aggiungere altri elisir d’integrazione per andare a personalizzare la miscela rendendola così unica e rispettosa delle peculiarità del singolo individuo.

Data di Pubblicazione: 2 luglio 2019

Caricamento in Corso...